Salta i links e vai al contenuto

Innamorata di mio cugino di 2° grado!

Lettere scritte dall'autore  

Ciao a tutti… è la prima volta che vi scrivo, ho davvero bisogno di sfogarmi con qualcuno!
Quest’anno nella mia classe è venuto mio cugino di 2° grado… erano tantissimi anni che, per diversi motivi, non ci vedevamo più! Dal primo giorno abbiamo cominciato ad avvicinarsi, ogni giorno di più fino ad arrivare al punto di non poter stare “separati”…. tra di noi c’è molta dolcezza e affetto, ci capiamo con uno sguardo e spesso sono i nostri occhi a parlare! Spesso ci troviamo mano nella mano e io mi sento così protetta. L’altro giorno, all’improvviso ci siamo baciati e io ero la ragazza più felice del mondo… quando non lo vedo mi manca, tanto! Io non riesco a capire se sono davvero innamorata o è una semplice cotta! Vi prego aiutatemi, ho molta paura di sbagliare qualcosa e di trovarmi senza di lui!

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Famiglia

2 commenti

  1. 1
    piero74 -

    ciao memi, io penso questo: che finchè un sentimento nasce spontaneo, non è mai peccato: bisogna solo saperli gestire; nella mia famiglia, c’è una sorella di mio padre che si è sposata con uno che gli viene suo cugino; ed adesso il loro matrimonio fuunziona benissimo: infatti loro hanno 2 figli anche loro, a loro volta sistemati: quindi non credere a chi ti dice che è peccato questa storia: gente come l’esempio che t’ho fatto, sai quante ce n’è? non credere a chi ti dice che è peccato, anzi, se tu tieni a proseguire questa storia, il consiglio che ti do è quello di coltivare questa storia: finchè un sentimento è spontaneo, non ha mai fatto male a nessuno: coltiva questa storia e non pensare a nessuno; ciao e auguri! fammi sapere, se vuoi. intanto ti lascio gli auguri di una felice e serena pasqua. ciao.

  2. 2
    Acquachiara -

    Tutto complotta a favore dell’amore tra cugini; affinità genetiche e tradizioni familiari comuni favoriscono il reciproco gradimento, e le più frequenti occasioni d’incontro in un ambito ristretto facilitano la confidenza, così che gli altri quasi mai sospettano dell’esistenza dei forti sentimenti che nascono fra loro. Conosco due cugini che sin da bambini erano chiamati “quei due”, da adolescenti erano arrivati i primi baci ma i genitori li hanno separati facendoli sentire in colpa, e poi la vita. Ma dopo cinquant’anni! finalmente liberi da impegni hanno semplicemente ripreso a vivere il loro amore dal punto in cui li avevano separati, senza nessuno che avesse da ridire o censurare. Hanno sprecato cinquant’anni, ma adesso hanno ricominciato a ridere, chiaccherare e fare progetti… e finalmente hanno fatto davvero l’amore, scoprendo con sorpresa cos’è davvero “fare l’amore” nonostante che avessero due figli a testa.
    Non so se sia ‘amore’ la dolcezza e l’affetto che sentite, ma chi può dire l’amore che cos’è; se ne conoscono soltanto i sintomi, e nessuno può essere misurato col metro e con la bilancia; mandate al diavolo chi vuole sindacare sui vostri affetti, sottovalutare i sentimenti dei ragazzi può fare danni gravi al loro sviluppo psicologico e influenzare negativamente l’intera loro vita, com’è accaduto ai miei due conoscenti. Voi coltivateveli e teneteveli cari come un tesoro grande. Poi sarà quel che sarà. Auguri!

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili