Salta i links e vai al contenuto

Via dall’incubo…?

Ciao a tutti, quello che sto per esporre è tanto agghiacciante, quanto banale..
vittima di un amore sbagliato, come a molti è successo..
Ho trentanni. credevo di avere abbastanza esperienza, acume, equilibrio, cultura, per non finire in un rapporto così perverso, vuoto ed inutile.
Ma mi sbagliavo…
Complice un periodo difficile, separata con una figlia, si è insinuato lui… bello, interessante, elegante, galante, affermato, educato, generosissimo, sembrava uscito da un film…
troppo per essere vero…
non ci credevo infatti… ce la misi tutta per non farmi incantare.. ma la sua tenacia, dimostrazioni di interesse fuori dalla norma per un corteggiamento, e tutto l’insieme finirono per farmi capitolare come una ragazzina.
Seguirono tradimenti a inizio storia con ex, bugie, ambiguità, mille cose taciute, raggiri, e complice una distanza geografica di 200km, passai il primo anno all’inferno… non riuscivo a lasciarlo, e quando ci provavo mi riacciuffava con promesse, parole d’amore, viaggi, e io ci ricascavo come una deficente..
arriviamo così al secondo anno, ho prove che non ci sono altre, a part la ex moglie che lo tampina, ma di cui non è interessato, ma l’uomo che conobbi si rivela un altra persona, glaciale, mai coccole, affetto, scostante, dittatoriale, distaccato, avaro, instabile in gusti, opinioni, stile di vita, arido, mai spontaneo, non si capisce mai ciò che vuole o pensa, a tratti persino violento…
tenta in ogni modo di ferirmi psicologicamente, a parole con insulti e frasi crudeli, gesti, indifferenza, ma intanto continua a chiamarmi tipo fidanzato devoto tutti i giorni, più volte, ma mai parole di affetto, dolcezza, contenuti… e ogni weekend viene da me o talvolta vado io, arriva addirittura a propormi dopo avermene fatto passare di ogni, soprattutto dopo tot giorni assieme, una convivenza… che io rifiuto facendo finta di nulla, con terrore.
Il suo scopo è possedermi come si possiede un oggetto, un feticcio, a distanza, ma è chiaro che a lui, di me non importa nulla, o ben poco da come si comporta, e non ha la benché minima idea di un progetto serio, visto che di matrimonio e figli non vuole sentirne neppure parlare, e io con un pazzo del genere con cui ho timore persino di respirare, sarei pazza a volerlo.
Il problema è che anche il mio attaccamento nei suoi confronti si è trasformato in possesso, in abitudine, in sapere che c’è, e fino ad ora non sono riuscita ad attaccarmi a nessun altro, anche se ci ho più volte provato, anche solo per scappare… sono come impazzita, drogata, l’idea di perderlo è diventata salvarmi la vita per riprovare i colori umani della vita, ma allo stesso tempo tortura insopportabile come se dovessi perdere un braccio, una parte di me.
Nel frattempo sono andata in cura da uno psicologo, per ricucire aspetti della mia vita e persona, che questa relazione ha sgretolato, ma in questi due anni e mezzo mi sono persa di vista tantissimo, non riesco più ad ascoltarmi, a fare ciò di cui ho realmente bisogno per stare bene e avere risultati concreti… mi sento come di quelle vittime delle sette, manipolata e svuotata, e non vedo vie di uscita o cambiamento…
Ho omesso molte cose per riassumere i due anni e mezzo di storia, ma credo sia già abbastanza, potrei giusto aggiungere che quando sono con lui mi sento come con un aguzzino visto il regime poliziesco che crea attorno a me per non infastidire la sua persona… è un film horror pure noioso, visto che con lui è vietato fare cose correlate al godersi la vita…
Ditemi pure che sono pazza…
Ci sta….

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

3 commenti a

Via dall’incubo…?

  1. 1
    Stefano614 -

    Il potere che ha questa persona è solo quello che gli concedi tu. Dovè l’amore, la complicità, la dolcezza ? Che cosa ti mancherebbe di lui se lo lasciassi ? da come lo descrivi proprio nulla..
    Sono persone ciniche che hanno bisogno di altri da soggiogare e rendere delle marionette nelle loro mani. Sorprendilo, lascialo e ignoralo e comincia a cercare un amore degno di essere chiamato tale..

    Auguri

    Stefano

  2. 2
    sweetcristal -

    grazie della tua risposta antonio,effettivamente sono io a dargli quel ‘potere’,sto aspettando il ‘momento giusto’,ma arriverà mai?…

  3. 3
    psiche86 -

    Ciao cara!
    Anch’ io ho passato una situazione del genere. Leggendo la tua lettera mi sono immersa nel mio passato, non molto remoto, ma un passato molto vicino.
    Io l’ ho lasciato dopo due anni e mezzo di bugie, tradimenti, squallori. Gelosissimo che non ti dico, eppure me n’ ha fatte di tutti i colori.
    Ho preso il coraggio e l’ ho lasciato, cambiando anche numero. Ho passato dei giorni infernali ma adesso dopo un mese che non ho piu sue notizie mi sento molto meglio. Sto nascendo di nuovo. Uomi del genere non sanno amare e ti rovinano la vita. Fatti forza, il sole torna, tutto passa. BUONA FORTUNA DI CUORE.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili