Salta i links e vai al contenuto

Lui fa un po’ il galletto con delle ragazzine

  

Sono una ragazza di 19 anni, fidanzata da 1 anno e 3 mesi con un ragazzo di 18, che in realtà conosco ormai già da circa 4 anni. Da quando ci siamo messi insieme sono stata molto spesso io a prendere l’iniziativa nel fare le cose, per esempio quando si trattava di uscire insieme. Lui è sempre stato molto carino con me le volte che siamo usciti insieme, però ho dovuto essere quasi sempre io a decidere per prima, a invitarlo. Nonostante questo, e il fatto che ho scoperto piano piano che non abbiamo molti interessi in comune, ho sempre cercato di andare oltre e di trovare uno spazio per noi. Insomma sono comunque stata ripagata, anche se in lui persiste un po’ questo atteggiamento di lasciar decidere molte cose solo a me.
Circa 1 settimana fa ho scoperto che lui chatta su un forum con delle ragazzine cercando di fare un po’ il “galletto” per farsi notare… la cosa lì per lì mi ha infastidito parecchio, non me l’aspettavo molto. Così qualche giorno fa gli ho detto che la cosa non mi piaceva (in modo un po’ brusco però… ) e lui ha risposto molto serenamente che lo fa così solo per farsi notare, dimostrandosi di nuovo carino con me e dicendo di non preoccuparmi. Io cerco di credergli, alla fine l’ho sempre saputo che è un tipo vanitoso… cerco un po’ di riderci sopra dicendo che comunque è (siamo) ancora giovani. Però nonostante questo non riesco ad avere più quella fiducia forse un po’ troppo cieca che avevo prima, e comincio a pensare che forse forse si sia un po’ stufato di me.
Devo fregarmene di tutta questa storia e semplicemente cercare di essere più tranquilla?

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

3 commenti a

Lui fa un po’ il galletto con delle ragazzine

  1. 1
    Rossella -

    Io ti consiglio di lasciarlo perché non mi sembra pronto per una relazione stabile. In questo momento stai avanzando delle pretese che fanno capire che per motivi caratteriali non sei in grado di concepire il classico filarino. Capita. L’intransigenza nasce sempre da una chiusura del carattere e purtroppo la donna non può fare altro che conviverci per tutta la vita o fino a quando non incontra un uomo che si lascia plasmare dall’amore e vive la conoscenza in maniera matura. Qui abbiamo tre opzioni. La donna che della sua chiusura ne fa un paradiso ideale perché teme la fusione con un carattere affine o opposto al suo e ricerca la sicurezza nella razionalità del reale. Poi abbiamo la donna che si fonde con un carattere affine al suo e vive nella sua favola e quella che si fonde con un carattere opposto al suo che tende a restare con i piedi per terra. In tutti e tre i casi non è detto che il carattere si apra. Per questa ragione bisogna stare molto attenti quando si conosce una persona. Sta di fatto che alla mia età non uscirei mai con un uomo che avrebbe tutte le ragioni per considerarmi una palla al piede. Non so se riesco a spiegarmi. La donna riesce a gestire l’ammirazione della gente, la cosa la potrebbe imbarazzare, ma non al punto di sentire l’esigenza di buttarsi tra le braccia di un altro uomo per uscire dall’imbarazzo. Non ha questa necessità.

  2. 2
    Rossella -

    La persona che sto frequentando da questo punto di vista aveva una cattiva fama, ma io ritengo che un uomo con il suo carattere, volente o nolente, si ritrova a vestire i panni del Dongiovanni perché non è abituato a stare sul piedistallo. Non è nella sua natura. Per riappropriarsi della sua identità fa prevalere (faceva prevalere) la parte istintuale… io non conoscevo questi retroscena quando abbiamo cominciato a frequentarci. Non posso dire di essermene innamorata a prima vista, anche se mi è sembrato subito amore perché a differenza di tutti gli altri mi ha fatto capire che voleva far parte della mia vita. E così è stato. Non mi ha mai lasciato. Ma la sua pazienza non è da tutti. In questa fase della sua vita ha ritenuto opportuno mettere da parte l’orgoglio e agire come un capofamiglia. L’uomo in generale (lui compreso) non si sente investito di questa regalità. E’ un po’ “gretto”. Probabilmente ha anche le sue ragioni perché sfido chiunque ad accettare quello che ha accettato lui. Se non avesse cambiato vita non sarei mai riuscita a legare con lui. Considero questo un mio limite. Ad ogni modo cristiani trovano in Cristo l’uomo nuovo e si mettono alla sua sequela per trasformare la sofferenza nella strada che porta verso il Cielo. Io non voglio ragionare come i genitori d’una volta (anche se ci sono cose che ti fanno notare anche i genitori d’oggi) ma dobbiamo sapere che in prossimità di una fonte di calore possiamo scottarci.

  3. 3
    Rossella -

    La donna che ha un asse intellettuale più robusto riesce a razionalizzare questa inclinazione dell’uomo… perché non è la fine del mondo. Quando ci ragiono mi sembra quasi normale… ma, bene o male, tutte le donne hanno la stessa sensibilità… l’uomo che sceglie di mettere la testa a posto, volente o nolente, si scontrerà con una freddezza che a me sembra molto umana.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili