Salta i links e vai al contenuto

Essere introversi è un male!

  

Sono un ragazzo di 22 anni, che conduce una vita insulsa e priva di senso. Sono sempre stato da solo come un cane, l’unica mia compagna è sempre stata la solitudine. Ho un carattere come dice il titolo introverso, e già questo dovrebbe spiegare la mia situazione. Non ho mai avuto il coraggio di provarci con una ragazza, e questo mi deprime molto. Ormai sono veramente rassegnato,passerò tutta la vita da solo.

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

19 commenti a

Essere introversi è un male!

Pagine: 1 2

  1. 1
    Isse -

    Ciao Andre..La tua timidezza un giorno non ci sarà più,dai tempo al tempo;però prova a non auto-sottovalutarti…Se non ci hai mai provato con una ragazza,magari è anche perchè alla fine non ti sei ancora sentito abbastanza attratto!Sei introverso perchè ancora non hai capito cos’è che fa per te e cosa no,parlando in generale..Per questo genere di “problema”,ti consiglio e se puoi di fare un pò di teatro che ti aiuta a sbloccarti..Anche se poi alla fine dipende tutto da te!In bocca al lupo-Issè-

  2. 2
    =mely= -

    Prova qui a cercare di capire il problema: http://www.legaintroversi.it/
    ciao

  3. 3
    Davide -

    Come si cambia? Come si cancella la timidezza e l’essere introversi? Come si fa ad avere la sfacciataggine di buttarsi nelle cose senza avere il pensiero di fallire o essere rifiutati o di ricevere pali in faccia? Ho 24 anni e quindi qualche annettino insignificante in più di te, e quelle sono domande che mi sono sempre fatto e mi faccio costantemente tutti i giorni perchè anch’io, così come te, sono molto introverso (lo sono sempre stato fin da piccolo) e per molti aspetti anche timido. Con le ragazze sono un disastro assoluto pur sapendo di essere migliore di tanti ragazzi che hanno successo con loro e ho sempre sbagliato tutto nel campo sentimentale. Ma credo, e lo dico io per primo, che spesso per quanto riguarda la timidezza e l’essere introversi, ci creiamo dei problemi che forse in realtà non esistono. Io credo che la timidezza e l’introversione siano una grande fonte di energia e ci permettono anche di vedere le cose e gli altri in una maniera del tutto originale e con altri occhi rispetto alla massa. L’introversione e la timidezza non sono solo una cosa che ci distanzia dalle persone ma sono caratteri che possono attrarre moltissimo (per esempio io adoro le ragazze timide come me) e sono aspetti autentici di noi stessi. Il mio consiglio è proprio quello di investire sulla timidezza, sull’essere introversi, come chiave di lettura per relazionarsi con gli altri. Senza paura. Io non starei bene nei panni di un estroverso. Il continuo farsi vedere, l’essere sempre al centro dell’attenzione, comunicare con tutto e con tutti di qualsiasi cosa. No, non sarei me stesso. Io sono un introverso DOC ed è bello vedere che non si è soli a questo mondo. Bisogna investire su questo proprio lato caratteriale, io ci sto lavorando tutti i giorni. La timidezza a volte è uno scudo della bellezza interiore ed è una cosa molto rara in un giovane ed essendo una rarità ci si può vergognare alle volte. Ci fa capire quanto siamo unici e quanto è bello essere unici a questo mondo. L’essere timidi e l’essere introversi è un pregio e non un difetto. Cerca di rovesciare la questione… come se il tuo stato attuale non fosse un problema ma sia un tratto caratteriale da valorizzare. Prova a intraprendere dei corsi di recitazione, andare in piscina, frequentare magari l’oratorio della tua città, questo può servirti maggiormente. E con le ragazze buttati, perchè nella vita ho capito che per quanto riguarda i sentimenti bisogna sempre rischiare. Te lo dico io che tutte le volte che mi butto, quelle poche volte, prendo sempre dei gran pali in faccia che a lungo andare fanno male da morire. Non fermarti mai ai rifiuti o agli amori non corrisposti, perchè può essere che le prime volte non porti a casa nulla, ma non può sempre andare male, almeno mi piace pensarla così anche se non ho tutte le certezze di questo mondo. Tieni duro e valorizzati così come sei. Anche quello potrebbe, anzi lo è di sicuro, uno dei tuoi sensi della vita. Ciao Davide

  4. 4
    alessandro -

    Innamorati perdio! Innamorati…innamorati !
    Porca puttana, esci, buttati nel mondo, accetta la vergogna e metti in conto le pedate che puoi pendere e che sicuramente prenderai…ma trovati qualcuna da amare e che ti ami alla follia c...o!
    Sai che c’è? ho 30 anni, faccio, meglio facevo lo psichiatra, oggi ho un tumore gastroesofageo e lei mi ha lasciato. Sai che c’è? Che ieri ero troppo preso dal mio camice bianco e trascuravo lei. E sai che c’è? Che non ho più di altri cinque anni da vivere e davvero adesso rimpiango tutti i momenti che gli ho negato, gli istanti di intimità cui mi sono sottratto perchè preso da un ragazzo in crisi che mi cercava e io correvo e magari è capitato che lasciassi lei nuda ad attendermi. Capito il concetto? Capito il concetto? Non ho risolto la crisi di quel ragazzo, non potevo risolverla e ho umiliato lei e costretto me, ora, adesso e per quello che mi resta forse, a rimpiangere ogni cosa, ogni atto ed ogni scelta e a darmi dello str...o.
    No ragazzo, non condannarti alla stessa vita…supera i tuoi blocchi, fai pressione a te stesso se necessario, ma buttati nel mondo e cerca l’amore, ne hai ogni diritto…!

  5. 5
    Davide -

    Caro Alessandro… la questione è un po’ più complessa. E’ facile innamorarsi, perchè è una cosa naturale e probabilmente il nostro amico avrà vissuto questo sentimento un migliaio di volte; Il vero problema è l’essere corrisposti, quella è una cosa molto più complessa dell’innamorarsi. Ho vissuto una mare di amori a senso unico, cioè non corrisposti. Ma spero che dopo tante pedate nel sedere e tnte delusioni si riesca a trovare una persona compatibile, che ricambi e che abbia voglia di condividere con noi un percorso di vita o la vita stessa. Mi ha colpito anche la tua storia. Ti sono vicino. Un abbraccio

  6. 6
    Delusa -

    Carissimo Andre, non chiuderti in te stesso.
    Esci e cerca di conoscere nuove persone! Ma soprattutto.. Se hai interesse nei confronti di qualche ragazza non esitare!! Prova a conoscerla, prova a farti conoscere!! Ricevere dei NO nella vita è normale. Servono a crescere!
    E ricorda che siamo tutti destinati a trovare la nostra anima gemella!! L’altra metà della mela!!
    Hai mai sentito parlare di una mela incompleta?? NO! Perché ognuno di noi è destinato a completarsi..
    Ognuno di noi è destinato a passare la vita insieme a qualcuno!! Prima o dopo!!
    Non ti abbattere!! L’amore arriva.. Quando meno te lo aspetti! A 14 anni pensavo che la mia vita sentimentale fosse finita.
    Poi vidi per la prima volta un ragazzo.. e pensai.. “Lui è l’uomo della mia vita”!
    E dopo averci provato e riprovato siamo usciti! Ora stiamo insieme da quasi 3 anni!! Sii forte e credi in te stesso!
    Si vede da come scrivi che sei una persona davvero sensibile.. La sensibilità è sicuramente una delle doti e dei pregi migliori che si possano possedere.
    Fai della tua sensibilità la tua bellezza! Fai di tutto ciò che possiedi un tesoro! Colei che riuscirà ad apprezzare la meraviglia che sei arriverà! Un tesoro viene sempre scovato.. Basta saper aspettare!
    Abbi gli occhi dell’amore e vedrai amore ovunque!
    Il vero amore ti può cambiare la vita. Lascia che sia il tuo cuore a condurre i tuoi passi. Perché l’amore è come il vento. Non lo vedi, ma lo percepisci.
    Con affetto,
    Ambra

  7. 7
    Max -

    Ciao andre89 , sono stato un bambino timido e introverso, un adolescente timido e introverso, un ragazzo timido e introverso,un giovane timido e introverso.
    Oggi ho 41 anni,so che sembra pazzesco ed impossibile ma non ho mai avuto una vera ragazza, raramente ho avuto dei veri amici , non ho mai fatto parte di nessuna compagnia , nelle feste (poche) a cui ho partecipato ho sempre fatto da tappezzeria ,durante discussioni o qualsiasi tipo di interazione con altri ho sempre avuto paura di dire la mia , con le ragazze sono sempre stato un disastro incapace di spiccicare parola o rompere il ghiaccio : semplicemente,sono sempre stato inadatto a questa societa’.
    Oggi la mia vita è guano allo stato puro, senza una donna e senza amici e perchè?
    Perche’ sono un introverso un riservato, un timido … solo per questo.E la cosa più triste e ridicola di tutte sai qual’è ? Sono gli altri che ti dicono di cambiare, di buttarti , di provare ad essere diverso e cioè DI VIVERE PRENDENDO IN GIRO SE STESSI E GLI ALTRI ,rinnegando la propria vera natura, cosa che a meno non si sia dei decelebrati,poi fa soffrire ancor di più, se possibile .
    Se anche tu sei fatto grosso modo come me è meglio che ti metti ilo cuore in pace, scusa la brutalità ma non c’è nessuna speranza per quelli come noi.
    Se avessi un briciolo di pa**e , che non ho, mi butterei da un ponte ,tanto non c’è speranza per casi come il mio e la speranza, che in realtà è pura illusione, alla fine ti si ritorce sempre contro .

  8. 8
    usain88 -

    ciao andre89, siamo più o meno nella stessa situazione.
    Di dove sei tu?

  9. 9
    Io -

    scartata ad un colloquio di lavoro dove sono entrati pure gli impediti col pc…perchè sono troppo introversa e non riesco ad amalgamarmi con il gruppo…
    questa società vole gente che si prende in giro tra loro, vuole gente che dia aria alla bocca pur non dicendo nulla…ricordo agli esami universitari molta gente che pur non studiando nulla, approfittava della disattenzione dell’insegnante e parlava senza dire una minima cosa di senso compiuto…mentre io se non ricordavo qualcosa facevo scena muta nonostante avessi studiato…
    troppo spesso ascolto i le conversazioni dei miei coetanei (ho 21 anni) maschi o femmine non importa, e mi rendo conto di essere completamente in una diversa lunghezza d’onda, forse migliore e a volte peggiore degli altri…ma in ogni caso diversa…studio il loro modo di relazionarsi agli altri, e posso affermare senza alcun’ombra di dubbio che non fanno altro o che dire cavolate su cavolate o prendersi in giro, io non ci riesco…anch’io riesco a scherzare ecc ma con gente che è fatta della mia stessa pasta, che riesca a concepire il mio umorismo…tutto ciò che questa società mondiale non vuole…

  10. 10
    usain88 -

    Io, ho letto il tuo commento e mi ritrovo molto nelle cose che hai scritto.
    di dove sei tu?

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili