Salta i links e vai al contenuto

Esselunga: più la conosci, più la detesti!

Frutta e verdura a prezzi impossibili, già dall’anno scorso e ora ancora di più.
Quindi la guerra non c’entra, perché tutto è iniziato molto prima.
Piccole confezioni di pomodori da 300 grammi, per confondere il cliente. Una vera presa in giro!
Esselunga e gli altri supermercati hanno alimentato l’inflazione, anzi l’hanno provocata sistematicamente da più di un anno, forse due. E piano piano i prezzi si sono adeguati anche nei mercati rionali.
Frutta e verdura pagate sempre una miseria ai produttori e vendute a prezzi altissimi.
Allora quando entro e vedo questi prezzi mi arrabbio e penso alla pubblicità:
Esselunga, più la conosci, più ti innamori.
e incomincio ad odiarla… mentre prima mi piaceva davvero.
Peccato che non ci sia più Caprotti, il fondatore.

Lettera pubblicata il 23 Agosto 2022. L'autore, , ha condiviso 1 solo testo sul nostro sito.
Condividi: Esselunga: più la conosci, più la detesti!

Altre lettere che potrebbero interessarti

Categorie: - Consumatori

La lettera ha ricevuto finora 13 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    Emanuele -

    Io ho boicottato l Esselunga già da cinque o sei anni. Non per i prezzi ma perché i prodotti mi davano fastidio all intestino e lo stomaco, soprattutto la carne…per quanto riguarda l aumento dei prezzi ( Conad Lidl ecc..) ogni volta che entro in un supermercato bestemmio come un turco…. è stata una presa in giro allucinante…doveva aumentare il grano, poi i prodotti da frigo causa aumento del gas. Invece i maledetti hanno aumentato qualsiasi cosa. E la cosa peggiore,la cosa che mi fa più rabbia è la gente che commenta “io me lo posso permettere”…idioti con la mania di ostentare che in realtà sono dei poveracci.i veri ricchi, le persone che veramente se lo possono permettere sono le prime a cui girano le palle. E intanto i manager dei supermercati se la ridono e ci pigliano per il culo

  2. 2
    OLLA -

    Però forse Esselunga è cara perché paghi la comodità! Mi spiego: trovi TUTTO. Dalla pappa per cani e gatti al rossetto. Dal sushi al paté. Io ieri ho speso €211 però riconosco di aver fatto spesa completa. I prodotti sono buoni. Per il basic uso Eurospin ma purtroppo Eurospin non ha i biscotti proteici, non ha la salsa di pomodoro senza nichel, non ha la Scheba per i miei gatti e se devi comprare il pesce è una tragedia!! Ci sono Eurospin che hanno l’angolo di pesce fresco sottovuoto ma è quasi tutto decongelato. Poi Esselunga vende panettoni e colombe Elisenda che definire eccezionali è poco. Eurospin lo uso per olio, sale, aceto, marmellate, snack, birra, succhi, frutta secca, detersivi…per carne, pesce, frutta e verdura sono costretta ad andare a Iperal (cara), Coop o Esselunga (cara).
    Non è vero che i veri ricchi non vanno da Esselunga…i veri ricchi diversificano gli acquisti.

  3. 3
    Ana -

    A Esselunga ci sono stata una volta e avevano prodotti vegani che all’Eurospin nemmeno se piango in Aramaico. Qui a Londra invece stanno da tutte le catene: Sainsbury’s, Waitrose, Lidl, Coop, Tesco, Morrison’s, Iceland con pochissima scelta. Da Tesco trovo i meglio croccantini per la mia gatta. A Londra sono piu inclusivi, non c’é nulla da fare.

  4. 4
    OLLA -

    Tesco non è male! Io da ragazzina trovavo la frutta estera tipo pesche, uva. E parlo degli anni ’90.

  5. 5
    Ana -

    Dove sei stata da Tesco? In Inghilterra o in Irlanda? C’é anche in Polonia, in Egitto, in India e in Slovacchia.

  6. 6
    mariella -

    La mia lettera si riferisce ai prezzi, ma in quanto all’assortimento l’esselunga è imbattibile.
    Nel 2016 sono stata a Belfast e sono entrata da Tesco in centro città per comprare un pacco di biscotti. Il supermercato non era molto grande, ma comunque ho notato che tutti i prodotti dolciari avevano l’olio di palma, che qua invece veniva utilizzato molto meno dopo alcuni servizi sull’olio di palma fatti su Report.

    Da Lidl tutti i prodotti dolciari a marchio Sonday contengono olio di palma.

    In questa pagina molto interessante sono indicati tutti i produttori dei marchi Lidl
    https://www.trovavolantini.it/blog/2023/02/16/chi-produce-i-prodotti-venduti-presso-lidl-ecco-tutte-le-aziende/

  7. 7
    OLLA -

    @Ana: andavo da TESCO in Inghilterra. Precisamente a Birmingham. Non era affatto male. Certo le pesche le pagavi nonostante fosse Luglio però i prodotti molto utilizzati dagli Inglesi tipo marmellate, pane in cassetta, biscotti e thè presentavano ampia scelta a prezzi accessibili. La mia signora ospitante non ha mai cucinato il pesce: rimediavo nei negozietti “Fish& Chips” gestiti da Pakistani. Mai più mangiato un merluzzo così eccezionale! Morbido dentro, croccante fuori.
    Gli Inglesi hanno nel DNA la cucina ma qualche pietanza interessante ce l’hanno. Come ovunque.

  8. 8
    OLLA -

    Tornando sul discorso discount …Penny è tedesco (fa parte di Billa che già molti anni fa esisteva in Croazia). Lidl è tedesco. Io preferisco Eurospin fra tutti. Lidl non mi piace per pesce e vini. Sulla frutta ho preso fregature. Al discount vado per i prodotti base ma sul pesce non mi trovo. Esselunga è cara ma i prodotti sono di qualità.
    D’altronde pure Conad, Iperal e Coop sono care. Care perché, come Esselunga, puntano molto sui prodotti freschi mentre da Lidl ci sono tantissimi surgelati tra cui molte pietanze non adatte ai palati italici… E anche Carrefour non è proprio economico.

  9. 9
    OLLA -

    Errata Corrige: gli Inglesi NON hanno la cucina nel DNA comunque qualche pietanza buona e particolare esiste pure in Inghilterra!

  10. 10
    gabriele -

    Basta abituarsi a vedere i prezzi al kg, scritti in piccolo, piuttosto che privilegiare il prezzo principale, curioso poi quello che ho letto in un commento “la passata di pomodoro senza nichel”, come si fa esattamente a capire eventualmente la presenza di nichel nella passata di pomodoro? Mai vista una dicitura che indicasse “senza Nichel”, oltretutto “senza” non esclude che sia completamente assente, ma che rientri in dei limiti molto ristretti, o comunque non esclude la presenza di altre componenti che in ogni caso in certi limiti è normale che ci siano, c’è la presenza di una marea di componenti, purchè nei limiti di legge, sono assolutamente sicuri. Poi trovo assurdo fare tutta questa pantomima per il cibo per gatti “Sheba”, altrettanti croccantini possono essere quelli a marchio, tanto sono sempre del gruppo purina, basta leggere le etichette “prodotto per CAIA nello stabilimento di via sempronia Città Tizia” che guarda caso è uno stabiliento di tal gruppo alimentare…

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti per lettera alla volta. Max 3 links per commento.

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'informativa sulla privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili