Salta i links e vai al contenuto

Commentate…

Lettere scritte dall'autore  

Uscivo da una storia di 3 anni vissuta malissimo, e poi quando era finità, bè mi sono sentito vivo, libero, ho iniziato a vedere ragazze, tra cui lei. Lei mi ha aiutato a superare la mia ex dei 3 anni. Mi è stata tanto vicino all’inizio, anche se poi, una sera viene a casa mia e mi dice che era appena stata a letto con qualcuno. La ho mandata a cagare totalmente, e io dopo tutto quello che avevo passato in quei 3 anni, bè non mi sono fatto nessun problema (anche io mi vedevo con altre). Fatto sta, che mi sono fatto una storiella con una ragazza (con cui parlo ora) ma non è nemmeno partita. Sono tornato per caso con LEI, lei era bella presa, sembrava innamorata. Andava tutto magnificamente bene, poi sono partito per le ferie, lei mi aspettava, e quando sono tornato.. non avevo più voglia di vederla.. o per lo meno, avevo bisogno di tempo per capire cosa volevo. Ho frequentato altra gente, ma vedevo che lei, piano piano scappava.. (mi aveva riportato le chiavi di casa.. ) allora sono tornato sui miei passi.. Le cose iniziavano ad andare bene, la ex, tornava all’attacco, ed io per una questione di sesso ci sono tornato un paio di volte, ma poi ho capito che non era più quello che volevo.. allora sono rimasto con LEI, ho detto, proviamo a stare con lei è basta, sembra che sia quello che voglia, che mi cercava tantissimo, mi desiderava tantissimo.. da li un patatrack. Ho iniziato a prendermi il peso di tutte le sue ansie e problematiche che aveva.. Ho pensato che dovevo darle di più, non stava bene. Mi accollava tutti i suoi problemi, e a me faceva solo che piacere ascoltarla. Ho trascurato il mio lavoro.. piano piano sono andato con l’annullarmi e ho scoperto l’ansia, una cosa che non avevo mai avuto prima di conoscere lei. Un’estate travagliata, di alti, ma soprattutto bassi. Non capivo bene cosa era il problema, fondamentalmente sono buono, e con la scusa delle sue medicine ecc.. io davo il problema alla sua “malattia”. Fatto sta, che poco fa ha iniziato a mancarmi di rispetto. La ho mandata a quel paese, di solito quando litigavamo facevamo pace, ed è stato cosi, dopo due giorni, sembrava avesse capito.. ma non era cosi. Due giorni dopo in un bar mi dice che non è innamorata quanto me, non ho retto la situazione, ero davvero in ansia. La ho mandata a cagare. Il giorno dopo, volevo chiarire, volevo togliermi i dubbi di cosa aveva da dirmi, solo che, davanti ad un bar, non ho retto la situazione. La sono andata a trovare il giorno dopo di sera ad un’altro bar. Ho provato anche a mettere da parte l’orgoglio, avevo capito cosa era successo, ma non ha voluto parlare più di tanto. Ho preso e dopo averla salutata, come se niente fosse, me ne sono andato. Non la ho più sentita. Probabilmente non era amore, per lei chi lo sa.. forse lo capirà con il tempo. O forse lo io lo capirò. Io so, che la amavo. Passato. Dopo domani è il mio compleanno.. fine..

L'autore ha scritto 11 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

1 commento

  1. 1
    bb -

    WOW bella storia incasinata.. non so che dire.. a volte la gente e’ complicata.. io sono sempre per le situazioni semplici. cmq.. forse non era il momento giusto.

    Guardiamo avanti…

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili