Salta i links e vai al contenuto

Cara mamma

Lettere scritte dall'autore  ania
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

16 commenti

Pagine: 1 2

  1. 11
    rossana -

    ania,
    perché partire dal presupposto che “quei sogni” “mai si potranno avverare”?

  2. 12
    kay -

    Lettera a mia madre

    Mammina mia cara,
    è passato quasi una anno, ma tu vivi ancora in ogni mio pensiero, in ogni mio sogno, in ogni attimo della mia vita, entro in casa tua e ti rivivo, vivo la tua voce, il tuo sguardo, il tuo bellissimo sorriso, vivo i tuoi occhi azzurri, luminosi, vivo le tue piccole mani, i tuoi scherzi, vivo il profumo del tuo cibo nella tua cucina, sento le tue mani, quando stanca ero con te nell’ospedale, e tu nonostante tutto mi facevi posare i piedi sul tuo letto e mi accarezzavi piano le mie caviglie, le tue mani leggerissime avevano un tocco magico, mammina, mi manchi, dove sei…?
    vorrei sentire ancora i tuoi passi sul soffitto della mia camera, o il tintennare dell’asse da stiro, quando piano piano, venivi a fregarmi i panni da stirare e di nascosto stiravi al posto mio…
    Mammina mia bella, mi chiedo se mi senti quando ti parlo, quando ti imploro, quando ti chiedo : ” Perchè te ne sei andata?”, ma è una domanda scema, lo so, tu avresti fatto di tutto per non lasciare questa maledetta vita, che ti ha dato così poco…
    Non credo che tu mi senta, o forse si, forse non puoi rispondermi, quando ti chiedo di apparirmi, o di accarezzarmi, fose ti faccio soffrire, dicevi sempre che io ero la tua spina nel cuore, per le molte mie sofferenze e la voglia di morire che ho, vivo solo perchè ci sono i figli e a volte vorrei morire lo stesso, tu lo sai, non voglio farti soffrire ancora.
    Mamma cara, la sera non prego perchè tu sia felice lassù, non prego mai per te, lo so che adesso stai bene, anzi non lo so, non so cosa ci sia dopo, e se i morti ci vedono, ci sentono, mi piacerebbe che tu fossi felice, e tu non pensassi più a nessuno, ma non posso fare a meno di parlarti, come mi è impossibile non piangere o non sognarti.
    Faccio spesso sogni su di te, anche brevissimi e tu sei così reale!
    Mamma, il dolore acuto è passato ma non è andato via del tutto, mi fa male pensare che la vita ti ha colpito a tradimento, che certe persone ti hanno tradito profondamente, che si sono dimenticate di te, che eri solo un posto dove trascorrere le vacanze e mangiare, che certe persone si sono dimenticate anche di noi, mi fa male pensare che mentre stavi morendo eri consapevole del male che certe persone ti stavano facendo dentro, maledetti parenti, maledetti tutti..
    Insieme condividevamo la felicità, l’ironia, le risate, e la tanta tanta rabbia che avevamo dentro…
    Ora è finito tutto, rido ma non rido dentro, non sono più felice, mi è rimasta la rabbia, è finita l’allegria, mi sto spengendo, non ho voglia di fare nulla e tutto mi pesa.
    Tu eri il mio compagno, la mia migliore amica, ti ho perso quando hanno iniziato a bombardarti di morfina, maledetta morfina, non riuscivi più a parlarmi, odio il medico che ti ha operato, maledetto stronzo, credeva di sbuzzare una mucca quel macellaio, siamo solo cavie, odio tua sorella che dice che tu non volevi sapere che il tumore aveva fatto ritorno, non è vero, perchè mi raccontano cazzate? Ti amo

  3. 13
    nickylove -

    io circa.3 anni fa ho xso la mia mamminA..e ad essere sinceri il dolore nn e ankora passato e sn sikura k nn passera mai…mi fa troppo male pensare k la mia mamma nm c e a casa ad aspettarmi x il pranzo o la cena o x uscire o xdarmi solo qlk parola carina..
    io nn ho xso una mamma ma un amika una sorella un angelo… IL MIO ANGELO!! avrei dato la mia vita x risparmiare la sua… sei troppo importante mammina mia…il tuo rikordo e ankora vivo in me!!! ti amo..

  4. 14
    kay -

    Stanotte ti ho sognata, come spesso accade, era il mio compleanno e tu arrivavi con Mino, portavi in braccio un volume e sopra vi era appoggiata una rosa rosa, eri raggiante, mi avevi anche regalato un biglietto per il concerto dei Linkin Park, che in realtà non ne sono neanche fan, eri cosi felice! Ieri sera, spenta la luce, ho pensato che mi sembra ancora impossibile che tu non ci sia più.
    Mi manchi.Mi mancherai per sempre, mamacita.

  5. 15
    Kay -

    Ci sono segreti che solo ad una mamma si possono dire, ed io ne avrei da raccontartene mamma, come posso dirlo ad altri, non capirebbero,gli altri criticherebbero, tu invece mi aiuteresti e consiglieresti, come posso dire ad altri del mio cuore ferito, spezzato, da quel muro, da quel silenzio, dalla tanta delusione, da quel poco amore, dalle tante lacrime versate. A chi appartengo io, non lo so, so solo che vorrei morire, e stare accanto a te per sempre.

  6. 16
    Golem -

    Della lettera di Ania ho trovato irresistibili i monologhi in veste di dialogo del 2006. C’era già voglia di Rossye nell’aria.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili