Salta i links e vai al contenuto

Quante volte devo perdonare?

Mia figlia sapeva, aveva letto casualmente un sms sul mio cell. Adesso che ne abbiamo parlato mi sento piu’ leggera, mi sono tolta un peso era come tradirla a mia volta. Lo so che è molto giovane ed il suo giudizio potrebbe essere relativo ma ho la sensazione che ora tutto è più chiaro. Cito testualmente le sue parole “per me o è nero o è bianco”. Io ho voluto aspettare un anno nel tentativo di concedermi e concedergli un’altra possibilità, ma nulla è cambiato.
Ci sono cose che non vi ho detto. Durante il nostro matrimonio ci sono stati altri tentativi di tradimento che non sono stati portati a termine perchè li ho sventati in tempo e che dire poi di un sms sul suo cellulare “ti sei dimenticato di venire all’appuntamento io ti ho aspettato…” un vizietto? Mia figlia dice che forse è malato, non so. Ognuno ha la sua croce, che fare? Fingere ed andare avanti? un po’ di cinismo certo mi aiuterebbe ma ne saro’ capace? Vivere da separati in casa? difficile da fare, sarebbe una vita d’inferno, una convivenza troppo pesante da sopportare, Sapete che vi dico? Adesso mi concedo anch’io qualche svago e magari chissa’ se questo potrebbe aiutarmi ad andare avanti, del resto se le merita proprio, Buon anno a tutti voi

L'autore ha scritto 13 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

5 commenti

  1. 1
    Gaetano -

    Tu pensi che ti farà stare meglio rendergli pan per focaccia?

  2. 2
    psYco-BUON ANNO -

    Giao gabryfra. Della serie “Ogni tanto ritornano”…
    Spero ti sia presa i tuoi giusti svaghi e ti sia divertita… 😉
    Questa dei tradimenti sventati però non me/ce l’avevi detta, allora chissà quante volte ti fischiavano le orecchie! Certo che quindi ti sei sposata un bel “farfallone”, quindi mi suona strano che tu te la prenda tanto quando l’hai colto sul fatto, non ti pare? O pensavi che scherzasse? Sul fatto di fare i separati in casa… prendilo come un “coinquilino” con cui condividere degli spazi. Vedrai che col tempo ci farai l’abitudine. Basta che non pensi di tornarci insieme.
    L’indifferenza è la peggiore delle vendette.
    Saluti.
    by psYco

  3. 3
    Luna -

    Ciao…

    dirò una cosa sicuramente banale:

    se lo ami ancora stare in casa da separati sarà un inferno

    se non lo ami più stare in casa da separati sarà un inferno

    vivere un’avventura non credo proprio che ti farà stare meglio.
    In ogni caso per chi non è cinico diventare cinico per sopportare una situazione che vive male è come mozzarsi una parte di sè. Come prendere dosi di anestetico per sopportare, stile anestesia, un dolore quotidiano.

    non mi ricordo (o non so) quanti anni hai, per quanto ciò abbia importanza, francamente, fino ad un certo punto. A nessuna età si dovrebbe prendere un anestetico quotidiano per andare avanti.

    Perché stai ancora insieme a quest’uomo?

    Scusa la domanda, ma non ho capito per quale ragione stai tirando avanti questo rapporto che, chiaramente, ti logora.

    Nella tua lettera il grande assente è il concetto di un futuro veramente diverso. Aperto. Per te, intendo.
    C’è tutto un: tirare avanti, sopportare, anestetizzarsi, trovare il modo di sostenere la cosa rendendo pan per focaccia. (Non ho citato solo le tue parole, ma i concetti che io ho percepito. Posso aver percepito male, ovviamente).

    Questa situazione ti rende infelice, e stai cercando un modo per reggere l’infelicità.
    Un modo per essere felice, invece, non è contemplato…

    Forse ci sono delle ragioni che ti impediscono di troncare questo matrimonio (che io non so, che non ho letto).

    Ognuno ha la sua croce, dici…
    sì e no.
    Ognuno ha i suoi problemi, questo è vero. Di tipo diverso, da superare, alcuni cronici con cui venire a patti. Per esempio delle malattie proprie o in famiglia.
    Ma una relazione sentimentale non dovrebbe mai essere un problema cronico con cui venire a patti.
    Non dovrebbe mai essere una malattia.

  4. 4
    GABRYFRA -

    Mia cara luna hai davvero ragione.In verita’ho voluto accettare quanti mi hanno detto che il tempo guarisce ma a distanza di un’anno e mezzo nulla è cambiato,ci sono stati alti e bassi ed è per questo che l’ho tirata fino ad ora,forse gli alti mi davano uno stimolo per andare avanti,ma ho fatto 10 passi avanti e 20 indietro. Ho cercato di sopportare,soccombere ma non ci riesco,volevo dargli e darmi un’altra possibilita’.Sono molto confusa tutt’oggi.Convivere con lui?Non so potrei provare,chissa’tanti lo fanno e ci riescono diversamente ognuno per i fatti nostri.Purtroppo questa situazione ha sconvolto in toto tutta la mia vita,ho dovuto vendere casa perchè la put…in questione vive a 50 metri dalla mia e tante altre cose che non sto qui a raccontarti.Non ci sono questioni che mi impediscono di troncare,aspettavo questo cavolo di tempo ma il tempo è fermo ed è come se la cosa fosse successa ieri.Ora mi sento logorata,come tu stessa dici,e sono stanca,stanca molto stanca,chissa’quale sara’la medicina visto che il tempo non ha funzionato……grazie davvero sei un’amica

  5. 5
    Luna -

    Ciao Gabry 🙂

    forse la medicina è cercare la tua serenità, e ciò porterà le altre risposte con sè?

    Non la faccio facile, manco un po’, eh!
    Però forse ribaltando il concetto dalla sopportazione alla ricerca della serenità forse qualcosa può davvero cambiare, chissà…

    un abbraccio 😀

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili