Salta i links e vai al contenuto

Può tornare l’amore?

  
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

21 commenti a

Può tornare l’amore?

Pagine: 1 2 3

  1. 11
    Valerio -

    Ecco il seguito. Ero rimasto che lei aveva scoperto che uscivo con un’altra donna. Non poteva è non doveva dirmi assolutamente nulla, visto che lei mi lasciò per un altro. Iniziò ad urlare come un’ossessa. Scenata di gelosia in piena regola. Io non dissi nulla e me ne andai. Volevo ricominciare una nuova vita. Me lo meritavo. (Ndr tenete a mente il prossimo pezzo) Mentre uscivo con questa ragazza io ero tornato ad essere me stesso: più tranquillo, più rilassato, più felice. Finalmente, dopo tanto tempo, vivevo! Non ero sicuro se fosse amore, ma di sicuro era qualcosa di speciale! Facevamo tutto insieme: la spesa, cucinare, le pulizie. La mattina, la accompagnavo a casa prima di andare a lavoro e la riandavo a prendere quando staccavo. La sera andavamo o in un pub o a cena con i miei amici o, semplicemente, stavamo sul divano a “guardare” la tv. Quando uscivamo, lei che era molto social, faceva in continuazione selfie con me nelle pose più disparate. A me andava bene, anche perché eravamo entrambi single. Fino a che, quando un sabato sera ho riportato alla madre mio figlio, successe il casino. Già. Il sogno era finito. La mia ex mi chiese di restare a cena perché voleva passassimo una serata insieme….continua

  2. 12
    Valerio -

    Seguito….Ma io avevo già impegni con la donna con cui mi frequentavo e una coppia di amici. Glielo dissi e lei non disse nulla, quindi salutai mio figlio e me ne andai. Voi penserete che, tutto sommato, era andata bene, invece no! Quando arrivai al ristorante, mi arrivò un messaggio da parte sua dove mi vomitò addosso talmente tanta m*rda, che con una metà si riempirebbe tutta la terra. Mi minacciò anche di non farmi vedere mio figlio perché pensava che lei stesse a casa mia anche quando ero con lui. Cosa impossibile, visto che la mia ex me lo faceva vedere solo il sabato perché non si fidava che lo tenersi. Il giorno dopo (domenica) lei benna a casa mia e, per fortuna, ero solo. Piangeva. Credo abbia pianto tutta la notte. Mi disse che mi amava e che voleva che tornassi a casa. E BUM! Tutto crollò. Io le dissi che dovevo pensare, ma già sapevo che ancora l’amavo alla follia. Mandai tutto al diavolo e tornai a casa con la mia famiglia. La donna con cui uscivo mi mandò a quel paese e non la vidi più, ma poco mi importava perché avevo di nuovo la mia compagna e mio figlio. Passarono quasi 3 anni idilliaci. Io e mio figlio stringemmo un legame profondissimo, più di quello che aveva con la madre. Tutto andava per il meglio…

  3. 13
    Yog -

    E poi è andato per il peggio, immagino. Speriamo che tuo figlio prima o poi possa andare all’università fuori sede.

  4. 14
    Valerio -

    ….quando iniziò la catastrofe. Già. Litigammo molto. Una di quelle da film. Senza piatti rotti chiaramente. Ma ci furono spinte (a me), schiaffi (sempre a me) e urli (sempre a me) il tutto davanti a nostro figlio. Quando ho visto che ci stava guardando ho urlato anche io, in modo da zittirla, ho messo la giacca e sono uscito. Lei mi ha seguito ed ha continuato anche sul pianerottolo a schiaffeggiarmi e spingermi. Sono riuscito a mantenere il sangue freddo e sono uscito di casa. Era fine febbraio, quindi non caldissimo. Sono tornato a casa verso le 5 del mattino, giusto per darmi una lavata, prendere il caffè e andare a lavorare. Poi più nulla, non ne abbiamo parlato fino a quando il 14 aprile mi ha detto che le piaceva un altro. Così, dal nulla. Io non ho commentato, anche se avrei voluto. C’era mio figlio. Le ho semplicemente detto “Sai che se vado via, questa volta è per non tornare, vero?” e lei mi ha risposto che lo sapeva. Da li in poi il tracollo. Lei che usciva la sera e tornava a notte fonda; addirittura il sabato prima di pasqua, con nostro figlio con 40 di febbre, è uscita alle 21.30 ed è rientrata alle 9.30 del mattino. Il pomeriggio di pasqua lo abbiamo portato al pronto soccorso pediatrico…continua

  5. 15
    Valerio -

    seguito….e ci siamo rimasti fino alle 19. Dalle 15.30. Nostro figlio che si è addormentato appena salito in macchina ed ha dormito fino alla mattina, svegliandosi ogni tanto chiedendo di lei. Ed io a dirgli che la mamma sarebbe arrivata dopo qualche minuto. Invece? Beh, invece dalle 20 è tornata alle 7 del mattino. Dopo che le avevo mandato un paio di messaggi durante la notte chiedendo dove fosse finita. Il 5 maggio me ne sono andato via di casa. Mio figlio dorme poco e mangia poco quando non è con me. Lei non me lo dirà mai, infatti me lo ha detto la madre. In tutto questo chi ci rimette è mio figlio. Non lei che se la spassa con un ragazzino (lei 32 anni lui 25) che non ha la patente e vive con i genitori, quindi ha zero problemi per la testa. Zero preoccupazioni. Anzi no, una preoccupazione ce l’ha: come spendere lo stipendio se in alcolici o in altro. Ed io, invece, oltre a dover pensare alla casa che ho dovuto trovare (quindi bollette, affitto e mangiare), pensare alla mia azienda (lavoro in proprio e non come dipendente come il pischello), pensare a mio figlio e alla sua scuola, devo anche sorbirmi lei che mi manda in continuo messaggi su whatsapp (si fa sentire tutti i giorni nonostante le abbia detto espressamente…

  6. 16
    Valerio -

    …di contattarmi solo ed esclusivamente per mio figlio!) per la minima cavolata. O la sua macchina che ha problemi o il telecomando del tv che non funziona. E poi mi fa anche spiare dai suoi amici, quelli che conosco, che mi scrivono un giorno si e uno no per chiedermi come sto e cosa faccio.

    Tutto quello che ho scritto è per chiedere a chi, magari ha più esperienza di me ed è più competente, cosa dovrei fare con lei? Farle scrivere dagli avvocati che deve smetterla di rompermi le scatole per le cavolate o lasciarla perdere?

    Grazie e scusate per lo sfogo

  7. 17
    Rdf -

    Minchia che schifo

    Stare insieme ad una di queste pazze deve essere davvero una condanna

    Farci dei figli la perdizione

    Sicuro 200×100 ti fan cornuto

    Madonna Santa fanno davvero paura per quanto sono sballate di testa e incredibilmente egoiste, perfide , anaffettive e totalmente incapaci di autocritica e di una analisi oggettiva dei fatti

    A me fanno una antipatia mostruosa . E se è così è per colpa loro perché una volta al contrario credevo fossero chissa cosa

  8. 18
    anonima -

    beh, intanto la denunci ai servizi sociali perche’ trascura il figlio raccontando il fatto di pasqua e gli altri che ci sono di sicuro. poi vai da un avvocato per tutelarti dalle sue aggressioni e toglierle la potesta’ genitoriale visto che e’ indegna (anche se questo lo decideranno i servizi sociali dopo le opportune indagini). il tuo scopo e la tua battaglia ora deve essere oltre che la denuncia per aggressioni a te, anche toglierle il figlio ottenendo l’affidamento esclusivo visto che non e’ in grado di essere un essere umano decente ne’ tantomeno una madre al minimo sindacale. dovra’ probabilmente curarsi da qualche psichiatra perche’ sta messa davvero male.

  9. 19
    rossana -

    Valerio,
    per il momento, se possibile, personalmente eviterei di far intervenire i servizi sociali.

    Se hai modo con l’azione di un avvocato di ottenere l’affidamento esclusivo del bambino e sai chi potrebbe crescerlo in quanto persona di tua fiducia, meglio se di famiglia, mi sembra che l’azione migliore sia quella di tutelare il piccolo, lasciando perdere tutto il resto.

  10. 20
    Yog -

    Valerio,
    in un passaggio hai dichiarato che tua moglie ha il dubbio se spendere lo stipendio “in alcolici o altro”.
    Vorrei dare il mio contributo alla discussione suggerendoti di consigliarle di spendere l’80 % minimo in alcolici, direi che come governance è accettabile.

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili