Salta i links e vai al contenuto

È passato un anno, ma nulla è cambiato

La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 13 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

12 commenti

Pagine: 1 2

  1. 11
    stella -

    è appena da un mese che è crollato il mio mondo….e non me ne faccio una ragione….dieci anni di fidanzamento,appena due di matrimonio,sono una donna giovane ,attraente,di classe….
    mio marito si comportava in maniera strana ,uscite ,celluare e computer con la password…e tante scuse…non voleva mai fare sesso…è cosi doloroso raccontarlo…dopo molte ricerche e messaggi anonimi ho scoperto sul suo pc che frequentava chat, faceva webcam..e so che mi tradiva…non con una ma con mille donne diverse…ho pensato in un primo momento che questo fosse positivo…perche non gli importava di loro…le trattava come oggetti sessuali…poi ci ho parlato…l’ho aspettato dal alvoro con il pc aperto dove su skype erano rimaste memorizzate tutte le coversazioni degli ultimi tre mesi…si è vergognato moltissimo…pensavo di poterlo perdonare…ma una parte di me non lo perdonera mai…lui è pentitissimo…dice che non vuole perdermi ma lo guardo e penso che mi meriavo una persona migliore e non perdo l’occasione per umiliarlo…pur cercando di reprimere la mia rabbia,poi lo guardo e penso a quanto mi piace a quanto ancora lo amo…credo che se ammettesse forse mi metterei l’anima in pace…ma lui continua a negare l’evidenza…ma mi lascia capire….anche io ho avuto la tentazione di tradirlo ma non sono andata fino in fondo…è un dolore senza fine…un umilazione che fa piangere,mi sento svilita stanca uno straccio…è stato come un lutto interiore….pensavo di conoscerlo,che queste cose capitassero solo agli altri..pensavo fosse piu facile perdonare…credevo che a volte ci si dovesse perdere per ritrovarsi…organizzo viaggi e vacanze per dimenticare ed è come se fossi morta dentro…vorrei confrontarmi che si sente come me o ch eabbia voglia sempicemente di darmi un consiglio per alleviare un inferno….

  2. 12
    claudia -

    Cara Stella, io mi sto convincendo che l’uomo, inteso come essere umano, non riesce ad essere monogamo. Ha un bisogno continuo di provar quella serie di sensazioni che si chiamano innamoramento.
    Dopo poco queste si affievoliscono e deve ripartire di nuovo alla ricerca di quelle farfalle nello stomaco, di nuove conferme, di trasgredire, di scappare alla noia e alla monotonia.
    Io mi sento una pecora nera in questo senso e sono rassegnata al fatto che la fedeltà, il rispetto, la dedizione siano chimere. Non ho più voglia di provare la sensazione orrenda che si prova quando si scopre un tradimento, ho deciso di rimanere sola, la vita è piatta, ma almeno non soffrirò più per questo.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili