Salta i links e vai al contenuto

Mi hanno lasciato a casa perché ho diverse patologie

Buongiorno a tutti Scusate gli errori ma scrivo usando il microfono… Sono un cinquantenne sposato italiano disoccupato ex guardia giurata  mi hanno lasciato a casa in quanto ho diverse patologie quale diabete neuropatia diabetica e retinopatia gli occhi non riesco più a trovare lavoro Ho dovuto lasciare casa mia perché non riuscivo più a pagare l’affitto sono iscritto come categoria protetta Ma anche lì con grosse difficoltà ho bisogno necessariamente  di una casa possibilmente al mare sotto consiglio medico…chiunque mi può aiutare ben accetto.. Ciao a tutti e scusate.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:

Continua a leggere lettere della categoria: Lavoro - Me Stesso - Salute
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

5 commenti a

Mi hanno lasciato a casa perché ho diverse patologie

  1. 1
    Yog -

    Sì, anche io avrei bisogno della casa al mare che mi migliorerebbe i pormoni. Quando la hai trovata fammi un fischio, magari dividiamo le spese.

  2. 2
    Rossella -

    Non esiste una via di mezzo tra l’otium degli antichi e l’ambizione sfrenata, la ricerca dei fasti e della mondanità. Magari ti ha lasciato perché persuasa dall’idea che potrebbe esistere una terza strada, quasi come se la seconda non rendesse necessario il “ritiro spiritale” e fosse di per se meno onesta. Questa è una falsa credenza. Si vede quando capita di fare un breve spostamento. Es. Quando esco il sabato con i miei genitori vivo una vita al di fuori dei miei anni. Le uscite sono momenti in cui si manifesta la “forza della contraddizione”. Il corpo non riuscirebbe a ricomporsi se non si creasse questa sorta di ambivalenza linguistica tra latino e volgare… da una parte l’emblema sacro della tradizione “alta”, e quindi la ricerca innata della gloria letteraria, e dall’altra il tema dell’amore. Oggi il prezzo da pagare per stare da una parte o dall’altra è effettivamente molto alto. Per gli altri o sei strana, come nel mio caso, o sei irriverente, irrispettosa, ecc.

  3. 3
    Rossella -

    Il punto è che ti vedono così. Ne devi prendere atto senza arrabbiarti. La solitudine non mi spaventa. Mi sembra molto più impegnativo entrare in un gioco più grande. Non me la sentirei di caricare il mio sistema nervoso di pesi inutili. Vivo bene nella mia delusione. Per il resto ogni persona deve fare le sue esperienze… l’importante è conservare la giusta distanza da quelle situazioni che potrebbero interrompere il colloquio con Dio perché lo Spirito Santo si rattrista quando il senso della giustizia prevale sulla carità. Si percepisce l’assenza. Perché Dio è puro e vuole purificare la nostra anima per prendere dimora nella nostra vita.

    PS Ti chiedo scusa, ma ho risposto ad un’altra lettera. Chiedo scusa anche al moderatore. Purtroppo non sono riuscita a cancellare il commento.

  4. 4
    Yog -

    Rossella, scusa anche tu. Nessuno si era reso conto del tuo errore, e di questo chiediamo perdono ai fratelli.

  5. 5
    Esther -

    E che vuoi di più dalla vita? Stappati un crodino e noleggiati un abbonamento a Netflix, vedi che l’exilio ti passa senza accorgertene.

    https://www.youtube.com/watch?v=xRdZNTBA0Dg a palla

Lascia un commento

Max 2 commenti per lettera ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili