Salta i links e vai al contenuto

Ma le donne sanno che…

Lettere scritte dall'autore  capitano
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

25 commenti

Pagine: 1 2 3

  1. 11
    capitano -

    Innanzitutto vi ringrazio tutti per le vostre risposte, che sono state
    tutte utili.

    X rossana
    Naturalmente hai ragione in quello che scrivi. L’amore deve essere
    riconosciuto da entrambi le parti. Ma se rileggi la mia lettera, io
    non do mai la colpa alla mia ex. Io parlo in generale, non volevo
    mettere in evidenza ciò che io ho vissuto. L’ho solamente usato per
    “rendere l’idea”.

    X spectre
    Hai ragione pure tu, dicendo che non bisogna generalizzare. Ho scritto
    la lettera, perche guardandomi intorno ho riconosciuto in tante storie
    rotte questi particolari. Naturalmente uno poi tende a generalizzare,
    che è comunque sempre un errore. Però se su cento casi 95 sono così,
    chi generalizzare non sbaglia poi di troppo. Le eccezioni ci sono
    sempre.

    X treccinebionde
    La tua risposta è piena di significato. Ovviamente può darsi che io
    sono stronzo, però era proprio questo il succo del discorso. Io non
    vorrei essere uno che tratta male le donne. Io voglio solamente amare
    come ho fatto prima. Però credo che non sia più possibile, perche non
    avendo più la spensieratezza di una volta non sarebbe lo stesso amore.
    Quel amore che io definivo innocente nacque proprio su quella
    spensieratezza, quel essere ingenuo che ti porta ad amare senza paura
    proprio perche non si conosce il lato oscuro che un amore passeggero
    possa portare. Credo di scrivere per tanti uomini che sono stati
    lasciati e che si sono cotti. Forse è un blocco psicologico, ma io in
    una ragazza non ci vedo più quello che ci vedevo nel mio primo amore.
    E mi dispiace. Ci riprovo e finisco per prendere in giro ragazze, e mi
    dispiace.

    Siamo una generazione di uomini con il cuore spezzato…

  2. 12
    brunetto87 -

    Verissimo!nella generazione di oggi sono più gli uomini a cui ci si spezza il cuore!
    E’ raro vedere una ragzza che soffre per amore,mentre di uomini,ne ho visti e come,e continuo a vedere(tra cui io!)
    Purtroppo la donna quando prende una decisione è difficile che torna sui suoi passi,mentre gli uomini sono un pò più”buoni” e perdonano sempre!
    Io la penso uguale a capitano,non potrò mai innamorarmi come con la mia ex,ho dato tutto,e alla fine mi trovo da solo con il cuore spezzato a pensarla,non ci posso far nulla ma le ragazze non le riesco più a vedere come le vedevo prima .cioè come “angeli”!
    Pazienza,spero solo che questo brutto momento passi per me e per tutti quelli che sono stati delusi dall’amore!

  3. 13
    rossana -

    spendido questo forum, che ci consente di discutere, di riflettere e di “crescere”, essendo finalmente noi stessi, privi dei soliti veli o delle solite maschere!

    oggi ti sono anche più grata di prima per la tua mail iniziale, capitano, perchè mi hai permesso di capire soprattutto che, nonostante la mia vita sentimentale sia stata abbastanza poco soddisfacente, la mia capacità di amare, a modo mio, sia rimasta tale e quale a quella dell’inizio, nel senso che non ho mai visto l’altro sesso come angelico ma che anche ora, nonostante le batoste, non lo vedo neppure come demoniaco.

    in sintesi: mi accosto all’amore con la stessa ingenuità dei vent’anni, migliorata soltanto da quel minimo d’esperienza acquisita nel tempo… e ne sono molto contenta!

  4. 14
    libera -

    Conosco un uomo che a quanto pare ha fatto il percorso inverso rispetto a quello descritto da capitano. Iniziato al sesso da donne molto più grandi di lui quando era quattordicenne, ha avuto un mare di relazioni, tra cui la più lunga durata più o meno vent’anni, durante i quali ha abbondantemente tradito. Dice di non essere mai stato veramente innamorato in vita sua. Finora. Adesso si dice sinceramente innamorato come mai prima d’ora, e che il suo unico desiderio è stare con questa persona e con lei soltanto.
    Secondo voi si può dare fiducia a un uomo così? (che oggi ha 43 anni).

  5. 15
    francy -

    IN PRIMIS..Non credo si possa esser convinti sin dall’inizio di amare una persona sbagliata( lasciamo perdere vittime e carnefici per favore) al limite può’ accadere che,dopo si arrivi a constatare di aver amato una persona che non faceva per noi..Io credo che si ama una persona non tanto per quello che ti da’,ma per ciò’ che ti stramette,chiamalo istinto o come vuoi…Dietro l’ostentata indifferenza,dietro la ricerca della conquista le donne continuano a desiderare l’amore…Credo che aldilà’ di una improbabile lista di errori,occorra anche molta fortuna nell’incontrare la persona con cui commettere pochi errori..Brunetto non fare classifiche, il dolore e’ uguale in entrambi non fare differenze fra uomini e donne per favore..

  6. 16
    rossana -

    libera,
    forse sì, ma con TANTE riserve, soprattutto per via di quella relazione durata vent’anni… e dell’abitudine acquisita a variare…

    chiaro che ogni persona dev’essere valutata e soppesata tenendo conto di molti fattori, e a volte nemmeno basta, poichè succede abbastanza spesso che qualcuno non conosca nemmeno se stesso… e quindi tenda pure a descriversi male o ad omettere particolari importanti…

    ciao!

  7. 17
    francy -

    X Libera..perche’no??Personalmente sono convinta del fatto che,quando si ha fiducia nell’altro,non si tratti di considerare il suo comportamento del passato come deformato rispetto alla realtà’..quanto di accettare e di accogliere,proprio nel rispetto anche quei che noi consideriamo lati oscuri e misteriosi,e ambigui..ma fanno parte del suo patrimonio personale dell’altro..Quello che tengo piu’ in considerazione e’un buon fedele presente,per poter dare un futuro alla relazione..Auguri

  8. 18
    rossana -

    francy,
    sono d’accordo che ci si innamora di una persona non per quello che ti dà o ti potrà dare ma per quello che ti trasmette a livello istintivo e magari inconscio.

    a volte ce la immaginiamo anche come vorremmo che fosse e ci accorgiamo poi che l’abbiamo troppo idealizzata.

    per questo, secondo me, quando ci si lascia o si viene lasciati dopo pochi mesi non ci si dovrebbe fasciare troppo la testa, salvo che per il fatto che, essendoci innamorati, è molto duro e difficile disfare in poco tempo tutti i nostri castelli di sogni e tornare con i piedi per terra.

    altra cosa, invece, quando ci si lascia dopo 3-5 anni. in quel caso, le motivazioni sono diverse e di natura più complessa…

  9. 19
    francy -

    Rossana..forse e’ vero quando ti innamori tendi a idealizzare la persona,ma nel mio caso, quello che più’ mi feriva e’, che non mi piacevo io..ricostruire me stessa e’ stato il passo più’ difficile..perdonare se stessi e’ molto più’ dura..ciao

  10. 20
    rossana -

    francy,
    c’è qualcosa di te sul sito che posso leggere per meglio capire quanto affermi?

    a presto…

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'informativa sulla privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili