Salta i links e vai al contenuto

Le contraddizioni della psicologia femminile

Lettere scritte dall'autore  

Io le donne non le riesco proprio a capire e probabilmente non le capirò mai. Molte femministe si riempiono la bocca vaneggiando dell’esistenza di una pseudo-scienza chiamata “psicologia femminile”, quasi come se la conoscenza del funzionamento della psiche femminile fosse qualcosa di non facile comprensione e per pochi eletti. Alcuni, o meglio, alcune leggendo queste poche righe introduttive potrebbero pensare che chi scrive sia un misogino incallito: niente di più falso! Io adoro le donne, guai se non esistessero, bisognerebbe inventarle! Tuttavia, in base alla mia esperienza, non posso fare a meno di constatare che la psiche femminile non sia altro che una serie di impulsi contrastanti e indecifrabili. La cosa curiosa e che non sono l’unico a pensarlo: il maestro Verdi, ad esempio, nel suo celebre “Rigoletto” definisce la donna “mobile, qual piuma al vento”. In altre parole quello che voglio dire è che la donna è un’ essere senz’altro intelligente, sicuramente più dell’uomo che sovente ragiona coi testicoli, e dinamico ma, ahimè, decisamente poco coerente ed estremamente volubile e penso che sia proprio la sua scarsa coerenza il suo peggior nemico. Oserei dire addirittura che la donna talvolta, più che vittima degli uomini, che pur non essendo degli stinchi di santo sono sempre stigmatizzati a priori, sia vittima di se stessa. Forse quello che sto per dire risulterà ingeneroso ma ritengo che la donna sia essenzialmente masochista: da un lato sa quello vuole e fa letteralmente di tutto per ottenerlo, dall’altro però, non di rado, finisce per fare il contrario di ciò che pensa e inevitabilmente precipita nel baratro dell’insoddisfazione cronica, piangendosi addosso periodicamente e non accorgendosi che in realtà la causa della sua infelicità sia lei stessa.
L’incoerenza femminile si riflette soprattutto nella scelta del partner. Sovente la donna sceglie l’uomo “ideale” sulla base di molteplici canoni quali l’esteriorità, l’opulenza ecc. Alcune donne poi ricercano negli uomini la cosiddetta “galanteria”, tant’è vero che spesso molte si lamentano del fatto che questa caratteristica sia scomparsa se non addirittura defunta. Tali canoni sono più o meno legittimi o per lo meno condivisibili, poi però nella pratica vengono puntualmente disattesi. L’evidenza empirica lo dimostra chiaramente: non di rado in giro vedo spesso che donne attraenti si accompagnano a uomini improbabili, dal discutibile aspetto esteriore e non particolarmente curati e dai modi, come direbbe una mia professoressa, da “taverna”: insomma dei veri e propri tamarri. Francamente a stento riesco a capire come queste sottospecie di australopitechi, possano essere degni dell’attenzione femminile perché non di rado questi trogloditi dai modi villani sono fonte di sofferenza per il gentil sesso. In altre parole l’universo femminile mi pare piuttosto incoerente perché da un lato sembra rimpiangere la “cavalleria” dall’altro però preferisce uomini discutibili ignorando i “bravi ragazzi”.

Ringrazio in anticipo chiunque volesse commentare seriamente illuminandomi sull’argomento.

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Riflessioni

154 commenti

Pagine: 1 2 3 16

  1. 1
    Aton -

    Non becchi. Da come scrivi potrei dirti il perquinci e il perquindi, ma non lo faccio perché non sei abbastanza stupido.

  2. 2
    camy -

    non dici niente di nuovo, e qui sul sito se ne è più volte parlato. è così, fattene una ragione, non ci sono spiegazioni che ti possano soddisfare. uomini e donne sono diversi e reciprocamente non si capiscono. ciao

  3. 3
    Lorenzo -

    un altro sfigato!

  4. 4
    TL Tuttefregnacce -

    Tutte fregnacce, Cecco.

    Le femmine non sono più incoerenti di noi.
    La maggior parte di noi millanta di desiderare la “brava ragazza”, ma il 99% degli uomini ha fantasie sessuali sulla faiga di turno che quasi sicuramente è una zokkola di prima categoria..
    E andiamo avanti a raccontarcela, ma in realtà spesso perdiamo la testa per la stragnokka di turno, quindi è inutile poi atteggiarsi a “giovane Werther”…

    La donna è ipocrita e si auto-illude tanto quanto l’uomo: esse sostengono di cercare un “quid pluris” in un uomo per poi accompagnarsi con degli autentici delinquenti privi di cultura, dignità e buonsenso, noi facciamo finta di voler trovare “una compagna” ma poi perdiamo la ragione davanti a un bel paio di gambe.

    Tira un bel respiro, conta fino a 100 e SOLO DOPO rispondimi.

  5. 5
    Aton -

    Come dice il renso, fattene una ragione.

  6. 6
    camy -

    @TL .. bravo! chiaro, semplice e cristallino! 😀 quoto.

  7. 7
    mr x -

    Cecco, parafrasando Oscar Wilde, le donne non vanno capite, vanno trombate.

  8. 8
    cecco -

    @ Aton: sei molto perspicace!

    @ Lorenzo: un altro demente!

    @ TL Tuttefregnacce: non mi atteggio a “giovane Werther”, ho semplicemente fatto una constatazione da acuto osservatore dei comportamenti umani.

    @ Mr. X: sei un grande, se potessi ti stringerei la mano!

  9. 9
    camy -

    Mr X è da rinchiudere in un centro psichiatrico e tu Cecco che gli vai pure dietro sei il valido accompagnatore. ma davvero credete che una ragazza provi rispetto e stima per uno che “se le tromba tutte, se le fa tutte, le castiga perché ha avuto una delusione da un’altra donna”? ma ce la fate a fare gli uomini adulti? che sanno accettare le delusioni e le sconfitte della vita (che non capitano solo a voi, ma a tutti noi che siamo su questa terra) e sanno rialzarsi e andare avanti CON DIGNITA’? state qui a rimpiangere le donne vere di una volta.. ma sinceramente anche gli uomini di una volta erano molto meglio di voi, non erano mezze calzette come voi che vi vantate pure che “ve le volete trombare tutte e le donne si meritano solo quello”. ma davvero siamo all’asilo. bambini viziati. ma basta, crescete,imparate ad affrontare le delusioni. finiamola con l’asilo. nessuna donna vi amerà mai finchè rimarrete nello stato di larva lamentosa.

  10. 10
    cecco -

    Camy dalla tua risposta deduco di trovarmi davanti a una femminista incallita. Io non mi lamento ne mi piango addosso anche se a volte posso dare questa impressione. Con questo mio ultimo scritto ho fatto solo delle semplici constatazioni da acuto osservatore delle dinamiche comportamentali del genere umano. Francamente non accetto di essere definito “mezza calzetta”, “viziato” o “larva lamentosa” da nessuno e men che meno da te. Potresti legittimamente formulare simili giudizi solo nel caso in cui mi conoscessi ma poiché non mi conosci ti chiedo di avere la decenza di tacere perché non sai nulla ne del sottoscritto ne del suo vissuto. Probabilmente mi hai frainteso perché non sei riuscita a cogliere che che la mia risposta a Mr. X, al di là delle apparenze , aveva un tono sarcastico, prova della mia assoluta buona fede.

Pagine: 1 2 3 16

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili