Salta i links e vai al contenuto

Vorrei solo scoprire la verità, sbaglio?

Buongiorno a tutti, vi racconto in breve la situazione che sto vivendo.

Ho perso una persona che amavo, è stata molto importante per me, purtroppo ha deciso di farla finita e ahimè ci è riuscita. A causa di forza maggiore da un paio di anni dalla rottura del nostro fidanzamento, non ci frequentavamo più molto, ma ci sentivamo spesso e volentieri, Si era fidanzata con un altro e sembrava andare tutto a meraviglia, nonostante lei avesse dei tempi vissuti non tanto piacevoli in cui si era isolata un po dal mondo per proteggersi. Ci sentivamo meno perché ormai era felice del suo nuovo fidanzamento, mi aveva accantonato come una riserva. Quando un giorno qualcuno le disse che lui la tradiva, le è crollato il mondo addosso ovviamente, una batosta che nonostante le conferme delle conoscenze in comune tra loro, lui negava tutto, inoltre qualcuno aveva violato la sua privacy entrando illegalmente nel suo pc. Si sono lasciati dopo vari litigi e sospetti che anche lui fossi coinvolto in tutto questo, ma lei diceva di amarlo e di non riuscire a lasciarlo comunque. Ma è finita, in tutti i sensi. Probabilmente è ricaduta drasticamente nell’abisso della solitudine, ormai chiedere aiuto non le interessava più, credo, altrimenti mi avrebbe supplicato. Ora vorrei tanto capire cosa l’ha spinta a togliersi la vita, non era il tipo da fare un gesto simile. Non sto cercando un colpevole assoluto, non lo scoprirò mai anche esistesse. Ma sbaglio a voler scoprire la verità?

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Amore
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

7 commenti a

Vorrei solo scoprire la verità, sbaglio?

  1. 1
    ambrogio -

    Si,sbagli.Se ti ha mollato per un altro, sono problemi suoi.
    Ad occuparti troppo degli affari personali degli altri,soprattutto se ci sono di mezzo questioni di legge gravi,rischi di finire in un ginepraio.Se la sentivi e le stavi vicino e ha rifiutato il tuo supporto morale, di più non potevi fare.
    Poi se c’è di mezzo un suicidio, c’è chi se ne occupa di mestiere ad indagare sulle motivazioni.
    Potresti magari provare a chiedere alla famiglia, se ti conoscono; ma è meglio evitare,sono questioni molto delicate e per molte famiglie un suicidio è visto come un’onta e non vedono di buon grado che se ne parli perché lo vedono come un fallimento educativo o qualcosa del genere.

  2. 2
    Yog -

    A farsi gli affari propri si campa cent’anni. La Procura avrà probabilmente aperto un’inchiesta, se e quando sarà il caso le domande te le faranno gli inquirenti.

  3. 3
    Polytropos -

    Sbagli perché non ti servirebbe a niente se non a macerarti in qualche assurdo rimorso/rimpianto. Non era più cosa tua da un bel po’: portale un fiore al cimitero, ricordala ma vivi la tua vita.

  4. 4
    Golem -

    Non aveva più voglia di vivere evidentemente. Il vero perché non lo saprà mai nessuno. Sempre evidentemente.

  5. 5
    rossana -

    Pasquale,
    dal mio punto di vista è ammirevole che ti ponga delle domande sul motivo che ha indotto a togliersi la vita una donna a cui eri rimasto legato da affetto. temo, però, che nessuno potrà mai soddisfare il tuo desiderio.

    ci si lascia andare quando si ritiene impossibile raggiungere quanto per noi è indispensabile a un minimo equilibrio di vitalità, sia che questa possa derivare dalla fiducia/amore in noi stessi o che si debba acquisire dalla fiducia/amore che altri ripongono in noi. si suicida chi si sente del tutto solo, oppure del tutto incompreso, ma anche chi può risentire di un momentaneo annebbiamento mentale, dovuto a cause fisiologiche.

    importante è anche, per certi versi, l’età della persona in questione, che può maggiormente avvalorare questa o quella ipotesi. avere una persona a cui fare riferimento in caso di grande scoramento può fare la differenza. poco prima di prendere la decisione in modo definitivo, sono in parecchi a cercare un appiglio in senso opposto, ovunque immaginino di poterlo trovare. se avesse voluto, questa ragazza ti avrebbe di certo cercato, sapendoti disponibile e capace di capirla.

    lasciala andare, non insistere a volerla trattenere se non nel ricordo di quanto di bello hai condiviso con lei.

  6. 6
    Pasquale83 -

    Grazie Rossana, l’unica che mi ha capito

  7. 7
    rossana -

    Pasquale,
    sono contenta di esserti stata d’aiuto nell’immedesimarti dal più al meno in chi sceglie di andarsene e di non lottare più, spesso innanzitutto contro se stesso.

    come ho scritto ieri su un altro thread, forse sollecitata proprio dalla tua lettera, per me la fragilità emotiva, la cattiva sorte o l’incapacità di reggere la sofferenza come la maggior parte degli altri esseri umani, sono da comprendere, mai da giudicare. quanto in noi stessi è impossibile, non può essere né una colpa né una vergogna. ogni uomo ha i suoi limiti, che non ha scelto in piena libertà.

Scrivi un Commento

I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18, 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica etc) o promozionali. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema": per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
(1) modifica possibile prima della pubblicazione solo dallo stesso computer del commento (da qualsiasi postazione se hai fatto il LOGIN).
(2) i commenti fuori tema vengono cancellati alla sessione successiva; le risposte ai commenti fuori tema non vengono pubblicate, è possibile però rispondere in Chat.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.