Salta i links e vai al contenuto

Ho voglia di parlare ma sono solo e quindi scrivo

Questa sera ho voglia di parlare ma sono solo e quindi scrivo. Che dire trascorro i giorni tra un lavoro che ormai mi faccio andare per vivere; frequento sempre meno persone ho quasi 37 anni e gli amici o convivono o hanno famiglia. Io invece non per scelta mia sono solo; ho avuto dei momenti in cui avrei voluto costruire ma sono stato rifiutato. Mi rimane lo sport e domenica corro una mezza maratona è il mio sfogo il mio sentirmi libero; e Dio solo sa quanto vorrei che all’arrivo mi vedesse mio padre; ma di certo mi vedrà da lassù. Ho sempre fatto una vita di stenti economici, faccio l’operaio e a volte vorrei svegliarmi altrove, vivo con mia madre perché altrimenti economicamente non ce la farei, probabilmente penserete che sono uno sfigato ma io a pagare due affitti non riesco. Prima o dopo sono certo che girerà magari trovo la tipa giusta magari svolto, trovo un lavoro diverso, intanto domenica con la rabbia nel cuore sfidero’ me stesso di nuovo; per sentirmi vivo per darmi ancora un obbiettivo!

L'autore ha scritto 21 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

11 commenti a

Ho voglia di parlare ma sono solo e quindi scrivo

Pagine: 1 2

  1. 1
    Rossella -

    Ti consiglio di non perdere mai la fiducia perche’ l’amore ci porta a guardare gli altri, e ad essere guardati a nostra volta, con occhi diversi; in una parola fa emergere una vocazione che non coincide con la liberazione della nostra volonta’. Accade. Ti auguro buona notte!

  2. 2
    Angwhy -

    beh ragazzo questa è la vita almeno al giorno d’oggi gia sei fortunato ad avere un lavoro, però goditela anche un po di piu! lascia perdere gli amici e quella giusta,una trombamica ti risolve tutti i problemi

  3. 3
    Sofia -

    Sono gli stupidi e gli immaturi a pensare che sei uno sfigato…..non le persone mature e intelligenti…
    Non sentirti mai uno sfigato! Sei un uomo normale che lotta come tutti per sopravvivere in questa merda di vita e in questa fogna di Italia….e lo stai facendo con tutto te stesso…e quindi sii sempre fiero di te..

  4. 4
    Pace per tutti -

    Se vi fa schifo l’Italia perché non andate in Australia. Preferirei la Nuova Zelanda, ma lì c’è più posto.

    Da noi come nel resto del mondo, ci sono persone felici ed infelici. Anche a mezza via.

    Non c’è nessuno sfigato, qualcuno è sfiduciato e c’è anche chi sta bene con se stesso senza vomitare fiele su tutto.

    Ian, da quel che scrivi hai una grande passione, la corsa, Chi corre spesso lega e condivide emozioni con i suoi simili. Da un calcio alla tristezza e alla depressione e frequrnta le perone di quell’ambiente.

  5. 5
    rossana -

    Sofia,
    quoto al 101% il post 3. personalmente, non ho alcuna stima per chi usa di proposito, nel pieno della sua accezione negativa, l’aggettivo sfigato.

    Ian,
    da una ventina d’anni ho deciso PER SCELTA di non intrattenere che pochissimi rapporti parentali e amichevoli, sia per aver vissuto troppo intensamente in precedenza che a causa di una situazione famigliare per certi versi vincolante.

    tuttavia, amando molto scrivere e comunicare, quando mi va di affacciarmi temporaneamente sul mondo all’esterno della cameretta in cui ho scelto di ritirarmi, vengo su LaD e scambio qualche commento, se ne ho l’opportunità.

    il forum dovrebbe servire anche a offrire una possibilità di semplice interazione con il prossimo, se la si desidera.

    per me, basta e avanza così. tu, invece, ti dovresti sforzare di trovare almeno un amico virtuale, che non verrà a cercarti. devi essere tu a sbatterti per individuarlo e avvicinarlo a te.

    a me è successo qui, in modo del tutto impensato e imprevisto, e non hai idea di quanto mi abbia fatto piacere trasporre nel reale un’amicizia davvero speciale…

  6. 6
    Golem -

    È difficile che un vero sfigato si ponga il dubbio di esserlo.
    Gl sfigati, come gli stupidi, ignorano il loro stato. È una condizione sufficiente e necessaria, dalla quale tu sei escluso proprio per via di quella dichiarazione. Vedi un po’.

  7. 7
    Piccola78 -

    Anch’io ho deciso di fare come Rossana: una amica virtuale. No uomini. Ragazzo, fallo anche tu! Invito tutte le donne dai 60 in su, o su per giù, a scrivermi:
    Non fingetevi donne se non lo siete perché vi sgamo subito! Contattatemi e facciamo amicizia! Saluti.

  8. 8
    Anonima -

    A me invece un’amicizia virtuale seria e intelligente piacerebbe. Se vuoi possiamo provare, non c’è nulla da perdere!

  9. 9
    Yog -

    Immagino che il problema sia che una trombamica non la trovi. E allora rilassati. Corriti ‘sta mezza maratona, cerca di arrivare nei primi cento. E leggiti “Il cimitero dei pianoforti”. Tu, che sei operaio, pensi che come lettura non valga un ca**o. E invece ti sbagli clamorosamente. Se invece vuoi spendere il triplo, trovate ‘na mignotta, alla fine il risultato è quello. Ti rilassi.

  10. 10
    IANCURTIS -

    Ringrazio chi ha risposto,vorrei precisare che il fatto che abbia scritto che frequento meno gente non significa che non ne frequenti e me ne stia sempre da solo,a volte si parla di solitudine seppur si è immersi nella folla ed è cosi che mi sento realmente.Per quanto concerne leggere si sono un’operaio ma non certo ignorante e le letture mi piacciono molto so bene che “il cimitero dei pianoforti”parla di un maratoneta portoghese me lo segno grazie. Poi trombamica OK ma vorrei anche condividere e non solo il letto.Vorrei anche precisare che io non mi sento sfigato sono altre persone che mi giudicano tale perché ho una condizione socio economica inferiore alla loro.Se non l’avessi scommettiamo che qualcuna di quelle che mi ha rifiutato magari l’avrei conquistata?conta solo l’immagine è un mondo egoista basato sullo status sociale zero valori.Un periodo storico privo di ideali;tanto per cui battersi,eppure per molti di noi abbiamo tutto in pochi cm di uno smartphone,abbiamo l’accesso al nostro mondo,è la droga che ci danno per farci restare buoni e con il cervello spento.Sono un’idealista ribelle in un’epoca di debosciati;dove i contatti umani sono futili;dove la musica ha detto tutto 30 anni fa e ascoltiamo ancora i gruppi degli anni 60,ditemi un solo gruppo degli anni 2000 da ricordare nel tempo.. Passo 11 mesi l’anno al lavoro,per poi scappare via qualche settimana per comprare la libertà, quella libertà che ci è negata ogni giorno da un sistema che miete vittime eppure siamo in democrazia siamo liberi di andare e me ne sono anche andato a caccia di fortuna all’estero come ha scritto un’amico nei commenti,ma non è facile inserirsi se non sai la lingua e i visti scadono,e non crediate che sia rosa e fiori. Buonanotte a tutti voi auguro a chiunque di trovare il proprio spazio in questo mondo,onestamente faccio fatica ma qualcuno lo troverà il suo ruolo ne sono certo.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.