Salta i links e vai al contenuto

Uomini, Donne… e scheletri

di

Naturalmente mi riferisco ai famosi scheletri nell’armadio.
Forse devo aver preso spunto da una discussione che ce in questi giorni in questo sito così mi è venuto da chiedermi, quanti segreti inconfessati che possono esistere nelle relazioni.
È giusto averli, non è giusto averli?… queste le prime domande
poi riflettevo sulla diversa configurazione tra maschio e femmina sempre in questo ambito e mi sono detto che anche li ci sarebbe un diverso approccio al “problema”
in generale la mia impressione è che le donne tendono molto di più a tenersi per loro certe cose ed alcune di queste non le confesseranno mai nemmeno alla persona che dicono di amare, magari con l’intenzione di non ferire o di sentirsi giudicate… addirittura succede, e temo che non siano affatto pochi i casi, in cui molte di loro arrivano persino a nasconderlo a se stesse arrivando ad autoconvincersi del contrario.
Invece credo che l’uomo in questo sia più semplice e lineare e sarebbe pronto a dire tutto alla persona che sente di amare perché è nella sua natura il desiderio di portare la donna nei suoi abissi più profondi quando ama.

L'autore ha scritto 10 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Riflessioni
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

33 commenti a

Uomini, Donne… e scheletri

Pagine: 1 2 3 4

  1. 1
    Rossella -

    Penso semplicemente che gli uomini di oggi abbiano meno scheletri nell’armadio delle donne. Avendo avuto madri molto rigide, molto algide ed assenti, tendono a credere nel grande amore e sono fedeli alla donna che ha gli scheletri nell’armadio. La vedono arrivata e forte come la madre e non si pongono tanti problemi. Comunque la penso come te al 101%… se una cosa la fanno tutti ci si autoconvince che va bene! Figurati che io sono andata una volta in vacanza e ancora me ne pento… non ho fatto niente di male ma l’atmosfera non era delle migliori. La verità è che non puoi servire due padroni!

  2. 2
    Angeloutsky -

    Salve Tao,
    Ho una vaga sensazione di dove lei abbia preso la spunto….
    Quindi visto che la mia opinione in merito la si conosce… passerò a leggere le varie verità e le varie bugie delle opinioni altrui.
    Saluti

  3. 3
    michelle -

    E` un discorso complesso e dipende a cosa in particolare ti riferisci. Se parli delle parti di sé stessi piu` brutte e buie che si tendono a nasconedere, cio` e` normale nella prima fase di innamoramento e avviene da entrambe le parti. Piano piano queste cose vengono fuori ed e` lí che la coppia o si stabilizza ed entrambi si accettano per cio` che sono, comprese le parti piu` brutte, o si attraversano conflitti che non si riescono a risolvere, fino a portare alla rottura.
    Ti do ragione sul fatto che gli uomini siano piu` semplici e lineari, e che quindi non nascondano particolari lati di sé (a parte i traditori e i narcisi ovviamente), e le donne essendo piu` complesse hanno sicuramente piu` parti di sé da elaborare e con cui imparare a convivere, il che non e` facile. Poi dipende dalla storia di ognuno, e` difficile fare un discorso generale. Pero` si, credo che le donne, spesso per bassa autostima e senso di inadeguatezza, tendano a non mostrare alcuni lati di sé che, come dici tu, arrivano anche a nascondere a sé stesse.
    Io parlo per esperienza personale, quindi per altre puo` essere totalmente diverso, ma a volte sento che e` dura integrare tutti i lati di me stessa, e certe cose di me in passato nemmeno le volevo vedere (fragilita`, insicurezze..) semplicemente perché volevo sentirmi forte e non volevo mostrarmi vulnerabile. Non c’era nessuna malizia nel tenerle da parte, solo paura.

  4. 4
    Tao -

    Angeloutsky

    Salve Tao,
    Ho una vaga sensazione di dove lei abbia preso la spunto….
    Quindi visto che la mia opinione in merito la si conosce… passerò a leggere le varie verità e le varie bugie delle opinioni altrui.
    Saluti

    passo volentieri per ingenuo ma io francamente non credo di sapere quale sia la tua opinione in merito a questa discussione.
    anche perché se fossi io o qualcun’altro a parlare al posto tuo potrebbero verificarsi dei pregiudizi in merito,che poi sarebbe pure uno dei motivi per cui avrei aperto il tema e ripreso,diciamo così,l’argomento da un punto di vista più generale inserendo il diverso approccio che potrebbe esserci fra uomo e donna

    grazie, ricambio il saluto

  5. 5
    maria grazia -

    “Invece credo che l’uomo in questo sia più semplice e lineare e sarebbe pronto a dire tutto alla persona che sente di amare perché è nella sua natura il desiderio di portare la donna nei suoi abissi più profondi quando ama.”

    La questione in realtà è un pò più complessa: l’ uomo è meno soggetto al giudizio altrui rispetto alla donna. perlomeno nella nostra cultura mediterranea. e così la donna, in questo senso, ha sviluppato un’ innata tendenza all’ omissione. Ma non bisogna confondere questo comportamento con la pura e semplice cattiveria o la volontà di manipolare l’ altro. per la donna che omette è questione di “istinto di sopravvivenza”, e l’ uomo ( abituato da sempre a poter fare ciò che vuole senza essere “marchiato” ) questa cosa non potrà mai comprenderla.

  6. 6
    Golem -

    Pure la mia si conosce. Ma aggiungo che l’emergere di un desiderio indica SEMPRE la presenza di un bisogno non completamente soddisfatto.

  7. 7
    maria grazia -

    “Non c’era nessuna malizia nel tenerle da parte, solo paura.”

    già!..

  8. 8
    Tao -

    Grazie per le vostre interessanti risposte!
    innanzitutto mi chiederei;
    e’ giusto o no avere segreti,di qualsiasi natura essi siano,col proprio compagno/a?
    e il segreto di per se può essere innocente?

    michelle
    E` un discorso complesso e dipende a cosa in particolare ti riferisci. Se parli delle parti di sé stessi piu` brutte e buie che si tendono a nasconedere, cio` e` normale nella prima fase di innamoramento e avviene da entrambe le parti. Piano piano queste cose vengono fuori ed e` lí che la coppia o si stabilizza ed entrambi si accettano per cio` che sono, comprese le parti piu` brutte, o si attraversano conflitti che non si riescono a risolvere, fino a portare alla rottura.

    ok tutto questo penso sia normalissimo che avvenga..ma la cosa secondo me non proprio chiara e’ infatti quando nonostante ci si conosca (o ci si dovrebbe conoscere) dopo tanto tempo,uno dei due riservano per loro stessi qualcosa che non vogliono o che non sono in grado di far conoscere al partner.

    mariagrazia
    La questione in realtà è un pò più complessa: l’ uomo è meno soggetto al giudizio altrui rispetto alla donna. perlomeno nella nostra cultura mediterranea. e così la donna, in questo senso, ha sviluppato un’ innata tendenza all’ omissione. Ma non bisogna confondere questo comportamento con la pura e semplice cattiveria o la volontà di manipolare l’ altro. per la donna che omette è questione di “istinto di sopravvivenza”, e l’ uomo ( abituato da sempre a poter fare ciò che vuole senza essere “marchiato” ) questa cosa non potrà mai comprenderla.

    si,la cultura ecc,ha pure prodotto tutto questo ma arrivati a un certo punto non credo che poi trovi la sua giustificazione,in primo luogo perché ci si dovrebbe conoscere più a fondo e questo dovrebbe eliminare tutti i condizionamenti precedenti,se invece persiste non posso non vederci dietro un alibi di comodo con la conseguente volontà di manipolazione

  9. 9
    Tao -

    golem
    io penso che quando (come probabilmente e’ stato il tuo caso) si intuisce nella propria compagna qualche “omissione” stia appunto nella capacita del partner aiutarla a tirarla fuori,anche perché vi sarebbe in gioco lo stesso rapporto,basato appunto sulla fiducia (se vogliamo parlare di relazioni “serie”)…resta il fatto secondo me che questo,per chissa quali ragioni sembra essere più incombenza maschile che non il contrario..almeno questa e’ la mia netta impressione e forse proprio perché come dicevo all’inizio ma anche come hanno ribadito michelle e mariagrazia da altri punti di vista,l’uomo e’ più “semplice” e la donna più “complicata”…

  10. 10
    ets -

    Io penso che la donna sia solo più furba in questo genere di cose, e gli uomini più fessacchiotti.
    Poi è vero anche che l’autostima e l’inadeguatezza sono spesso dei problemi che attanagliano le donne, però se ci fate caso, quuesto dipende anche dalla visione della donna che abbiamo noi: una donna da coccolare e da trattare come una bambolina e quindi una donna viziata che di conseguenza è abituata a primeggiare.
    Quando vede che se stessa, le sue aspirazioni, il suo lavoro, i suoi studi etc sono (passatemi il termine) inferiori a quello dell’uomo va a ricercare la vendetta con la rottura del rapporto, l’inizio di un nuovo rapporto a sfregio o il tradimento.

    In una parola: pazzia pura.

    L’unica donna da sposare è quella che non cerca il matrimonio come exit strategy della sua inutile vita, ma è la donna forte ed autonoma, sicura di se e senza manie di inferiorità. Chissà se esiste.

Pagine: 1 2 3 4

Scrivi un Commento

I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18, 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica etc) o promozionali. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema": per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
(1) modifica possibile prima della pubblicazione solo dallo stesso computer del commento (da qualsiasi postazione se hai fatto il LOGIN).
(2) i commenti fuori tema vengono cancellati alla sessione successiva; le risposte ai commenti fuori tema non vengono pubblicate, è possibile però rispondere in Chat.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.