Salta i links e vai al contenuto

Una vita sacrificata

Ciao a tutti. Francamente, non so dove andare a parare con questo post, è più uno sfogo che altro. Ho 18 anni, e francamente non mi lamento per il fatto di essere un asociale/disadattato, mi va bene così. Più che altro mi lamento dei sacrifici che faccio e che dovrò fare, che non mi stanno portando da nessuna parte e che non mi porteranno da nessuna parte. Vado a scuola, in ogni caso alla mia età devo fare questo. Mi alzo presto ecc sono un pendolare, e vabbè anche qui. Ma tutto questo non serve a nulla, il diploma non mi porterà da nessuna parte, tranne che all’università. Naturalmente io punto a diventare un universitario fuori sede, ma allo stesso tempo non voglio rinunciare alla palestra (che la faccio a fare ora, se poi tra un po’ dovrò smettere? ) , dovrò lavorare per pagarmi le tasse universitarie, il vitto ecc. Il problema di fondo è che dove voglio andare, i prezzi sono altissimi. Gli affitti vanno da circa 750 euro in su, e poi dovrò prendere bus urbani per andare a lavoro, in palestra e all’università. Mi chiedo: i giochi valgono la candela? Vivo in un paesino di circa 1000 abitanti, mi alleno in uno scantinato con attrezzi da “battaglia” (rischiando di farmi male dato che sono pericolanti) , sono perennemente stanco per gli orari (soffro anche di leggera insonnia) , non sono raccomandato a scuola e me lo prendo sempre nel **** nonostante mi impegni, e dai voti si vede, ma nelle materie in cui non me la cavo bene, non chiudono mai un occhio, mentre per gli altri si. La mia vita è vuota. In più non sono neanche un bel ragazzo. L’unica cosa che mi piace è il mio modo di ragionare e le cose che mi piacciono (tra cui lo sport, a cui non voglio rinunciare perché mi fa stare bene e perché un giorno, forse, sarò fisicamente soddisfatto di me stesso, e quindi mi serve per stare “mentalmente bene”). Magari voi direte”frequenta l’università nella città in cui ora ti rechi per andare a scuola”, ma non voglio, perché voglio andare via di qui, diventare autonomo e sopratutto conoscere gente simile a me. Buona giornata a tutti!

L'autore ha scritto 19 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

5 commenti a

Una vita sacrificata

  1. 1
    Rossella -

    Scambiarsi il saluto con qualcuno vuol dire tanto… stringere amicizia e’ una scelta che evidentemente non ti sei sentito di fare. In quanto al resto ci penserai a tempo debito.

  2. 2
    Vale911 -

    Tempo al tempo,non vedere la tua vita come un tunnel buio,sei giovanissimo! Quando intraprenderai la vita universitaria,sicuramente stringerai amicizia con persone simili a te,con cui condividere la tua passione per lo sport. Non buttarti in uno stato di apatia! inizia a socializzare con il mondo esterno… ! :) in bocca al lupo!

  3. 3
    Enrico -

    Nella vita le cose per cui vale veramente la pena vivere sono le relazioni sociali. Qualunque cosa negativa ti accada è più facile superarla se hai la fortuna di avere intorno a te persone che ti vogliono bene e che si preoccupano per te.
    Bada però che queste persone bisogna sapersele conquistare, non aspettarsi che vengano da sole. La buona notizie è che non ne servono molte. Poche ma buone.
    Se sei asociale significa che per te la vita ha riservato, come progetto più importante, quello di superare questo tuo limite e assicurarti che la tua asocialità non si manifesti nella tua vita reale.
    L’ accettare di essere asociale deve essere solo visto come un tratto della tua personalità (che puoi cambiare se vuoi) ma non ciò che esso comporta. Se ti isoli volontariamente non fai altro che alimentare la tua profezia di asocialità. Queste profezie che si autoavverano sono dei veri pericoli che si insidiano in noi.
    Vai quindi all’ università perchè è un ambiente dove spesso, se sai cercare, potresti anche incontrare la donna della tua vita e gli amici migliori.

  4. 4
    Gaudente -

    lascia perdere tutto , senza soldi non puoi permetterti di andare all’universita’ , che comunque per chi non ha agganci non serve a un cazzo.
    cercati un qualche lavoro che ti permetta di fare qualche spicciolo nel tuo paesino , lascia perdere la palestra che non serve a niente, spenditi quel poco che guadagni in zoccole sulla circonvallazione.

  5. 5
    Yog -

    Il post n.4 ti indica, invero con estrema delicatezza, la retta via per organizzare al meglio la tua vita. Continua però con lo sport.

Scrivi un Commento

I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18, 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica etc) o promozionali. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema": per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
(1) modifica possibile prima della pubblicazione solo dallo stesso computer del commento (da qualsiasi postazione se hai fatto il LOGIN).
(2) i commenti fuori tema vengono cancellati alla sessione successiva; le risposte ai commenti fuori tema non vengono pubblicate, è possibile però rispondere in Chat.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.