Un tradimento non si perdona mai

di josh

Ciao a tutti volevo raccontarvi la mia storia .
Sono sposato da otto anni e lavoro come piazzista per una multinazionale, lavoro impegnativo, ma noioso.
Mia moglie è medico pediatra, io ho 36 lei 34 anni.
È molto carina, è la classica donna che, come si dice fa sangue, attizza.
Senza falsa modestia nemmeno io sono da buttare, mi accorgo di avere un certo successo con le donne, ma sono fedele e sopratutto innamorato di mia moglie.
Si sa che negli ospedali nascono amori e storie clandestine (è un puttanaio e mia moglie ne fa parte), ma speravo che la mia A. facesse solo il suo lavoro e che non mi avrebbe mai tradito.
Io per lei ci sono sempre stato, l’ho sostenuta nei momenti difficili degli studi, l’ho aiutata economicamente anche quando eravamo fidanzati e io gia guadagnavo discretamente bene, aveva una situazione familiare disastrosa, con continui litigi con la madre e lei ne soffriva molto.
Come gia ho detto io ero sempre presente e ho sofferto moltissimo per la sua situazione.
Sembravamo indivisibili, abbiamo superato mille difficoltà.
Tre anni fà mi accorgo che in lei qualcosa era cambiato.
Diventava sempre più bella (fin qui tutto bene), e la cosa a me piaceva molto, ma qualcosa non tornava.
La prima cosa che ho notato è stato l’abbigliamento intimo estremamente erotico, la seconda cosa il cellulare sempre spento, anche quando era a casa, e poi quando facevamo l’amore non mi guardava mai.
Le ho chiesto mille spiegazioni, ma lei niente continuava a negare anche quando ho scoperto le ricevute di un motel.
Che squallore negava anche l’evidenza, ricevute del motel, ricariche del cellulare fatte tramite bancomat su un numero che non era il suo.
Poi un giorno mi dice che era preoccupata perchè riceveva continui messaggi di minacce sul suo cellulare, e non capiva il perchè.
La str…a mi ha chiesto aiuto perchè aveva paura, erano minacce di morte.
Allora mi sono deciso e ho chiamato al numero di cellulare che lei spesso ricaricava e mi ha risposto un tizio a cui io ho detto “ciao sono il marito di quella che ti ricarica il cellulare tu chi sei?
Lo str…o ha messo giù ………………codardo.
Ma non mi sono demoralizzato e ho indagato per bene, ho fatto tutto da solo, dovevo sapere chi si scopava mia moglie.
Avevo solo un numero di un cellulare, ma ero sicuro che fosse un suo collega e allora ho messo un registratore in camera da letto e uno in soggiorno, mossa vincente .
Il tizio si chiamava, almeno lei lo chiamava beppe e da quello che si dicevano il loro rapporto era molto confidenziale, andava oltre il rapporto da amanti, sembravano marito e moglie, ho sentito mia moglie giustificarsi con lui perchè una sera avevamo fatto l’amore e a lui dava fastidio.
Lo str…o è sposato e all’epoca dei fatti aveva due figli piccoli, proprio come noi, è un infermiere del reparto e sinceramente è proprio brutto, basso, capelli arruffati un naso che nemmeno un chirurgo plastico potrebbe rimediare .
E pure questo str…o si faceva mia moglie da quasi un anno.
A. mi ha raccontato tutto o quasi, credo che molte cose le ha omesse per vergogna, si incontravano in albergo e pagava sempre lei, secondo me scopavano anche in macchina e in ospedale altrimenti non so a cosa le servissero le autoreggenti per andare a fare il turno di notte.
Per farla breve l’ho perdonata per i figli, ma il mio perdono e solo una cosa formale, familiare, non so come definirla, dentro di me il perdono non è mai arrivato perchè la ferita non si rimarginerà mai.
Non passa giorno che io non pensi a lei che sta a letto con un altro, e questa cosa a me non provoca eccitamento come succede a molti che si eccitano se la moglie tromba con altri , a me questa cosa mi fa soffrire ancora maledettamente, ma faccio finta di niente .
Forse dovevo lasciarla, se non c fossero stati i figli lo avrei fatto.
Ora vivo con la consapevolezza che le possa rifarlo, ma c’è una cosa ….. tutte le occasioni che non ho sfruttato in passato le sto sfruttando adesso, la sto ripagando con la stessa moneta, continuo ad amarla moltissimo, ma almeno non impazzisco……

L'autore ha scritto n.1 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione

Continua a leggere: Amore

Scrivi una Lettera    Ultime Lettere    Ultimi Commenti    Lettere Senza Risposta

104 commenti a

Un tradimento non si perdona mai

Pagine: 1 9 10 11

  1. 101
    andrea68 -

    beh, mi associo alla banda dei cornuti ;)
    ci rido sopra perchè ormai sono quasi tre anni che ho scoperto il tradimento di mia moglie.
    anch’io ho minacciato un sacco di volte di andarmene, ma poi non sono riuscito a farlo per paura di fare del male ai nostri due figli.
    mi sono anche innamorato di un’altra donna, ma purtroppo la sto perdendo perchè si è giustamente stufata di aspettarmi…
    vedo tutto nero davanti a me, l’unica cosa bella sono i ragazzi.
    in bocca al lupo a tutti noi

  2. 102
    Luca -

    Anche mia moglie nega ma è evidente che si scopava il batterista del suo fottutissimo gruppo musicale di Cuneo. Andava a tutti i concerti e tornava anche alle 5 di mattina dopo essersi fatta ripassare nei camerini. E io a casa con le bimbe. Se non ci fossero loro sarei già andato ma non so quanto potrò resistere solo per il loro bene. Non riesco a perdonarla, l’idea che si sia fatta scopare da un altro me la fa odiare. Non riesco a perdonare.

  3. 103
    Goliat -

    Vorrei fare una domanda a tutti coloro, maschi e femmine, che hanno tollerato i tradimenti “per amore dei figli”, vale a dire: quanto, in quella decisione, ha pesato la vigliaccheria, l’opportunismo e l’aspetto economico, e quanto lo spirito di sacrificio che viene dichiarato, ammesso che ques’ultima scelta si riveli realmente benefica per la prole.

    No, perchè io ritengo che, salvo casi eccezionali dove la “crisi” si risolve con un miglioramento del rapporto evidentemente muto sino a quel momento per mancanza di comunicazione nella coppia, normalmente la ferita sanguinerà sempre, e il compromesso che si è accettato, prima o poi presenterà il conto.
    Lo dico perchè a suo tempo (molti anni fa) ho fatto parte anch’io della numerosa schiera dei cornuti, ma mollai tutto, casa, figlia (allevata da me: lei diceva di essere “in carriera”) e quanto avevo messo nel progetto di vita in comune, ricominciando letteralmente da zero, a 36 anni.
    Oggi posso dire di aver fatto bene, a me, alla mia dignità e anche alla mia economia, oltre ad aver trovato una nuova compagna che dopo vent’anni non mi dà motivo di pensare di dover incappare nella situazione che ho già vissuto.
    Non so, insomma, quanto i figli non si accorgano di vivere in una famiglia dove la fiducia e la stima è assente, a meno che, ripeto, la crisi non sia servita per riguadagnare un rapporto perduto o addirittura mai nato.

  4. 104
    capotanuncino67 -

    Ciao Goliat,

    hai ragione … per chi come me ha deciso di restare per il bene di mio figlio un minimo di dignità si pensa di perderla. Io ho deciso davvero di restare per il suo bene e non vi alcun altro fattore. Lui purtroppo si è accorto che qualcosa non andava e ha avuto paura. Si è confidato con i nonni per paura di perdere la sua serenità in famiglia. Ho provato troppa tenerezza e ho accantonato il mio orgoglio di uomo lasciando cadere qualsiasi presupposto di vendetta. Quindi alla fine si può dire che in parte ho perdonato. Non so se mi tradisce ancora ma una cosa è certa se si viene morsi dal serpente una volta si sta attenti ad affrontarlo e quindi capisci che nulla è impossibile e nessuno è perfetto. Cade qualsiasi forma di fiducia, si pensa un po più a se stessi. Tutte quelle cose di cui prima mi privavo adesso non più. Vivo la mia vita incurante di quello che lei può provare verso di me.
    Gli anni passano per tutti ed anche lei vivrà le difficoltà che ho vissuto io ed è allora che forse torneranno i conti ma … senza vendetta.

    Grazie

Pagine: 1 9 10 11

Scrivi un Commento
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica etc) o promozionali. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie.
Rispetta l’autore della lettera e gli altri utenti: resta in tema, non chattare, usa un solo nome, fai un uso limitato di abbreviazioni SMS e Maiuscole.
Puoi inserire al massimo 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Il server pubblica in via automatica i commenti alle ore pari (2, 4, 6, 8 ...).
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

 caratteri disponibili

Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.