Salta i links e vai al contenuto

Trucchi delle banche per distruggere le piccole imprese

Salve, sono una scrittrice e mio marito è un piccolo imprenditore agricolo. Nel 2012 siamo entrati come correntisti all’Unipo Banca di VT con tutti i soldi della famiglia e dell’eredità di mio suocero: €320.000 che andavano divisi fra mia suocera e mio marito. In quel periodo stavamo ultimando i lavori della nostra azienda agrituristica biologica e in bioedilizia. La banca ci ha spiegato che NON dovevamo usare i nostri soldi, bensì investirli in azioni Unipol e chiedere loro un fido che a fine lavori avrebbero consolidato in un mutuo.  Bene, a 3 anni di distanza noi siamo in ginocchio, il mutuo non è stato concesso, nonostante le garanzie, così ci hanno preso i nostri 320.000 + altri 50.000 circa di interessi + altri 30.000 di prestiti per pagare gli interessi… Abbiamo debiti per circa 50.000 con tutti i parenti ed ormai anche loro hanno bisogno di quei soldi, chi per il dentista, chi per la fisioterapia ecc. Siamo distrutti e NESSUN avvocato ci aiuta perché NON abbiamo più un soldo e questo la banca lo sa! Ma non sanno che noi abbiamo scoperto i TRUCCHI che usano in banca per farti firmare carte e carte senza permetterti di leggerle, per farti chiedere e firmare contratti capestro che tu non vorresti firmare… ma sei costretto altrimenti ti protestano o ti portano via tutto… Io sto già scrivendo un libro su quest’avventura così altri NON faranno i nostri stessi sbagli!!! Ora siamo costretti a vendere la nostra azienda che abbiamo costruito con amore ed impegno: unica in Italia perché completamente autonoma da punto di vista energetico, non collegata Enel, tutta in bioedilizia, biologica certificata e con olivi Dop Canino. Costretti a vendere un SOGNO per saldare i debiti con banca e parenti. Abbiamo bisogno urgente di un bravo avvocato perché la banca ha gestito i NOSTRI soldi come fossero i loro e questo NON è corretto. Sicuramente vinceremo e siamo disposti a dare una percentuale congrua a chi deciderà di difenderci! Inoltre chiediamo di essere INVITATI in programmi TV, radiofonici e di essere ospitati su testate on line e cartacee per divulgare quello che abbiamo scoperto così che altri lo possano riconoscere e non ci caschino ingenuamente come noi. Grazie. Se posso lascio la mail dove contattarci:  info@anticaterracanino.it 

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Consumatori - Controversie
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

1 commento a

Trucchi delle banche per distruggere le piccole imprese

  1. 1
    Gaudente -

    ho visto che nel 2012 le azioni Unipol hanno subito un tracollo da 20 a 2 euro https://www.google.co.th/?gws_rd=cr,ssl&ei=PRgyVuSbK8i40gTGnbLoDA#q=unipol+chart e’ da li’ che sono iniziati i vostri guai ? mai seguire i consigli della banca in fatto di Borsa , specie quando consiglia le sue stesse azioni !

Scrivi un Commento

I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18, 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica etc) o promozionali. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema": per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
(1) modifica possibile prima della pubblicazione solo dallo stesso computer del commento (da qualsiasi postazione se hai fatto il LOGIN).
(2) i commenti fuori tema vengono cancellati alla sessione successiva; le risposte ai commenti fuori tema non vengono pubblicate, è possibile però rispondere in Chat.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.