Salta i links e vai al contenuto

Troppe coincidenze… esiste una spiegazione?

di

Salve a tutti,

dall’età di 16 anni ho incominciato a fare sogni “premonitori” che si verificavano quando meno me lo aspettavo giorni, se non mesi dopo. Scrivo in questo spazio perchè tutte le persone alle quali racconto i miei sogni (compresi i miei genitori) non credono a questo genere di cose.

Adesso ho 24 anni e continuo sempre a farli ma da quando ho conosciuto una persona accadono diverse coincidenze che non sono in grado di sapere come interpretare.

Per esempio: porto sempre un orologio al polso tutti i giorni, stamattina verso le 11.10 mi riaddormento dopo essermi svegliata due ore prima  e sogno questa persona al mare col figlio più la moglie che si baciano, fanno foto, etc. 

La cosa che non riesco a spiegarmi è che primo, l’ora era la stessa della realtà; secondo, la posizione della moglie nel sogno e la mia mentre dormivo sul letto erano identiche; terzo, il colore del suo costume era uguale a quello di una ragazza della mia età che indossava in una foto su Facebook.

Ne potrei elencare anche altre ma preferisco sentire il parere di qualcuno che magari è più sensibile verso questo tipo di sogni, visto che ho letto sul vostro sito (e non) diversi post al riguardo.

Buona serata.

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

5 commenti a

Troppe coincidenze… esiste una spiegazione?

  1. 1
    Cico -

    Hai semplicemente qualche dono…cerca senza fissarti o impazzire di sfruttarlo per qualcosa di buono.

  2. 2
    Regina Incoronata di Splendore -

    Sì, è chiaro segno che l’anima esiste al di fuori del corpo. Il dopo esiste. L’eternità esiste. Io lo vedo come leggo la tua lettera ora. Siine certa. Avrai qualche dono in più, usalo per amare il prossimo e sarai felice.

  3. 3
    Michelle -

    Quando dormiamo possiamo ancora essere consci di determinate cose, per esempio continuare ad avere la percezione del tempo (mai successo di svegliarti all’orario esatto della sveglia in un giorno in cui la sveglia non suonava?). Per cui non è affatto strano essere conscia dell’ora, della posizione in cui stai dormendo o di un colore di qualcosa visto da qualche parte. Mi dispiace ma non vedo nessuna coincidenza in quello che hai riportato.

  4. 4
    Aloneinthedark -

    Ciao kia ra, è incredibile ma ciò accade spesso anche a me. Anche io non ne parlo con nessuno, perché sarei derisi di sicuro e questo mi darebbe molto fastidio. Oltre a fare sogni che poi trovano riscontro nella realtà, mi trovo anche in situazioni abbastanza singolari. All’inizio pensavo fossero cose casuali, ma quando questi eventi si moltiplicano, diventa difficile trovare una spiegazione semplicistica o razionale. Non ho mai conosciuto persone che come me avevano questi fenomeni. Mi piacerebbe parlarne, quali altri fenomeni ti sono capirati?

  5. 5
    Rossella -

    Io non ho mai vissuto esperienze di questo tipo e comunque non penso che un uomo, al di fuori di un’esperienza più grande, che comunque non lo riguarda in prima persona, non possa avere questo genere di poteri. Rispetto tutte le posizioni, ma credo nell’amore universale che ci governa e dirige la storia verso un fine di pace. Il linguaggio dei sogni è abbastanza arcano. Non hai la certezza matematica di trovarti in questa o in quella situazione. La scena che hai descritto, tanto per dire, non rientra nei miei parametri. Quando sogno la famiglia non sogno mai un gruppo omogeneo. Non voglio scoraggiarti. Dico semplicemente che il punto di vista dei tuoi genitori non ti dovrebbe meravigliare se non vivi un’esperienza mistica. Hai delle locuzioni interiori? Senza le locuzioni interiori manca quel riferimento esterno per interpretare il sogno. Io non m’intendo di queste cose. Talvolta, come tutti, mi diletto a raccontarli (quando mi restano impressi), ma si tratta di spunti di riflessione. Le sacre scritture ci dicono che si tratta di una possibilità, ma questi episodi sono abbastanza rari e vengono accompagnati da segni e simboli che li rendono credibili per sé stessi. Il messaggero è uno strumento che manifesta anche la debolezza dell’essere umano e il fascino che il mondo ha su di ciascuno di noi. Questo mi sembra innegabile.

Lascia un commento

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.