Salta i links e vai al contenuto

Traumi d’amore, come li avete superati?

di

Scrivo di nuovo su questo forum per chiedere a voi tutti che avete subito delle forti delusioni di amore se si riesce a superarli e in quanto tempo.
Sia che si parli di un matrimonio finito, di un tradimento o di una vera e propria dipendenza affettiva, ogni storia che finisce lascia una ferita, mina la nostra autostima e ci butta a terra….
La mia storia, che ho già avuto modo di raccontare qualche mese fa, non è stata una vera e propria storia d’amore, ma ahimè una vera e propria dipendenza affettiva, una di quelle storie in cui sebbene non si viene rispettate, in cui non si hanno le certezze e le rassicurazioni
di cui si ha bisogno, si persiste e ci si staziona fino a logorarsi… una motivazione a tanto masochismo c’è purtroppo, ma lasciamo ai professionisti indagare sulle loro origini e un aiuto a risanarle.
Comunque al di là di ogni storia, quando finisce un amore, quando si vieni traditi o lasciati si subisce un vero e proprio TRAUMA…
Non so come vi sentite voi, ma io mi sento completamente vuota, spiazzata, intrappolata, priva di progettualità, come se non esistesse un futuro ma solo un presente monotono, spento, lento e triste…. mi sembra di essermi fermata nella mia crescita personale, a 33 anni mi sento come una bambina in un mondo di adulti che vanno avanti, che fanno un percorso ben preciso, una bambina che deve ricostruirsi intorno tutto un nuovo ambiente.
Quanto tempo ci vuole per ritrovare la serenità? Bisogna aspettare un nuovo amore, sperando sia quello giusto per tornare a stare bene?
È possibile dopo un trauma del genere ritrovare la propria serenità anche stando da soli, indipendentemente da chi si ha accanto??
Rispondete se vi va, mi piacerebbe sapere e conoscere le vostre situazioni e come avete superato il vostro dolore.

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

24 commenti a

Traumi d’amore, come li avete superati?

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    Lory -

    Ciao Feliz…eh sì, hai proprio ragione, quando finisce una storia, soprattutto se ha le sembianze di quella che hai raccontato tu, si tratta di un vero e proprio trauma.

    Io, come te, l’ho vissuto sulla mia pelle. L’avrai già sentito milioni di volte, eppure è la sacrosanta verità. C’è solo una cosa che può aiutarci in tutto questo che stiamo vivendo: tempo. Ricordo benissimo che ogni sera che andavo a letto, in quel periodo, ero felice perchè mi dicevo: “Un altro giorno è passato, un’altra piccola vittoria, una tacca in meno sul conto alla rovescia che mi porterà di nuovo a vivere”. Oggi è ormai passato quasi un anno dalla mia rottura, c’è un’altra persona vicino a me, e posso definirmi veramente “guarito”. La mia nuova ragazza, inutile negarlo, mi ha dato una grossa mano, ma non credo sarebbe stato possibile iniziare un’altra storia se non avessi avuto il cuore già sgombro. Quindi non metterti fretta, quando tornerai a provare interesse verso qualcuno, vorrà dire che sei pronta…

  2. 2
    Spectre -

    La domanda è: vuoi essere una PERSONA che sa stare in piedi da sola o no? Rispondi a questa domanda ed il resto vien da sé. Non parlo di isolamento, ma di solitudine.

    Quanto tempo? Io ci ho messo un anno per liberarmi delle scorie più grosse, quasi due per dire che ora non me ne frega nulla di quella storia.

    Per il resto, sono un sostenitore dei percorsi di conoscenza interiore senza cercare qualcuno subito, anche se occhieggiare in giro è naturale e l’ho fatto pure io, anche se, “fatalità”, è solo da quando sto veramente meglio che raccolgo veramente qualcosa da rapporti. Prima, è andata com’è andata… esperienze, bagaglio, ma nulla più (che mica è poco, anzi). Poi, visto che non hai 23, ma 33 anni e sei donna, direi che a trovare qualcuno non avrai nessuna difficoltà, per cui hai tutta la possibilità (necessità) di lavorare su te stesse e poi trovare un uomo che ti ami.

    Il TRAUMA passa solo se tu lo vuoi. Io ho fatto un percorso che pareva la disintossicazione di un drogato, in tutto e per tutto…

  3. 3
    eccomi -

    non esiste un modo..
    magari esistesse!
    bisogna solo far passare il tempo, giorno dopo giorno il dolore sarà sempre di meno, fino a che rimarrà un ricordo.
    Posso dirti che però la ferita sarà sempre dentro di te e ogni tanto ti verranno in mente certi momenti, ma saranno pensieri positi perchè non ti faranno più male come prima..
    ci sono già passato, mi sembrava fossi destinato alla tristezza eterna, ma giorno dopo giorno sono riuscito a riprendermi.
    Ora sono “felice” ma ogni tanto ci penso..
    Posso assicurarti che ributtarti subito in una nuova storia non serve a nulla.. finirai col prolungare la vecchia relazione e alla fine farai del male a quello che ti sta accanto, datti tempo..

  4. 4
    Camilla -

    Solamente con il tempo…
    Purtroppo ho avuto una grande delusione d’amore…ed è passato quasi un anno da quel giorno.
    Ma ancora, qualche volta, ci penso.
    Non dico che a pensarci mi faccia ancora male…ma sinceramente un pochino di dolore dentro di me è rimasto.

  5. 5
    meme -

    vivo le tue stesse ansie, ogni mattina al risveglio penso si può morire d’amore? ma poi la razionalità e la ragione mi dicono tutto passa il tempo lenisce ogni ferita.

  6. 6
    elisa -

    Sai, leggendo la tua lettera, mi sono rispecchiata molto.Il vivere una vera propria dipendenza affettiva in una non vera e propria relazione affettiva….Ho la tua stessa età, per me questa fase non è ancora finita, ma sono svuotata comunque, la mia vita è intrappolata in questa situazione non facendomi crescere eppure ci ho provato a staccarmi ma non riesco…Penso che già la fase in cui tutti finisce e si chiarisce è meglio perchè almeno sai che non ci potrà essere più niente e quindi col tempo ti farai una ragione, ti tranquilizzi.
    In bocca al lupo.

  7. 7
    Pulsar -

    Non c’è età… non c’è distinzione tra uomo o donna… la dipendenza affettiva ti scava una voragine dentro. Ti umili, ti annienti, ti dimentichi di te stessa/o… e giorno dopo giorno la tua vita non è più quella che vorresti… perdi il sorriso e la felicità. Razionalmente lo sappiamo… lo capiamo… ma non riusciamo ad uscirne. Ma… c’è sempre un ma… perchè alla fine qualcosa cambia… qualcosa nel cerchio della sofferenza si rompe… e piano piano giorno dopo giorno ci accorgiamo che la nostra Vita deve essere al di sopra di tutto perchè così deve essere… è un percorso lungo, faticoso, difficilissimo, è in tutto e per tutto una disintossicazione… ma se ne esce. Lo so… se ne esce. Credo fermamente che dopo ogni tempesta torni sempre il sole… ci vuole solo il tempo giusto… Io ho appena iniziato questo percorso… ma so che ci riuscirò… e così sarà anche per Te! Credimi. Un abbraccio.

  8. 8
    Ilaria -

    è difficile uscire da una storia ke ti ha lasciato un segno nel cuore .. purtroppo solo il tempo ci puo aiutare…ora io sono disperata mi sono lasciata e sto vivendo momenti bruttissimi ma credo ke riuscirò senz’altro a colmare qst vuoto scavato nel mio petto…

  9. 9
    terrona78 -

    Ciao Feliz,

    mi ricordo perfettamente della tua storia…
    Per riotrnare ad essere sereni non e’ possibile quantificare il “tempo” molto dipende da come siamo fatti e da come siamo in grado di capire cosa ci e’ accaduto.
    Ma si puo’ e sicuramente io sono di questo parere , ritrovare la propria serenita’ da soli e rimettere insieme i pezzi del ns mancato equilibrio senza l’aiuto di un surrogato d’amore!!
    Certo questo e’ il percorso piu’ faticoso e doloroso , perche’ sarebbe molto piu’ semplice appoggiarsi ad altri e lasciare loro il compito di colmare cio’ che ci e’ venuto a mancare senza che noi lo volevamo!
    Non tutti riescono a superare il dolore e ad avere il coraggio e la forza per credere che un giorno il sole lo vedremo dinuovo splendere come prima..ma io ti assicuro che ci vorra’ piu’ tempo, che alcuni giorni saranno tristi e interminabili e avrai la voglia di fare anche delle cazzate…ma poi quando arrivera’ quel giorno penserai ..ecco ce l’ho fatta da sola..ora sono in grado di amare di nuovo nel modo giusto perche’ mi sono amata anche nella soffernza.
    E poi ecco che arriva il nuovo amore e pensi… si puo’ di nuovo stare bene…
    Certo per ricominciare a vivere come prima e’ anche del nuovo amore che si ha bisogno ma con i tempi giusti ..e senza aspettative , nel frattempo costruisci la tua vita apprezzando le piccole cose e ponendoti degli obiettivi senza ansie ma a piccoli passi, piccoli traguardi…
    Tutto parte da te e da quanta voglia hai di stare bene!!
    Un abbraccio

  10. 10
    feliz76 -

    Grazie a tutti per i vostri consigli, sono una forma di sperenza per me…purtroppo oltre al vuoto che si avverte in certe situazioni io vivo anche con i rimpianti e i sensi di colpa, sì proprio non riesco ad accettare il fatto di essermi lasciata andare, di aver sprecato tempo ed energie per una relazione sbagliata in partenza, di aver vissuto una NON relazione…mi chiedo come ho fatto a sopportare, ad attendere a credere a parole senza senso e soprattutto ad investire energie e pensieri su una persona che non era disposto a darmi nulla di serio e di concreto, come ho potuto essere così ingenua e irresponsabile…questo è quello che mi uccide adesso. Mentre io attendevo una sorte di uomo idalizzato (perchè in fondo non ci condividevo una storia seria), lui manteneva la sua storia e la concretizzava, seppure con le bugie, i tradimenti ma la concretizzava.
    Poi si aggiunge il fatto che non sono più una ragazzina, che ho quell’età in cui solitamente si comincia a costruire una vita in due, si progettano figli etc etc…invece mi ritrovo a dover mettere in discussione i miei agiti, i mie comportamenti e trovare un mio equilibrio. Lo sò di non essere l’unica e forse c’è anche di peggio, ma mi sento irresponsabile verso me stessa, quasi non riuscissi a perdonarmi questa mancanza nei mie confronti….spero di riuscire col tempo a sanare questo mio vuoto e a trovare un equilibrio da sola, così come lo auguro a tutte quelle persone che come me sono state abbandonate o hanno vissute storie sbagliate. Spesso prendo come esempio una mia carissima amica, che per ben 5 anni ha fatto l’amante ad un uomo che le prometteva di lasciare la propria moglie ma poi non lo faceva mai…dopo qualche anno era arrivata al punto di perdere ogni tipo di speranza ma non riusciva a fare a meno di vederlo e sentirlo.Ormai rassegnata viveva la sua vita per quello che le dava quando un bel giorno per caso le presento un mio amico. Oggi stanno insieme e proggettano una famiglia, lei vive un sogno!

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.