Salta i links e vai al contenuto

Non riesco ad uscire da questo stato di malinconia e tristezza

di

Ciao a tutti, avevo gia scritto un pò di tempo fa per il fatto che la mia ragazza mi aveva lasciato dopo 5 anni e io ero a pezzi. Riassumendo brevemente vivevo con lei all’estero, ci siamo lasciati e poi siamo tornati in italia per le vacanze e a settembre torneremo all’estero in case separate. Questo è un casino per me perchè appena lasciati mi ero dovuto abituare alla nuova situazione, convivere con la propria ex e ci stavo malissimo, appena tornati in italia le cose sono cambiate ancora ci sentivamo, si sclerava, lei spariva per giorni poi si rifaceva sentire e ora non ci sentiamo da qualche settimana ma io ci sto ancora male, a settembre tornati all’estero sarà di nuovo tutto a capo, nuova situazione, e di nuovo io fesso che ci starò male. Mi sembra di fare un passo in avanti e centomila indietro, e alla fine sto sempre male, agitazione, attacchi d’asia ecc. Ho 24 e voi direte esci divertiti e dimenticala, ma quale è il problema? è che dopo 5 anni che eravamo insieme di cui 3 all’estero io ho perso di vista i miei vecchi amici e ora che sono qui “solo” ogni tanto li rivedo ma ormai abbiamo interesse diversi, modi di divertirci diversi e una sera ci può stare rivedersi ma dopo diventa pesante. In questo periodo mi sento abbandonato a me stesso, solo, senza nessuno con cui poter aprirmi ed essere me stesso, mi sento bene solo quando capita che mi sento per telefono con la mia ex con la quale posso aprirmi ed essere me stesso. Tutti gli hobby a cui mi dedicavo prima ormai non mi danno più nulla, è come se ho perso interesse. Sono 4 mesi che mi sono lasciato ma realmente sono 2 mesi che la vedo magari una volta ogni tanto o che la sento perchè all’inizio vivevamo insieme e la vedevo tutti i giorni. Il problema è che non riesco ad uscire da questo stato di malinconia, tristezza, non so come fare ho sempre mille pensieri, speranze, sensi di colpa che mi girano per la testa e che mi tormentano!! Non sono felice e non riesco a ritrovare la mia felicità! Sarò ancora troppo attaccato a lei, mi farò troppe seghe mentali (cosa starà facendo, sarà con un altro, lei si starà divertendo e io no ecc). E quello che mi spaventa è che a settembre dovrò ripartire e li la vedrò ogni giorno lei e io sono fottuto perchè dovro ripartire un’altra volta da capo per cercare di non stare male, ma vedendo ogni giorno la persona che ami come si fa?? 

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

4 commenti a

Non riesco ad uscire da questo stato di malinconia e tristezza

  1. 1
    Rossella -

    Non avete vissuto la fase della conoscenza, quel momento in cui si confrontano le abitudini. La vostra storia è finita perché lei si sentiva soffocata dal tuo carattere. In genere questa storia non inizia perché i due giocano d’anticipo, si frequentano per qualche tempo e vivono il corteggiamento come una sorta di convivenza. In quel lasso di tempo la donna realizza se l’interesse dell’uomo è più o meno discontinuo. Se la contatta solo quando ha voglia del contatto fisico si lasciano, non vanno a cena fuori e non organizzano neanche le vacanze insieme. Il fidanzato è quello che ti aspetta quando finisci il turno o quello che ti accompagna dal medico, al supermercato, all’ufficio postale, in banca. Al massimo t’invita a prendere un gelato ma non imposta il corteggiamento sulle uscite di piacere.

  2. 2
    Ncola -

    Come accade a tutte le persone che hanno vissuto tanto tempo insieme, anche tu senti la realizzaione esclusivamente all’interno di un rapporto di coppia, ma finito il tempo idilliaco della complicità, è necessario far subentrare il desiderio di “differenziarsi” dall’altro.
    Per alleviare queste sofferenze l’unica soluzione è investire gran parte delle energie nel lavoro e nella propria abitazione, impegnandosi in hobby e sport, cercando, in definitiva, delle risposte “al di fuori di sé” più che “dentro di sé”.

  3. 3
    Spirit -

    Si ma il problema è che non trovo risposte. Ci sto provando veramente con tutto me stesso e ci sono giorni dove posso dire di stare “bene” e altri che per una foto, un messaggio, una telefonata della mia ex tornò “depresso” con paure, speranze, agitazione, passo le mattine a svegliarmi già agitato perché appena apro gli occhi non so come sia possibile penso a lei. E senza avere un supporto, una persona con cui aprirmi e sfogarmi mi risulta difficile! Mi sento tormentato da mille pensieri che non se ne vogliono andare.

  4. 4
    Annamaria -

    Ciao, anch’io sto passando un brutto momento, so cosa vuol dire stare così male per qualcuno. Se vuoi parlare e sfogarti ti lascio la mia mail:

Scrivi un Commento

I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18, 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica etc) o promozionali. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema": per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
(1) modifica possibile prima della pubblicazione solo dallo stesso computer del commento (da qualsiasi postazione se hai fatto il LOGIN).
(2) i commenti fuori tema vengono cancellati alla sessione successiva; le risposte ai commenti fuori tema non vengono pubblicate, è possibile però rispondere in Chat.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.