Salta i links e vai al contenuto

Sono confuso, vorrei condividere con voi la mia storia..

di

Scusate se mi sono dilungato un po’ ma vorrei spiegare come sono andate le cose. Vi racconto la mia storia: sono siciliano, ho 24 anni, ho studiato e vissuto a bologna dove ho conosciuto una ragazza, all’inizio fidanzata di un mio amico ma poi ho saputo che l’aveva lasciato perché aveva un profondo interesse per me, io all’inizio rifiutavo le sue provocazioni perché vedevo come stava lui dopo essere stato lasciato e non volevo essere io a ferirlo; dopo un po’ però abbiamo iniziato a uscire io e lei. Erano serate piene di divertimento, viaggiavamo tanto e poi è arrivato anche il sesso, magnifico, e cominciava a nascere anche in me un sentimento anche se vedevo in lei sempre l’ex del mio amico. Ma comunque va avanti così per un po’ di mesi, poi lei si è dichiarata alcune volte e le prime l’ho respinta, poi ho accettato di iniziare una storia con lei, anche se sapevamo entrambi che sarebbe stata difficile perché io, avendo finito l’università, avrei cominciato a viaggiare e tornare da lei una settimana al mese ed ho lasciato la mia casa a BO.
Bene premessa finita, si passa alla fase che interessa a me. Dopo esserci messi insieme lei cominciò a parlarmi del suo passato da ragazza facile che per piacere ai ragazzi faceva tutto quello che le chiedevano, con numeri abbastanza elevati, inoltre mi confessò di aver tradito il suo ragazzo (l’amico mio) baciando un suo amico dopo esserci uscita alcune volte da soli, giustificando l’accaduto con queste parole: ‘’ io se non ricevo abbastanza affetto me lo vado a cercare da un’altra parte anche perché i baci il sesso e tutto il resto sono solo cose fisiche, ma se mi fai mancare l’affetto io lo cerco in altri’’. Ebbene signori, tutto ciò mi ha spaventato un po’, e quella che credevo potesse diventare la mia donna giusta, a un certo punto ai miei occhi appariva come una donna di cui non potevo fidarmi, in base al suo passato. Contemporaneamente le distanze si sono allungate tra di noi e riuscivamo a vederci molto poco, il risultato è stato che dopo un anno di conoscenza e di uscite, la nostra storia è durata solo 4 mesi. Mi ha lasciato per telefono, dicendomi che non le davo abbastanza, che ci sentivamo poco ( questo era dovuto al fatto che io ero a casa al mare e li i cellulari non funzionano bene quindi a volte ci sentivamo poco) , e che non era più sicura dei suoi sentimenti, inoltre diceva di avere interessi per una persona conosciuta da poco e altre motivazioni del cazzo; in tutto ciò è importante che io vi dica che fino a una settimana prima piangeva a dirotto quando ci separavamo e mi diceva di essere l’uomo che voleva nella sua vita, che nel suo futuro vedeva solo me ecc.
Per un paio di settimane ho cercato di chiarire con lei, di farle capire che era presto per gettare la spugna ecc, tutto inutile perché lei aveva già deciso di lasciarmi. Al mio ritorno a BO le chiedo di parlare, le chiedo i reali motivi della sua scelta, e lei mi spiega che ha sempre sedotto e abbandonato, perché quando abbandona le persone si rende conto di quanto queste tengano veramente a lei; altra motivazione è che non mi sopportava più, che non le davo abbastanza, che non le piacevo più neanche fisicamente e tante altre cose che mi facevano passare per un uomo di merda che di certo non sono…ma se me lo chiederete ve le dirò.
La sera stessa dopo averla salutata mi scrive un messaggio in cui mi dice che subito dopo avermi lasciato è uscita un paio di volte con quel tizio a cui diceva di essere interessata, e che alla seconda sera hanno scopato in macchina e che si era resa conto proprio li di non volermi più. Dopo quella sera ho deciso che non la volevo più vedere e così è stato. Adesso sono passati 4 mesi in cui non l’ho più vista né sentita, ma io penso ancora di aver perso una persona speciale, a volte penso davvero di averle dato meno di quello che mi dava lei, ma nonostante ciò non riesco a dimenticarla e a farmene una ragione. La mia vita va avanti normalmente, tra amici e nuove conoscenze, ma non riesco ancora ad essere felice senza di lei. I miei amici pensano che lei abbia dei seri problemi relazionali e psicologici, che farei solo un grosso errore a continuare a pensare a lei, che ho tutta la vita davanti, che piaccio e che devo mirare a un target più elevato visti i suoi atteggiamenti, le solite cose insomma. Ma a me non basta, forse è vero che avrei potuto fare di più, o forse è stata lei a farmene convincere.. non lo so. Vorrei avere un vostro parere, vorrei capire se è normale rimanere attaccati a un ricordo in questo modo, forse l’ho idealizzata, forse penso che non troverò di meglio, ma continuo a non capire come sia possibile che una ragazza possa passare dall’amare profondamente una persona, a trattarla come spazzatura per poi ferirla e fregarsene dei miei sentimenti, pur sapendo quanto tenevo a lei. Per uscire da questo tunnel devo trovare delle risposte che lei non può darmi, e a volte penso che una delle poche soluzioni sia andarmela a riprendere. Sono confuso, voi che ne pensate?

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Amore
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

14 commenti a

Sono confuso, vorrei condividere con voi la mia storia..

Pagine: 1 2

  1. 1
    Rossella -

    Io penso che una donna possa essere comprensiva quando presuppone che dall’altra parte ci sia un problema di salute. Ma se mi parli di lavoro o di problemi economici ti potrei dire che i miei genitori ci potrebbero sistemare. Sempre se il tuo obiettivo è la famiglia. Capisci cosa intendo? Se metti d’avanti l’orgoglio ti posso seguire fino a novantanove. Volendo ti potrei anche assecondare perché sono giovane, ma nel mio caso non sono talmente giovane da entrare in questo ordine d’idee. Se hai un lavoro e una carriera avviata ti posso anche capire (seguire) senza rimetterci nulla, ma se il tuo obiettivo è quello di andare a prendere Trento e Trieste, beh, non ti lamentare se le cose vanno come vanno. L’interesse, almeno nel mio caso, va a calare. Non mi sento realizzata in questa unione… è importante decidere avendo tutti gli elementi. Ti auguro di scegliere con il cuore. Un caro saluto ;)

  2. 2
    michelle -

    Il suo non era amore, e te l’ha anche spiegato. Da cio` che ti ha detto e` un comportamento che continua a ripetere: si lega ad una persona, da tanto, poi passa al prossimo quando si stufa.. E` una persona insicura che cerca conferme all’esterno, dalle attenzioni dei ragazzi, e appena queste vengono a mancare il senso di inadeguatezza la spinge a trovarsene un altro che la rifaccia sentire speciale.
    E` un atteggiamento malato e controproduttivo, e tu la stai prendendo sul personale quando personale non e`. Dei sentimenti per te li avra` sicuramente provati, ma amore proprio no…

  3. 3
    tottilotti -

    Le persone in generale a volte “buttano” ciò che hanno perché prese da altro o perché si stancano. Partendo dal presupposto che chi non ti vuole non ti merita lei come ci hai detto tu non era proprio l’emblema della brava ragazza e io credo che puoi accantonare il suo ricordo con le nuove conoscenze di cui parli o con quello che il futuro ti riserva. Per esperienza ti dico che un giorno ti sveglierai e capirai quanto ci hai guadagnato!

  4. 4
    Golem -

    Che fosse speciale non ho alcun dubbio. Ma per uno psichiatra però, di quelli che si occupano di sindromi schizofreniche (con interessamento del telencefalo suino)
    Tu pensi di aver perso la donna della tua vita, io credo fosse quella della tua…morte. Lascia perde va.
    (Oh, Rossella ti ha preso per Guglielmo Oberdan. Prendere Trento e Trieste. L’Irredentismo si fa largo anche su LaD. Toponomasta dove sei.

  5. 5
    Sam 91 -

    Rossella scusami ma non ho capito cosa volevi comunicarmi…potresti essere più chiara?

  6. 6
    Sam 91 -

    Eppure mi viene difficile pensare che il suo non fosse amore se penso a quanto si è impegnata per conquistarmi visto che all’inizio ero convinto che non potesse nascere niente tra di noi. Quello che penso in realtà è che il suo obiettivo era arrivare a me perché se ne era intestrdita e quindi voleva ottenere quello che voleva indipendentemente dalle difficoltà che le prospettavo. Penso sempre che non ci sia niente di naturale e di normale in tutto ciò, ma ha ripetuto talmente tante volte che è stata colpa mia se mi ha lasciato che alla fine ci stavo per credere…ma non è la mia prima storia e penso che in 4 mesi difficili non sia possibile tirare le somme su una persona,ed addirittura arrivare a non supportarmi. E pensare che fino a qualche giorno prima diceva che non aveva mai pensato per nessuno, prima di me, di avere trovato finalmente la persona giusta…
    Non ci capisco più niente, so solo che lei è felice così ed è molto brava a colmare i vuoti a modo suo… Che delusione

  7. 7
    Dostoevskij89 -

    Ciao. Lei,persona speciale? Secondo me sei fuori strada. A me sembra solo una ragazza immatura ed egoista.
    Forse il suo passato è ancora presente.
    Non hai perso una persona speciale. Quando il tuo cervello avrà metabolizzato mi darai ragione.
    In bocca al lupo.

  8. 8
    Sam 91 -

    Rispondo a golem e dostoevskj: quando parlo di persona speciale mo riferisco alle cose che mi fecero innamorare di lei,ad alcune qualità che io cercavo da tempo in una donna, atteggiamenti positivi per me che fintanto che lei si professava innamorata di me erano sempre presenti, ma che poi hanno lasciato spazio a tutt’altro, tanto da ferirmi pur avendo un carattere molto forte. Sono le due facce della stessa medaglia. Questi consigli che mi stanno arrivando sono molto importanti per me. Sono abbastanza razionale e sto cercando una conferma ad alcune cose che penso. Sfido chiunque ad essere tranquillo nel momento in cui la tua ragazza ti mette a conoscenza di alcuni lati del suo carattere che pensi di non riuscire mai ad accettare!

  9. 9
    rossana -

    Sam,
    per me ci si innamora dell’indole naturale di una persona, di solito affine o compensativa della propria. il passo successivo, che si è costretti a prendere in esame per un futuro a due, è basato sul carattere, che parte sì dall’indole ma si forma in seguito ai vissuti e all’ambiente.

    succede spesso che non ci si accordi su questo aspetto, tendenzialmente sociale e relazionale, che finisce per risultare inaccettabile per uno dei due oppure per far sì che questi resti in attesa a lungo nella speranza di poter stabilire con l’altro un equo punto d’incontro. attesa il più delle volte vana, a riprova che non sempre tutto si può avere!

  10. 10
    Golem -

    La schizofrenia è così. Poi un altro consiglio se posso, non cercare “certe” caratteristiche in una donna, non è un frigorifero e non dicono niente in realtà perché vanno viste in in conyesto molto piu ampio. Quando la incontrerai sentirai la vocina, di cui non si capiscono le parole, ma sai che ti stanno dicendo che ci puoi provare e lei pure.
    Poi il resto va costruito giorno per giorno. Ma con una bipolare del genere non si puô creare niente, lo sai no?

Pagine: 1 2

Scrivi un Commento

I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18, 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica etc) o promozionali. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema": per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
(1) modifica possibile prima della pubblicazione solo dallo stesso computer del commento (da qualsiasi postazione se hai fatto il LOGIN).
(2) i commenti fuori tema vengono cancellati alla sessione successiva; le risposte ai commenti fuori tema non vengono pubblicate, è possibile però rispondere in Chat.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.