Salta i links e vai al contenuto

Sono senza amici e non so dove ho sbagliato

di

Ho 18 anni e non ho amici. Per questo sono sempre dentro casa perché  non so con chi devo uscire. In tutti questi anni non sono riuscito farmi un amico. Ne avevo uno fino alla quinta elementare ma poi ho perso i rapporti quando arrivano le medie. Eravamo sicuri di andare nella stessa scuola ma a poi a causa di un imprevisto si iscrive in un altra scuola prima ancora che iniziasse. Così  inizio le medie da solo. Non conoscevo nessuno a parte duo o tre che mi stavamo antipatici. Poi pian piano conosco tutta la classe è noto che nonho niente in comune con nessuno. Mi sentivo diverso è a disagio. Erano quei ragazzini che io definivo “pazzerelli”. Insomma non vedevo una possibile amicizia con loro. E gli anni delle medie se ne vanno così, quando arrivano le superiori. Se alle medie conoscevo qualcuno alle superioriori proprio nessuno. È una scuola tutta maschile, la metà della classe è di altre città e quelli della mia città avevano già i loro amici. Non ho mai chiesto di uscire con loro prima di tutta perché ho paura di un rifiuto e poi perché sono orgoglioso.  Inoltre sono sempre stato timido (ma non tanto) ma durante gli anni delle medie credo si sia creata un’insicurezza sempire dovuta al fatto che non trovavo un amico. Sono passati gli anni e devo frequentare il quinto e non ci credo ancora che è andata a finire così. Come avete visto ho scritto un piccolo riassunto dei miei anni e ogni giorno ci rifletto su, “analizzo” la mia vita cercando di capire dove ho sbagliato,  cosa avrei potuto fare per non capitare in questa situazione adesso. Forse avrei dovuto cambiare me stesso, il mio carattere  per adattarmi agli altri. Ma molte volte ho sentito dire che per essere accettati dagli altri l’errore più grande che si possa commettere è cambiare se stessi lo disse anche la mia prof. Ci rfiletto ogni giorno ma non riesco a capire se è stata colpa mia o è proprio che non ho incontrato le persone giuste ed è destino che debba rimanere solo. Credo mi serva uno psicologo per riuscire a capire. Dopo la scuola ho intenzione di andare subito a lavorare per pagarmi lo psicologo perché ho vergogna di dire ai miei genitori che ho bisogno dello psicologo. So che ul passato è passato ma vorrei capire.

Ho bisogno di consigli.

Grazie a tutti quelli che leggeranno.

 

 

L'autore ha scritto 7 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Amicizia - Me Stesso
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

5 commenti a

Sono senza amici e non so dove ho sbagliato

  1. 1
    Rossella -

    Non so cosa dirti. In generale si tende a vivere tutto con una pesantezza inaudita… io penso che alla base di tutto ci sia un discorso politico… il trionfo del comunismo nei suoi aspetti più grotteschi. Cosa ti devo dire? Se mio marito dovesse chiedermi di seguirlo io lo farei con lo spirito di chi accompagna il marito a fare un servizio… dove? Ma neanche un’udienza privata davanti al santo padre mi farebbe sentire sotto esame. Il Papa, il Presidente della Repubblica, il capufficio di mio marito, la sua segretaria, ecc. Sarei tranquillissima perché sentirei di aver accompagnato mio marito a fare un servizio. Scusa: ma eventualmente io che c’entrerei? Mica è in discussione la mia persona? Riconoscere il valore della proprietà privata, e non solo della prima casa, ti porta a vivere in maniera serena i rapporti con chi non vive sotto il tuo stesso tetto. Non la casa come diritto ma la proprietà privata intesa come un complesso di valori spirituali, morali e culturali. Mai permettere a chicchessia di entrare in casa nostra ed insegnarci a vivere… ne andrebbe dell’unità della famiglia! In casa e nella vita degli altri si entra in punta di piedi… questo vale per la scuola, per la sanità e per tutti coloro che non rispettano l’ignoranza del prossimo. La mia ignoranza non sarà mai il terreno sul quale piantare i semi di una ideologia che non sono in grado di comprendere. Si parla di contraccezione e a maggior ragione si dovrebbe lasciare agli altri la possibilità di parlare di castità e di rispetto del corpo. Il corpo è mio, non di un insegnante, non di un medico e neanche della Chiesa… quando ho la sensazione che il mio corpo diventa dello stato ho il diritto di farmi delle domande.

  2. 2
    Harlock -

    Penso che per l’età che hai dimostri una maturità e, soprattutto, una sensibilità fuori dal comune.

    Non è un sito internet che potrà aiutarti, effettivamente sai da solo che la scelta giusta è parlarne con un professionista, fallo appena possibile.

    Solo, non vergognarti di farlo: non sei “sbagliato”, non hai nulla che non va, hai solo la necessità di qualcuno che ti guidi, ed un professionista in un contesto riservato ed idoneo è la scelta migliore

    In bocca al lupo

  3. 3
    Phil95 -

    Tu non hai sbagliato niente, semplicemente non hai trovato le persone che facessero al caso tuo.

    La tua storia è un po’ simile alla mia: anche io alle superiori non ho legato con nessuno ma all’università tutto è cambiato. Non è che abbia fatto chissà quali amicizie….però almeno ho trovato una cerchia ristretta di persone con cui poter condividere bene o male qualunque cosa.

    Perdonami, ma non capisco perchè tu dovresti andare da uno psicologo con conseguente dispendio di denaro. Non hai nulla che non vada, solo non è arrivato ancora il momento giusto. Io ho aspettato 8 anni ma alla fine, in parte, è arrivato. Bisogna saper tenere duro fino alla fine.

  4. 4
    Lux79 -

    Hai centrato il punto: Non sono gli altri il problema, sei tu. La tua insicurezza e il tuo disagio, se non li tieni a bada, ti porteranno a soffrire ancora e ancora perché la vita ti darà ancora diverse occasioni per conoscere gente ma se non modifichi il tuo modo di fare, non troverai nessuno su cui fare affidamento. Prendi la vita con semplicità, non è il momento di fare l’orgoglioso. É adesso il momento in cui si creano le amicizie importanti, quelle più mature con cui condividere le tue scelte di vita. Quando vivrai l’amore, il lavoro, le gioie e le delusioni della vita, se non hai qualcuno con cui condividere, la vita ti sembrerà sempre semivuota. Meno pippe mentali e sorridi che male non ti fa. Pronto ad aiutare un compagno e a chiedere aiuto. Accetta gli inviti, condividi impressioni, partecipa.

  5. 5
    17enne -

    Contattami pure ho la tua stessa età

Scrivi un Commento

I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18, 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica etc) o promozionali. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema": per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
(1) modifica possibile prima della pubblicazione solo dallo stesso computer del commento (da qualsiasi postazione se hai fatto il LOGIN).
(2) i commenti fuori tema vengono cancellati alla sessione successiva; le risposte ai commenti fuori tema non vengono pubblicate, è possibile però rispondere in Chat.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.