Salta i links e vai al contenuto

Una seconda prima impressione

Ho 22 anni e a gennaio sono uscita con un ragazzo di 23 anni. Aveva chiuso da pochi mesi una relazione e da quel momento gli piaceva farsi circondare dalle ragazze, usciva con i suoi amici “a far serata”spesso e faceva vedere di essere felice attraverso i social, ma si autoimponeva di avere una storia senza aspettative perché, a sua detta stava bene anche da solo e non voleva starci male. Dopo un periodo in cui ci siamo sentiti e usciti insieme è sparito.

Quando l’ho rincontrato lui,dalla vergogna, inizialmente si nascondeva ma quando abbiamo avuto modo di parlare mi ha detto che non aveva scuse e che si sentiva di aver sbagliato di grosso. Mi ha detto che dopo una storia dove non si sentiva più se stesso, aveva paura che finisse in ugual modo con me. Io gli ho consigliato che se fosse stato vero quanto diceva, dove avere meno paranoie e non mettere barriere con le persone, perché non sono tutte uguali. Ho aggiunto che trovavo stupido dire “no aspettative”, ma poi aver paura di provarci. Me ne stavo per andare, ma mi ha fermata e baciata. Avevamo chiarito, a me piaceva ed è ero contentissima di vivermi questi sentimenti. Però avevo paura di perderlo e non riuscivo a capire come comportarmi. È arrivata Giorgia, sicuramente attratta da lui, sapeva di me, ma lo circuiva in modo insistente cosicchè eravamo l’una contro l’altra, ma dopo una settimane ho voluto chiarire subito questa situazione imbarazzante. Ho chiesto spiegazioni e lui mi ha detto che provava attrazione verso di me, che ero una ragazza seria e che si sentiva in colpa della situazione, perché lui non era pronto in quel momento per impegnarsi ed era incapace di legarsi. Nel frattempo ho saputo che in quei giorni un amico della sua compagnia (che non sapeva di me) l’ha invitato a “scommettere” che avrebbe conquistato Giorgia e che lui aveva accettato. Lei, che mutava atteggiamento e modo di parlare per piacergli, lei già inserita nel suo gruppo “per far serata”. Sospettavo che fingesse per lui e infatti una volta che hanno iniziato una relazione si è realizzato tutto il contrario di quello che pensava lui: non usciva più con i suoi amici e stava solo con la famiglia di lei. Nel frattempo quando ci incontravamo regnava l’imbarazzo. Un giorno al bar ho visto che lui voleva venirmi incontro, ma quando è entrata anche la ragazza, lei l’ha invitato ad uscire. Ho smesso di salutarlo e ho iniziato ad evitarlo. Due mesi fa si sono lasciati perché si sentiva di essersi annullato con quella ragazza (così mi ha detto il suo amico). Casualmente l’ho rivisto dopo tanto tempo qualche sera fa in un bar.Ho fatto finta inizialmente di non vederlo e lui si è rintanato con i suoi amici in un angolo del bar. Da quell’angolo ci guardavamo, non riuscivamo a non farlo, ma poi si è fatto tardi e sono dovuta andare via perché dovevo accompagnare un’amica a casa. La prossima volta che ci vediamo, mi piacerebbe cogliere l’occasione per scambiarci due chiacchere. Non voglio “cadere ai suoi piedi”,ma mi piacerebbe vedere se è cambiato qualcosa. Mi piacerebbe per lo meno recuperare un rapporto, senza necessariamente parlare di quello che c’è stato/non stato tra noi. É possibile, secondo voi ripartire da qui e vedere come vanno le cose,senza troppe aspettative? Da zero, o quasi? Vorrei dargli una seconda prima impressione, dato che quando ci siamo conosciuti anche le mie insicurezze hanno fatto il loro gioco. Io sono cambiata, e lui?

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Amore
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

3 commenti a

Una seconda prima impressione

  1. 1
    poiu -

    Che noia questi problemi.
    Si vede che tanti italiani hanno la vita facile.
    Detto questo; non gli piaci abbastanza. Fine.

  2. 2
    Piccola -

    si,io ti direi di provarci. perchè no.
    capisco benissimo il suo stato d’animo,può succedere di incontrare una persona di cui ci sentiamo attratti,ma sappiamo anche che non sarà una storiella senza senso e potrebbe volerci più impegno di quel che saremmo disposti in quel momento.
    però occhio,non farti nessun tipo di aspettativa. ricominciate da zero proprio,penso sia la cosa migliore. in bocca al lupo :)

  3. 3
    elena93g -

    Lui è il classico ragazzo che finge a se stesso, potrà avere anche 1000 ragazze, ma alla fine si ritroverà solo. Non credo che tu gli passi avanti come aria. Bene o male tra voi c’è stato qualcosa e lui sa che tu tieni a lui. Vuoi parlargli? Se senti di volerlo fare fallo, ma non dimostrare di essere ai suoi piedi..vacci con i piedi di piombo. Non essergli amica. Ti do un consiglio. Archivia questi mesi e comportati come quando conosci un ragazzo da capo appunto. Io credo che la seconda possibilità, in un caso dove già ci sono stati dei baci non è impossibile. Hai detto che sei insicura a volte. Se lo vuoi davvero mettila da parte.

Scrivi un Commento

I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18, 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica etc) o promozionali. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema": per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
(1) modifica possibile prima della pubblicazione solo dallo stesso computer del commento (da qualsiasi postazione se hai fatto il LOGIN).
(2) i commenti fuori tema vengono cancellati alla sessione successiva; le risposte ai commenti fuori tema non vengono pubblicate, è possibile però rispondere in Chat.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.