Salta i links e vai al contenuto

Ripartire da zero…

Cari amici/amiche,
ho deciso di ripartire da zero dalla mia vita, perché è da tempo che non sono felice. Devo ripartire da zero perché non ho più nulla, e vorrei qualche consiglio da voi per trovare il mio pezzo di sentiero smarrito nel tempo.
Durante l’adolescenza, ho avuto una fortissima delusione dalla mia migliore amica, a cui ero legatissima e volevo bene; in un primo momento sono rimasta sola, con il tempo mi sono isolata sempre di più, perché avevo paura di soffrire ancora. Alcune persone le ho respinte (sempre per paura), e mi sono resa conto, che nel crescere avevo una grande difficoltà a rapportarmi con gli altri e avevo una chiusura verso il mondo e le persone.
A poco a poco, ho cercato di rimettere insieme i pezzi della mia vita, ma sempre in maniera non convincente fino a quando ho iniziato a “riscoprire” il mondo e le sue bellezze con una consapevolezza diversa! Mi sono fidanzata, e da li, è iniziato un percorso di miglioramento personale in cui mi sono cominciata a riaffacciare verso il mondo esterno e a viverlo pienamente senza più il terrore di soffrire. Mi rendo conto, che più vedevo il carattere chiuso del mio ragazzo, più mi aprivo al mondo, perché non volevo essere come lui e perché non volevo ricadere nell’errore che avevo fatto in passato. Dopo due anni di relazione, e tante cose che ci rendevano diversi, ho deciso di lasciarlo perché non mi rendeva felice e non vedevo un futuro con lui.
Ho tre vere amiche che purtroppo vivono per lavoro e per questioni familiari lontano da dove vivo io, ma che sento con molta frequenza.
Perciò oggi mi ritrovo a partire da zero, perché non ho amiche o amici con cui condividere le mie passioni. Da premettere che sono una persona molto attiva e positiva, vado in palestra, faccio escursioni, amo la natura, mi piace leggere, amo l’arte e gli eventi culturali in genere; mi piace conoscere gente nuova e il mio lavoro mi permettere in qualche maniera anche di farlo (ma purtroppo non coetanei – ho 28 anni).
Mi sono accorta che riesco a rapportarmi bene con le persone e farmi apprezzare, ma non riesco a portare il rapporto ad un livello superiore come l’amicizia o altro, perché ho paura di essere invadente, perché so che gli altri hanno una vita sociale e hanno persone con cui passare il proprio tempo…
Ho deciso di cambiare veramente, perché sono stufa di passare serate dentro casa da sola e non avere nessuno con cui ridere, scherzare, confrontarsi e condividere delle passioni.
Ho deciso di andarmene da qui e di ricominciare tutto d’accapo; da un’altra parte, cercando di reiventare la mia persona e di trovare la felicità! E’ da un po’ che mando Cv in tutta Italia, ma naturalmente non si muove nulla…perciò ho ricominciato a studiare l’inglese e in estate vorrei partire per un mese in Inghilterra per poterlo migliorare e cercare lavoro all’estero sempre nel mio settore. So che andare in un posto nuovo non è facile fare nuove amicizie, ma sinceramente mi sento morire stare nel paese dove ho sempre vissuto e stare sempre da sola…sinceramente senza un futuro! Andando in posti nuovi, si possono sempre incontrare nuove persone con i tuoi stessi interessi e poter stringere amicizia, come è successo anche alle mie amiche di sempre.
Vorrei sapere cosa pensate e darmi qualche consiglio a riguardo, magari raccontandomi le vostre esperienze in merito!
Grazie a tutti voi!

L'autore ha scritto 7 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

38 commenti a

Ripartire da zero…

Pagine: 1 2 3 4

  1. 1
    maria grazia -

    ciao stranita ( bel nick ) sono nella tua stessa situazione. Anch’ io sto per lasciare il paesino in cui ho sempre vissuto ( che non offre prospettive di alcun tipo ) e sto per ricominciare da zero un’ esistenza nuova da un’ altra parte. Capisco bene come ti senti e quello che stai passando: l’ ansia per l’ “ignoto” che verrà, il mandare curriculum ovunque e a cui nessuno risponde, il non sapere se ce la farai o fallirai.. ma sono arrivata a una conclusione: se non cominci da qualche parte, non si muoverà mai nulla. e a volte è meglio fare qualche errore che rimanere completamente fermi E NON FARE PROPRIO NULLA. Almeno potrai dire di averci provato e non passerai l’ ultima parte della tua vita nei rimpianti ( come fanno tante donne di altri tempi.. ).
    Anch’ io come te con il passare degli anni ho imparato a fare una “scrematura” tra le amicizie. E alla fine ho mantenuto solo quelle due/tre persone che per me sono davvero importanti, e ho lasciato perdere tutte le altre. Era solo gente falsa che mi succhiava energie.

    Quando arrivi in un posto nuovo, la cosa importanti è realizzarti prima di tutto nel lavoro e nelle cose pratiche. il resto ( vita sociale, ecc.. ) sarà una naturale conseguenza.

    Non perderti d’ animo, perchè non sei “sola”. siamo in tanti!

    In bocca al lupo.

  2. 2
    Rossella -

    Io penso che la vita (fatta d’incontri, problemi e conti da pagare) ispiri il bisogno di una palingenesi dell’io cosciente che non deve riflettersi sulla vita che stiamo vivendo. Tiriamo avanti. Peraltro recentemente ho letto un sondaggio sulla curva delle amicizie. Pare che a venticinque anni si raggiunga un picco e che nel tempo si tende a perdere contatti. In realtà è cambiato poco. Mia nonna da ragazza non aveva una vita sociale particolarmente intensa. Eppure in casa ha dovuto cominciare da zero perché tra tutte le sue sorelle era l’unica ad aver preso un diploma. Quindi in casa ci stava poco. Ha recuperato negli anni a venire: con il suo lavoro sarebbe stato impossibile uscire. Non andava neanche a fare la spesa. Cuciva, tagliava i modelli, aveva diverse clienti e poi doveva badare alla casa. Non ha mai litigato con nessuno perché aveva avuto modo di farsi le ossa. Quando ti confronti con qualcuno non devi avere delle aspettative. Ogni persona ha le sue idee, il suo carattere. La vita è così. In bocca al lupo! Ti auguro buona domenica :)

  3. 3
    Golem -

    Tu fatti una palingenesi dell’io cosciente e vedrai che andrà tutto bene. Lascia perdere quello “incosciente”: è irrecuperabile.
    A parte questo, auguri.

  4. 4
    Cassandra -

    Il mio consiglio è: trova una sistemazione all’interno di una fattoria sociale che ti offra vitto ed alloggio in cambio della tua manodopera.

    Non pretendere inizialmente un salario ed impegnati ad imparare quanto più possibile.

    La vita comunitaria è divertente, stare all’aria aperta aiuta l’umore e la socializzazione ed il futuro è solo questo, per me, stranita: la Terra.

    Ci sono realtà davvero interessanti in giro per il mondo ma anche in Italia.

    Questo, per cominciare, potrebbe andare:

    http://www.wwoof.it/it/

    In bocca al lupo!

  5. 5
    ets -

    Stranita un po ti invidio, poter partire e lasciarsi tutto alle spalle!
    Io purtroppo non posso per tante cose, amore delle radici e interessi vari ma se potessi partirei all’istante per la Svezia o la Norvegia.
    Ma non è detto che prima o poi non lo faccia.
    Di sicuro mi impegnerò ad andarci spesso.
    Ora non posso fare nemmeno quello.

    Buona fortuna

  6. 6
    Cassandra -

    stranita, guarda anche qui:

    http://www.ufficiodiscollocamento.it/cerco_offro/

  7. 7
    rossana -

    Rossella,
    piacevole e interessante il tuo post. come quasi sempre, ne ho tratto particolari spunti di riflessione.

    un caro saluto.

  8. 8
    stranita -

    Intanto grazie a tutti per i consigli! Vedo che Maria Grazia ha deciso già qual’è la sua strada e la invidio molto! Sicuramente non mi farò risucchiare dalla mia stessa vita e inizierò a lottare con i denti e cercare di raggiungere a poco a poco, passo dopo passo, ciò che sogno! Ho voglia di stare bene e conoscere gente che mi faccia stare bene! Ogni giorno sarà una lotta, ma quello che cercherò di vincere è la battaglia! :)

  9. 9
    Campano -

    Sembri molto decisa e questo ti fa onore, l’unica cosa è di non pensare che il problema sia solo il luogo in cui ti trovi, e che andando altrove sarà tutto rosa e fiori, perchè il carattere è quello anche in altri luoghi.

  10. 10
    maria grazia -

    stranita, c’è poco da invidiarmi… mi sono imbarcata in un’ impresa titanica e non so come ne uscirò! comunque, c’è di buono che a differenza delle altre volte sono spinta da VERA PASSIONE, e già questo mi dà una grande energia :) Anch’ io non mi farò più risucchiare da situazioni che non fanno per me, costi quel che costi! Dai, non molliamo :)

    Campano, è proprio perchè il suo carattere resterà quello, che stranita deve cercare di vivere in un posto adatto a lei e alla sua natura. qualunque essa sia.

Pagine: 1 2 3 4

Scrivi un Commento

I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18, 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica etc) o promozionali. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema": per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
(1) modifica possibile prima della pubblicazione solo dallo stesso computer del commento (da qualsiasi postazione se hai fatto il LOGIN).
(2) i commenti fuori tema vengono cancellati alla sessione successiva; le risposte ai commenti fuori tema non vengono pubblicate, è possibile però rispondere in Chat.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.