Salta i links e vai al contenuto

Ricominciare da zero

Ho sentito il bisogno di raccontare la mia situazione, una situazione che per tanto tempo ho fatto finta non esserci e che alla fine si è presentata di forza portando il conto.

Io sono un ragazzo di 28 anni. Sono gentile, onesto, curioso, mi interessa parlare e informarmi di cose diverse…. e quello che ho sempre cercato sono persone come me, con cui semplicemente poter parlare anche di cose serie e interessanti, fare cose diverse (che non siano la serata le locale X l’simili) . E ovviamente cercavo anche ragazze con cui avere relazioni serie.

Contrariamente a quello che si potrebbe pensare non sono nemmeno un tipo introverso, anzi. Al livello estetico sono sopra la media, mi piace divertirmi, e fino a qualche anno fa avevo una vita sociale tutto sommato vasta. Ho avuto anche diverse relazioni nella mia vita, relazioni anche serie che poi però sono finite per il semplice fatto che per molto tempo ho dovuto mediare e “accontentarmi” di ragazze magari non troppo superficiali ma nemmeno come me.

Ed è questo il punto, la mediazione. Una volta compreso che, almeno qui in zona, non ci sono il tipo di persone che davvero vorrei, non ho certo evitato il modo, mi sono comunque goduto la vita al massimo di quello che potevo.

Poi 5 anni fa c’è stato il miracolo. Ho conosciuto una ragazza che sembrava creata appositamente per me. Matura, seria, intelligente, dolce, e con cui parlare veramente di tutto. È stato amore a prima vista per entrambi e per anni sono stato davvero e finalmente completo e felice. Sopratutto perché con lei poteva essere finalmente me stesso.

Ma purtroppo il mio errore è stato proprio questo. È stato un qualcosa di così fortuito, inteso e perfetto che non ho minimamente preso in considerazione l’idea che potesse finire. Qualche mese fa infatti mi ha lasciato. Tralasciando i motivi (che alla fine sono ininfluenti per quello che voglio raccontare) il punto è che la mia vita si è totalmente svuotata, e non solo per lei.

La sua vicinanza mi ha dato tutto quello che per anni desideravo e non trovavo, e quando l’ho ottenuto è stato quasi naturale che piano piano abbia lasciato andare tutta la mia vecchia vita. Mi sono strutturato per un lavoro autonomo, ho lasciato andare moltissime amicizie che non mi soddisfacevano completamente, e a un certo punto della relazione abbiamo anche cominciato a strutturarci per trasferirci all’estero con tutto ciò che ne consegue. Ho mantenuto solo quel paio di amicizie vere, con persone con cui mi trovavo davvero bene.

E il punto è che mi andava benissimo così. Lavoravo per conto mio, avevo una persona speciale con cui passavo la maggior parte del tempo, e quel paio di amici con cui vedermi quando avevo un momento libero.

Ma dopo che lei mi ha lasciato è crollato tutto insieme. Mi sono reso conto che proprio perché era l’unica persona a cui piaceva fare la mia stessa vita e le mie stesse cose, senza di lei ho perso il 90% della mia vita.

In questa città delle mie conoscenze non è rimasto letteralmente nessuno, si sono tutti sistemati o sono partiti. Quel paio di amici con cui mi andavo a prendere una birra ogni tanto per fortuna ci sono ancora, ma hanno le loro vite e raramente riesco a fare con loro qualcosa che sia più di una passeggiata (cosa che prima mi andava benissimo purtroppo) .

Mi sono improvvisamente reso conto di una cosa. Anni fa, prima di conoscere lei, facevo ancora l’università. Molti amici di vecchia data erano ancora in città, e non avevo bisogno di fare nulla. Mi bastava vivere la mi vita e in automatico incrociavo persone nuove, avevo relazioni nuove, ECC ECC.

Adesso non è così. Con il mio lavoro non ho contatti con nessuno, non ci sono più “conoscenze” con cui arrivare ad altre persone, persino nei locali la mia fascia di età è praticamente inesistente (qui non so perché o ci sono locali per 18enni o per 40enni) . Gli amici di vecchia data sono tutti partiti fuori.

Vado in palestra e sento gente parlare solo della partita di calcio e di come organizzare la serata in discoteca, e ogni volta divento più triste perché penso che finalmente ero riuscito a uscire da quel mondo, che ero riuscito a crearmi io mio, e invece adesso non so più cosa fare o con chi parlare. E so che rispetto a quando avevo 20 anni le possibilità di trovare un’altra ragazza come quella sono prossime allo 0.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

2 commenti a

Ricominciare da zero

  1. 1
    Rossella -

    La donna che cerchi potrebbe aver bisogno di un altro tipo di rapporto di coppia. Molto probabilmente ci saranno state tante ragazze innamorate di te che a loro volta ti avranno considerato un uomo irraggiungibile. Tutti gli uomini, per un verso o per l’altro, ti sembrano tali quando sei molto giovane. Sinceramente penso che per coronare il tuo sogno ci potrebbero volere tanti anni. La vita comincia a cinquant’anni quando, peraltro legittimamente, l’uomo si lancia nella costruzione di un progetto sentimentale o lavorativo che lo porta a guadagnare una certa indipendenza. E’ pur vero che l’immagine del quarantenne di oggi è altrettanto “invasiva”. Quel che è certo è che io non riuscirei mai ad approcciarmi ad un mio coetaneo perché quando ci ho provato mi è capitato di sperimentare un grande senso di frustrazione. Si potrebbe trattare anche del ragazzo più sorridente e onesto di questo mondo. Il punto è l’età. Ci potrei uscire per trascorrere insieme una bella serata, ma da parte mia si tratterebbe un momento per sognare, per divertirmi e per ballare. L’età, la voglia di fare all’interno di schemi che ti fanno sembrare invincibile mi mette angoscia quando penso che tra di noi ci dovrebbe essere un’intimità che non concepisco come un fatto naturale. Mi appare in tutta la sua brutalità. Si tratta di un mio limite. La maturità contribuisce a mitigare i contorni di questa immagine, ma il risultato non è scontato. Si tratta di un punto di partenza.

  2. 2
    propoli ex pirpolo -

    Benvenuto nel mondo degli adulti. Piu’ andrai verso i 30 anni piu’ sara’ difficile fare amici. Prova ad andare in una citta’ piu’ grande se riesci.

Lascia un commento

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.