Salta i links e vai al contenuto

Dopo 4 mesi ancora piango pensando a lui

Buongiorno, non credevo sarei arrivata a tanto, e invece eccomi qua. Esco da una storia durata circa un anno, con un uomo molto più grande di me. Fin qui va tutto bene, sinceramente avevamo preso entrambi la cosa come un gioco, o almeno io fino all’ultimo ho cercato di prenderla così e tenere le distanze. Poi sono successe troppe cose: il suo farsi sentire quotidianamente che mi faceva sentire cercata e rassicurata, alcuni miei problemi con amici, lavoro, il voler riprendere gli studi nonostante la crisi economica per poter garantirmi un futuro migliore, e tante altre cose credo difficili ma credo anche tipiche visto il panorama in cui viviamo. Il fatto è che in mezzo a tutto questo marasma di scelte e di insicurezze c’era lui, che nel bene e nel male c’era e mi faceva sentire bene. Tra l’altro io credevo ci fosse una sintonia e una certa onestà, che ho sentito vacillare nell’ultimo mese, tant’è che quando mi ha lasciata, alla vista di una me più volubile che voleva essere compresa e che vacillava, si è messo molto molto sulla difensiva, nonostante la mia reazione volubile alla sua decisione fosse data chiaramente da un periodo no che stavo vivendo, e che inevitabilmente ho sentito amplificato dopo il suo addio. Io credevo lo avrebbe capito, credevo avrebbe avuto più tatto. Io non lo condanno di niente, una cosa quando finisce finisce, ed era chiaro per entrambi sarebbe successo. So solo che mi manca e che ogni tanto scoppio a piangere e nemmeno io so perché, mi piaceva confidarmi e parlare con lui e ancora non riesco a crederci che così, dall’oggi al domani, siamo diventati due completi estranei. Mi fa ancora tanto male, aveva capito delle cose di me, del mio carattere, che in pochi si erano impegnati tanto a capire e scoprire e forse questa è la cosa che più di tutte mi fa male, piuttosto preferivo non essere compresa affatto. Attualmente esco e sono uscita con altre persone, ma perdo subito l’interesse, c’è ancora lui nei miei pensieri. Forse è che per me era diventata una persona importante, al di là di una relazione, e perderlo mi ha fatto più male del previsto perché un taglio così brusco non mi sembrava possibile. Non so cosa sia, so solo che sono stufa di sentirmi così, perché sono già 4 mesi e per me è troppo tempo.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Amore
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

20 commenti a

Dopo 4 mesi ancora piango pensando a lui

Pagine: 1 2

  1. 1
    lory88 -

    hai ragione e’ cosi’ quasi per tutti o almeno per uno dei 2 della coppia.
    che rottura sempre stare male e dare fiducia e amore a chi non merita ma ti garantisco che solo il tempo porta a stare bn e a dimenticare.
    non altre persone non il divertimento.
    il tempo e te stessa. conta solo questo.

  2. 2
    Golem -

    Bè, l’unico vantaggio di questa storia è che le lacrime fanno bene alle congiuntive.
    Per il resto è la solita storia, che passata la “novità” sessuale svanisce.
    Niente di nuovo sotto “la sòla”

  3. 3
    Rossella -

    La delusione d’amore andrebbe vissuta come una delle tante prove della vita. Secondo me non dovremmo cadere nella tentazione di dare troppa importanza agli altri. Questa è una delle ragioni che portano a decidere d’interrompere un fidanzamento e di chiudere un matrimonio. La prima rottura è quella più importante per quanto mi riguarda. In quel caso non mi faccio condizionare dalla storia personale della persona che dice di amarmi perché mi aspetto che lui prenda in mano la situazione. Quando ti sposi il discorso cambia, tendi ad essere più razionale perché i ruoli sono molto chiari e molte cose non ti toccano. Ti potrebbero infastidire (i primi tempi), ma le abitudini (che nascono dalla coabitazione) rendono tutto molto più familiare. Da maschio e femmina si cerca di diventare uomo e donna, di guardare in faccia alla vita con grande realismo, sforzandosi di non guardarsi mai dall’esterno. Solo in questo modo (almeno per quanto mi riguarda) si può portare avanti il matrimonio in maniera veramente casta. Sì, arrivare alla fine di una giornata “dimentichi di tutto” e solo allora riappropriarsi della propria identità in maniera integrale. Si tratta del mio pensiero. Ci mancherebbe! Ogni persona conosce le sue esigenze. Le mie sono queste. Che dire? Ti consiglio di conservare questo dolore in un angolo del tuo cuore, di fare progetti senza tuttavia perdere la speranza. Un grande abbraccio!

  4. 4
    rosa11 -

    fidati…se siamo diventati due estranei io e il mio ex marito…dopo 35 anni di matrimonio, figurati se non puoi farcela tu
    L’importante, dopo le inevitabili domande…ma perchè, ma per come….ecc ecc, tu dia il vero valore alla persona che hai “perso”…per me è stato un ottimo rimedio

  5. 5
    Vic -

    A volte chi lascia non si rende
    conto della sofferenza che procura,
    ma queste sofferenze che si procurano tornano indietro
    e l’ho visto succedere.
    A volte però è la cosa giusta da fare e uno dei due ,il più forte emotivamente deve decidere anche per l’altro, quando si rende
    conto che non c’è compatibilità o si continua a prendersi e lasciarsi e così il tempo e la vita passa.
    Il 90% dei post parla di questo, sei in buona compagnia dunque, leggi i commenti e vedrai
    cosa fanno gli altri.

  6. 6
    rox -

    in genere e’ la donna che riesce a metabolizzare….che parola…. prima,una separazione anche tra fidanzati, ….. capisco e’ pesante, col tempo devi trovare un’ altro con cui entrare in sintonia. Facile a scrivere e dire.

    La realta’ e’ cosi’.Comunque hai la piena liberta’di azione dalla tua e anche un eta’ giovane.

    Non ti fare sovrastare solo dall’emozione dei ricordi,ma metti in campo anche la tua ragione.
    perche’ se alla prima difficolta’ ti ha lasciato,sarebbe successo anche dopo,e allora e’ meglio ora.
    ciao ciao

  7. 7
    Yog -

    Guarda, per metabolizzare una relazione normalmente ci vuole un periodo di tempo che sta in rapporto di sezione aurea con la durata della stessa. Ci sei stata un anno? Passati sette mesi e qualche giorno improvvisamente scoprirai che ti è passato tutto. Non lo dico io, ovviamente, ma un importante ed autorevole studio riportato sul Southamerican Journal of Medicine realizzato sulla base di 17.648 indagini ormonali. In internet trovi l’abstract, la pubblicazione intera è a pagamento, ma accettano anche PayPal.

  8. 8
    Piccola78 -

    Mi cerco un altro forum: qui pubblicano commenti che istigano all’odio reciproco e alla violenza e non pubblicano commenti cattolici di Amore a Dio! Poveracci a voi! Besos!

  9. 9
    Sofia -

    Piccola oggi tra il tuo ciucciarti le caramelle sotto il tavolino e le minchiate che hai scritto qui…..deliri più del solito!! Che è successo??!! Hai perso la bibbia!!?? Trovala alla svelta per carità! Non c’è nessun commento che istiga odio o violenza! Li vedi te nelle tue turbe forse ma qui non c’è ne sono!ma non puoi fare un po la brava?

    Scusa ragazza ma ogni tanto qui i pazienti scappano dalla clinica!!!
    Cmq..tornando a te..4 mesi li trovi già troppi?? E chi lo dice?? Te o la tua anima…che si stava già molto legando e affezzionando a quest’uomo…forse anche innamorando chissà… L’anima ferita di una persona ci mette il tempo che ci vuole e ognuno ha i suoi tempi!
    Una cosa è certa….lui non era veramente interessato a te! Ne ti voleva bene!

    Chi se ne va…senza mai voltarsi indietro neanche per un attimo e perché non ha nulla nell’anima!
    Se ti ha lasciato così senza nemmeno mai preoccuparsi del dolore che ti ha causato..è perché lui non ha mai sentito nulla per te…
    Non c’è niente di peggio che rendersi conto che l’uomo che abbiano amato e avuto vicino fino Al giorno prima..in realtà non è mai esistito… Difficile accettare ….difficile perdonare…

  10. 10
    Golem -

    Promesso? Addio. Anzi “A Dio”.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.