Salta i links e vai al contenuto

Paura di sposarmi

di

Salve, da qualche giorno ho un problema che mi angoscia, non mi fa dormire. Il mio ragazzo mi ha chiesto di sposarci, io sono un eterna romantica, non aspettavo altro.. Ma ora??
Inizio col raccontare la mia storia, per arrivare a ciò che sento oggi: Ho 33 anni..a 15 anni mi fidanzai con un ragazzo fantastico, 5 anni più grande di me, il primo amore, stammo insieme per ben 13 anni, con una convivenza di 2. Mi diede sempre tutto in questi anni, costruì una bellissima villa dove vivere insieme, costata tantissimo, sempre allegro e divertente..eravamo molto innamorati, gli chiesi di sposarci, ma lui al momento sia per impegni di lavoro, sia per la spesa della casa o forse per paura diceva di star bene cosi e che non era il momento..a me la convivenza non stava tanto bene, volevo vivere protetta dall’amore di Dio. La nostra storia iniziò a diventare noiosa, lui non voleva più uscire, sempre stanco, non voleva neanche andare più in pizzeria, dicendo che si poteva mangiare bene anche a casa.. Mi stancai e lo avvisai tante volte che stavo arrivando al limite della sopportazione.. Nel frattempo conobbi un ragazzo 8 anni più giovane di me, pieno di vita e di energie, mi sentii attratta da lui e da mille promesse, quindi dopo circa due mesi che non mi alzavo più dal letto e non parlavo più con nessuno perché combattuta da una decisione non facile(persi pure un sacco di kg), ebbi la forza di fare i bagagli, con le lacrime agli occhi abbandonai i miei 13 anni di vita..il mio ex mi cercò ogni giorno chiedendomi anche di sposarlo, che aveva capito e si sentiva pronto, ma io avendo iniziato subito un’altra storia non gli diedi altre possibilità.. Dopo circa un anno la storia con il giovincello finì molto male in quanto furono solo bugie.
Io restai single per un anno, in questo periodo mi riavvicinai al mio ex come amica, andando molto d’accordo e divertendoci (siamo rimasti amici e tutt’ora ci vediamo sempre a lavoro come colleghi ovviamente, ma non si parla delle nostre vite private)..Poi lui si fidanzò con una bella ragazza  ma si lasciò dopo due anni, io invece nel frattempo mi fidanzai con un bellissimo e bravissimo ragazzo, e stiamo insieme ancora oggi da 4 anni, e da poco conviviamo con in mente mille progetti e ora mi ha chiesto di spostarci dato che non siamo più ragazzini, e io ho paura! Non pensavo sarebbe arrivato veramente questo monento con lui..che faccio? Ho paura!!! Forse perché in tutto questo tempo, dentro me, ho sempre pensato che prima o poi sarei tornata con il mio ex per recuperare il tempo perso e fare una bella famiglia..(anche se poi nel frattempo che eravamo single non ci ho pensato) o forse perché assalita dai sensi di colpa per non aver riprovato, o forse per non buttare al vento 13 anni… O forse è solo un senso di colpa perché lui è solo e so che è fragile! …e poi penso al mio attuale ragazzo che vuole fare una vita eterna insieme a me, che non vede l’ora di costruire una famiglia..e penso che anche io volevo tutto questo prima che mi facesse la proposta! E ora non so più che voglio, che scelte fare, ho paura di sbagliare ancora..questo è il momento in cui si sceglie per la propria vita, per tutta la vita e non si torna più in dietro.. Che faccio ora..??? Mi chiede di spostarci e io invece di essere felice piango di disperazione?? Forse ho paura perché dopo il matrimonio non ci si può lasciare? Non so di cosa ho paura realmente! A lui ho detto che sono in ansia e basta, che ho paura e non so perché! sono molto innamorata, ma le mie angosce non mi fanno vivere serena..so solo che ho un nodo nello stomaco e vorrei sparire!

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

20 commenti a

Paura di sposarmi

Pagine: 1 2

  1. 1
    Effemar -

    Ed hai paura solo di questo? Pensa a quando avrete dei figli urlanti, a quando lui inizierà ad essere stanco. Magari perderà il lavoro, o forse tu. O forse entrambi. E poi i bambini vorranno un cane e regali sempre più grandi e il loro costo sarà inversamente proporzionale al numero di farfalle presenti nel tuo portafogli. E nel frattempo tuo marito diventerà sempre più stanco e tu più annoiata ed, allora,potrei scegliere fra due soluzioni:
    A: resti con lui per “il bene dei tuoi piccoli”
    B: torni sul mercato e speri di trovare un altro bel pezzo di carne fresca che abbia voglia di prendere in considerazione te,oramai un po’ stagionata.
    Buon spostamento!

  2. 2
    Nicola -

    Il matrimonio fondamentalmente è un negozio giuridico.
    Una volta le motivazioni che spingevano ad ufficializzare una relazione erano i sentimenti o la sessualita’ perche’ necessitavano di un’approvazione sociale o religiosa.
    Attualmente le motivazioni piu’ consone che si ravvisano nel matrimonio sono di natura economica, patrimoniale e assistenziale, che richiedono appunto una legittimazione giuridica.
    Con questo non voglio alludere che la legittima unione sia solo utilitarista, anzi, dico solo che una persona che sa chiaramente ciò che vuole e ciò che non vuole è più risoluta. Distingue nettamente le priorità nella propria vita, punto fondamentale per la realizzazione di se stessa. E’ come stare lungo una strada i cui margini sono ben definiti e sai che non intendi oltrepassare quei limiti. Questo non esclude la possibilità di cambiare strada un giorno, ma se questo avverrà, ne sarai consapevole e si evitera’ di far soffrire le persone e se stessi.

  3. 3
    elena -

    Secondo me tutto l’ante fatto non ha niente a che fare con l’insicurezza che hai di fronte all’idea di sposare questo ragazzo. Io credo che un po di ansia sia normale, pensa che io subito dopo essermi sposata, proprio il giorno stesso, sono stata assalita da un ansia terribile del tipo “oddio che ca..o ho fatto??” quella sensazione è passata il giorno dopo..e oggi ci rido sopra. Ma se i dubbi, le ansie ecc..vanno oltre, sono un campanello d’allarme, non necessariamente del fatto che il ragazzo in questione non sia quello giusto, ma magari perche non è ancora il momento, perche non sei pronta tu o senti che non siete pronti come coppia a quel passo. Prenditi piu tempo, digli semplicemente la verità, che attualmente il matrimonio ti crea ansia, sono sicura che anche lui non sarebbe felice che tu affrontassi il matrimonio con uno stato d’animo negativo. Sicuramente non sarà felice di questo perche magari potrebbe pensare che tu non sei sicura di volere lui..ma sposarti se non ti senti assolutamente sicura sarebbe un errore certo!

  4. 4
    PotiPoti -

    Questa lettera ha subito attratto la mia attenzione perché anche io ho avuto paura di sposarmi. E lui mi ha lasciato per questo.
    La mia era solo un’ansia dovuta alle cose materiali, all’organizzazione e allo stress che un matrimonio comporta (inviti, partecipazioni, location, soldi spesi). Non era assolutamente un mettere in dubbio i miei sentimenti verso di lui o la mia voglia di passare il mio futuro con lui. Io lo amavo (lo amo ancora, nonostante tutto), avevamo comprato casa insieme e per me eravamo già una famiglia.
    Ma si vede che non sono stata brava a farglielo capire.
    Quindi, che dirti… non so da cosa deriva la tua paura. Cerca però di capirlo il prima possibile.
    E’ una paura materiale, che non riguarda il sentimento che provi per lui? Diglielo, e insieme cercate di farti passare questa paura.
    E’ una paura che riguarda il sentimento che provi per lui? Non sei sicura di passare il tuo futuro con lui? Allora ti sei data una risposta.
    Se si tratta del primo caso, rassicuralo sul fatto che non sei insicura sul tuo amore per lui. Io non l’ho fatto, e l’ho perso. E ti assicuro che si prova un male atroce.

  5. 5
    Piccolastella78 -

    Secondo me non ti senti all’altezza… o ti stimi poco oppure non ti basta perché magari hai la vocazione religiosa! Aspiri all’Assoluto! A sposare l’Amore stesso!

    Pensaci…

  6. 6
    Rossella -

    Non sei sola. Puoi stare tranquilla. La conquista del benessere è in contrasto con un’istintività primitiva che ti porta ad avere una percezione dilata dell’amore. Pensa che nei sogni mi capita di visitare città in cui non sono mai stata perché magari ci sono delle persone che mi “appartengono”. Gli anziani utilizzavano quest’espressione per indicare tutte quelle persone che facevano parte di un mondo vivo e “naturale” che ruotava intorno al nucleo familiare. Recentemente ho sognato di trovarmi nella città di Udine per acquistare l’abito da sposa. A Udine abitano dei arenti di mio nonno con i quali non abbiamo contatti. Pensa? Li avrò visti una volta in tutta la mia vita quando il nonno era in vita. Quando vivi una vita un po’spartana – e hai questo tipo di sensibilità- tendi a restare un’eterna sognatrice. Ma ti devi accettare. Anche perché sappiamo a cosa andiamo incontro. Il pensiero ti frega. E’ chiaro che il numero preciso dei tuoi familiari potrebbe risultarti sempre troppo esiguo. Considera che si tratta della mia sensibilità. Talvolta neanche mia madre mi capisce. Non capisce perché ho paura di perdere i contatti nel mio paese. Mi trova nostalgica, e a tratti anche un po’ ostinata, ma io rispetto il suo pensiero perché ho bisogno di calpestare la terra emersa… di uscire da un mondo sommerso che pure mi rende lieta e pensosa. Un giorno, quando i miei genitori non ci saranno più, gli insegnamenti di mia madre mi consentiranno di stare in equilibrio, di vivere una vita dignitosa e di conservare un certo decoro. Per me è molto importante riappacificarmi con la storia della mia famiglia. Quella di sposarmi nel mio paese è una pretesa, al momento è così. Devo sapere che posso stare bene anche razionalizzando le mie emozioni.

  7. 7
    Sofia -

    Avere 33 anni ed avere un cervello da 10.. essere così immatura …sei messa male ragazza..

  8. 8
    Pax -

    Dai l’impressione di essere un fake. Te la fai e te la dici. La parte più bella è che hai bisogno della benedizione divina….. e nel frattempo fai la peccatrice……

    Bellissima anche la parte dove sei dimagrita per amore suscitando l’invidia di chi è in dieta.

  9. 9
    Vic -

    Il momento del matrimonio
    è un momento critico,
    l’ansia è normale.
    Io avevo avuto un grosso litigio
    la settimana prima.
    Purtroppo i preparativi possono essere stressanti,
    io due giorni prima ho sbagliato strada,
    pur se la facevo tutti i giorni.
    Soprattutto ci si chiede se si fa la cosa giusta.
    Lei era molto motivata, voleva sposarmi a tutti i costi, fecendomi anche presente che c’era …la fila
    per lei e certo era vero…però sentivo questa pressione, avrei voluto aspettare.

  10. 10
    Missd -

    Ringrazio tutti per aver scritto il proprio pensiero…leggendo tutto questo non ho che potuto continuare a riflettere, e penso che la mia paura più grande sia quella di far soffrire ancora il mio ex ogni volta con una notizia nuova.. Prima quando mi sono fidanzata, poi la convivenza, poi il matrimonio, poi quando a avrò dei figli?!?.. Lavorando insieme è inevitabile che non venga a saperlo.. Ovviamente preferisco annunciargli sempre tutto io, in modo che non siano gli altri a raccontargli le cose.. Ecco il vero problema.. Noi ci vediamo tutti i giorni. E se anche fa finta di nulla, a chi non darebbe fastidio sapere cosa fa la propria ex ragazza?

Pagine: 1 2

Scrivi un Commento

I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18, 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica etc) o promozionali. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema": per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
(1) modifica possibile prima della pubblicazione solo dallo stesso computer del commento (da qualsiasi postazione se hai fatto il LOGIN).
(2) i commenti fuori tema vengono cancellati dopo 48 ore; le risposte ai commenti fuori tema non vengono pubblicate, puoi però rispondere in Chat segnalandolo eventualmente con un commento in questa lettera.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.