Salta i links e vai al contenuto

Non fate vincere la paura!

di

Ciao a tutti, sono matt vi racconto la mia storia durata 5 anni vissuti insieme con una ragazza che fa un mese se ne è andata di casa..

L’inizio bellissimo, entrambe arriviamo da due storie un po brutte e ci ritroviamo su tutto, poi dopo tre anni di convivenza iniziano i primi litigi, le prime incomprensioni ed io inizioad avere sempre più dubbi, insta la ragazza che avevo conosciuto non era quella…

Tiriamo avanti per un anno e mezzo con la situazione che peggiora sempre più, in cuor mio sapevo che non era lei quella per me, ma per un mix di amore, abitudini (oramai le famiglie erano coinvolte, i nipotini, lavoriamo nello stesso ufficio.. etc etc) e paura di restare solo e dover ricominciare tutto da capo, di cambiare, di non trovare più un altra persona per me, ho sempre titubato mai lasciato, anzi oramai ero completamente succube..

Bene morale della favola un mese fa viene a dirmi che non era più innamorata, che non era più felice e che se ne andava di casa, da lì non l’ho più vista ne sentita se non a lavoro dove siamo costretti a vederci tutti i giorni.. soffro perché a mente lucida ho perso almeno un anno della mia vita e mi ritrovo ora a fare dei conti con me stesso che avrei dovuto fare un anno fa.. quindi vi dico non perdete tempo, se in cuor vostro sapete che una persona non fa per voi valutate bene e poi non esitate, un abbraccio a tutti.

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Amore
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

5 commenti a

Non fate vincere la paura!

  1. 1
    Nicola -

    Purtroppo noi uomini abbiamo questa pessima abitudine di trascinare le relazioni anche quando non funzionano più da tempo.
    E ti dirò di più..
    Anche quando si tratta di stabilire una relazione siamo sempre indecisi sul da farsi perchè non vogliamo rinunciare alle opzioni accessorie.
    Siamo proprio irrecuperabili.. ;)

  2. 2
    Rossella -

    Il tuo discorso mi sembra corretto fino ad un certo punto.Se ragionassimo tutti come te non esisterebbero più relazioni tra gli uomini. Una donna arriva nella vita di un uomo per una ragione,tutte le persone arrivano nella nostra vita per una ragione. Se la donna– ma dovrà essere la donna-si dovesse rendere conto che l’amore che prova ha un carattere platonico capirai bene che non potrà vivere il rapporto come una violenza. L’amante respinto dovrebbe farsene una ragione, purtroppo o per fortuna il corpo umano animato dalla psyche (in ebraico nefesh) e la vita dell’uomo dipende dalla sua anima vivente.La volontà conta fino ad un certo punto; purtroppo voi uomini non potete capire perché nella stragrande maggioranza dei casi vi fate guidare dal vostro istinto sessuale. Per la donna è diverso e bisogna stare attente perché l’uomo si sente provocato; non dovrebbe essere così,infondo la formazione dovrebbe incidere sui freni inibitori.Ad ogni modo dovreste mettere in conto che una donna può volevi bene ma quel bene potrebbe non essere sufficiente ad unirvi in senso biblico. Per il resto non mi trovi d’accordo perché penso che la carne sia debole ma che la debolezza dello spirito vada a negare la natura stessa del sacramento del battesimo.L’uomo vecchio si orienta in base ai suoi desideri e alle sue pulsioni perché è solo.L’uomo nuovo è membro del corpo unico animato dall’unico Spirito e vive secondo lo Spirito in attesa della resurrezione definitiva.Si può credere o non credere ma la morale comune continua ad andare nella direzione della luce.Il dominio di sé è la corona di credenti e non credenti.Il simbolismo primordiale della vita cristiana continua a trovare un’espressione sul piano sensibile, infatti penso che la democrazia cristiana non sia una realtà del secolo scorso. Nel secolo del male oscuro distingui in maniera molto nitida il lavacro di sguardi che condensano l’immagine della morte e resurrezione.Sono rapita dagli occhi azzurri come da un fonte battesimale!

  3. 3
    Golem -

    Rossella e Nicola: lo Ying e lo Yang di Lad

    Uno dice:
    “Noi uomini…anche quando si tratta di stabilire una relazione siamo sempre indecisi sul da farsi perchè non vogliamo rinunciare alle opzioni accessorie.
    Siamo proprio irrecuperabili.. ;)”

    Semplice, evidente, elementare, chiarissimo.

    L’altra:
    “Il simbolismo primordiale della vita cristiana continua a trovare un’espressione sul piano sensibile, infatti penso che la democrazia cristiana non sia una realtà del secolo scorso
    Nel secolo del male oscuro distingui in maniera molto nitida il lavacro di sguardi che condensano l’immagine della morte e resurrezione. Sono rapita dagli occhi azzurri come da un fonte battesimale!”

    Questa appena riproposta è pura poesia allucinatoria da inalazione di gas vulcanici, proprio come quelli che respirava la famosa Sibilla nei Campi Flegrei migliaia di anni fa. La seconda parte è veramente da Nostradamus: “nel secolo del male oscuro…”

    « Così la neve al sol si disigilla
    così al vento ne le foglie levi
    si perdea la sentenza di Sibilla. »
    (Dante, Paradiso XXXIII, 64-66)

    Il povero Matt non avrebbe mai immaginato che per la sua “banale” stroria d’amore andata male, la colpa fosse della… Democrazia Cristiana.
    Favoloso e terribile segnale dei tempi di “isolamento” che viviamo.

  4. 4
    rossana -

    Rossella,
    “La volontà conta fino ad un certo punto; purtroppo voi uomini non potete capire perché nella stragrande maggioranza dei casi vi fate guidare dal vostro istinto sessuale.” – proprio così! solo che l’istinto sessuale è più facile da accontentare del sentimento d’amore che una donna vorrebbe provare per fare sesso con un uomo.

    “tutte le persone arrivano nella nostra vita per una ragione.” – condivido questo punto di vista, ma non nel senso religioso. secondo me, si è sensibili a determinati incontri se questi sono necessari a una crescita interiore. si è attratti da quanto sentiamo mancante nella nostra possibilità di evolvere.

  5. 5
    rossana -

    Matt,
    “L’inizio bellissimo, entrambe arriviamo da due storie un po brutte e ci ritroviamo su tutto, poi dopo tre anni di convivenza iniziano i primi litigi, le prime incomprensioni ed io inizioad avere sempre più dubbi, insta la ragazza che avevo conosciuto non era quella…” – tutte le storie, ma proprio tutte, hanno momenti iniziali bellissimi, che spesso durano anche abbastanza a lungo, il tempo di consumare una passione. se non fosse che per questi, forse varrebbe la pena di viverle anche quando non hanno lieto fine. chi, invece, non ne ha avuto modo, se ne sente privato.

    gli anni successivi, quelli in cui già ti rendevi conto di aver preso un abbaglio, sono stati davvero perduti, per tua scelta, così come per tua scelta hai iniziato la storia.

    è probabile che la ragazza non ti abbia amato nel senso completo della parola. forse ha soltanto voluto simulare l’amore ma tu sei sicuro di averla amata? secondo me, neppure tu ne eri preso nel profondo. un tempo queste si chiamavano apprendistati amorosi; ora si concretizzano spesso in convivenze, che però si basano su prove d’unione, non su decisioni ponderate.

    non c’è quindi da sorprendersi che si dissovano a tempi brevi, come neve al sole…

Scrivi un Commento

I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18, 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica etc) o promozionali. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema": per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
(1) modifica possibile prima della pubblicazione solo dallo stesso computer del commento (da qualsiasi postazione se hai fatto il LOGIN).
(2) i commenti fuori tema vengono cancellati alla sessione successiva; le risposte ai commenti fuori tema non vengono pubblicate, è possibile però rispondere in Chat.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.