Salta i links e vai al contenuto

La mia famiglia è stata sempre contraria alla mia relazione

di

Vi è  mai capitato di fidanzarvi con una persona che non piaceva  alla vostra  famiglia? Perché  loro con l’esperienza  alle spalle già sanno  come va la vita. Ma voi naturalmente  non vi siete lasciati condizionare  e siete rimasti  con la persona perché  l’amavate e perché non vedevate in lui/lei niente di sbagliato,  Però  poi si è  rivelato  proprio come dicevano loro?  In pratica  la mia famiglia  è  stata  sempre contraria della mia relazione, per  sei anni infatti non  c’era  più  comunicazione,  di lui non potevo parlare liberamente con nessuno.  Mia  mamma  l’ha  sempre visto  non adatto a me con caratteri troppo diversi   Però  mi lasciava uscire anche  con il broncio perché  voleva  che fossi io da sola a sbatterci contro e capire.  Ma è  successo il contrario,  dopo sei anni belli e senza intoppi  mi lascia  lui dicendo  che siamo troppo diversi e il suo ssentimento  è  cambiato.  Oltre il danno anche la beffa. Ora naturalmente il rapporto con i mie è più  sereno ma  io provo rabbia  verso di loro e ancora non rriesco  a  capire.  La diversità  era proprio  quello che faceva andare avanti il nostro rapporto,  ci arricchiva e sei anni”  nn sono pochi. 

Boh sarà che ho le bende sugli occhi?  Ora non so più a cosa credere spero che un giorno  a mente più  lucida lo capirò. Magari mi ha fatto  un piacere e io non lo so ancora,  forse ccrescendo davvero sarebbe  stato complicato.  

Raccontatemi se vi è mai capitato di trovarvi in una situazione simile con i vostri genitori, se li avete  ascoltati o siete andati  avanti pentendovi della decisione  o come me.  E davvero  i caratteri  troppo diversi alla fine  scoppiano? 

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Famiglia
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

9 commenti a

La mia famiglia è stata sempre contraria alla mia relazione

  1. 1
    Rossella -

    A me non è mai capitato perché non avendo mai avuto rapporti prematrimoniali vivo un grande imbarazzo anche davanti alle piccolezze e i miei genitori sono consapevoli del fatto che sono abbastanza giudiziosa…forse mia madre potrebbe mettermi in guardia perché è consapevole del fatto che non sono abbastanza sfacciata da poter fronteggiare situazioni estreme proprio perché non ho esperienza in materia di uomini e non ho quella sfacciataggine che ti aiuta a far finta di nulla. Mia madre mi metterebbe in guardia a prescindere da tutto e da tutti. In buona sostanza accade che affidi il tuo pudore nelle mani di una persona e non devi avere sospetti o paure che possano falsare il giuramento. Ne devi essere proprio convinta… per ora non ho ancora incontrato un uomo perfetto sotto tutti i punti di vista.

  2. 2
    gingerfox -

    Un conto é avere caratteri diversi (aprirsi a punti di vista nuovi é una ricchezza) ben altro é avere caratteri INCOMPATIBILI. La tua famiglia non impazziva di certo per il tuo ex, ma é stato lui a voler chiudere la relazione. La rabbia che provi verso i tuoi probabilmente é dovuta al fatto che, col senno di poi, avrai pensato “dopotutto forse il loro parere circa il tizio non era cosí sbagliato”. Fai fatica ad accettarlo o almeno credo.

  3. 3
    nevealsole -

    Ai miei genitori è piaciuto solo un fidanzato, il primo che ho portato a casa. È stato un amore giovanile e purissimo, anche se non è durato molto. Sono passati quasi 5 anni (che, causa vicende particolari, mi sembrano un’altra vita) ma guarda caso ci vogliamo ancora un bene immenso.. I miei ci avevano visto lungo, ed è dura per me dirlo perché non ho un bel rapporto con loro.. Non ho avuto relazioni lunghe come la tua, forse se le avessi avute anche i miei genitori sarebbero stati più propensi a conoscere i miei fidanzati. Inoltre molto dipende dalla tua età: noto che le coppie di miei coetanei che si sono messe insieme a 15-16 anni adesso si lasciano più o meno tutte (io ne ho 22) e non credo sia incompatibilità caratteriale ma una conseguenza della crescita. Qualcuno diceva che gli opposti di attraggono e gli uguali si amano: io non ho mai capito cosa si intenda per uguali e cosa per opposti.. Quando si sta insieme per tanto tempo inevitabilmente ci sono aggiustamenti caratteriali! Credo comunque questo.. Che si debba essere simili nel modo di gioire ma non nel modo di soffrire.. Altrimenti ci si affossa. Concludo dicendoti che sei anni di storia sono tanti quindi a parer mio non l’hai data vinta ai tuoi (se così vogliamo metterla) e in ogni caso, una relazione non è una sfida con i genitori. Ad oggi io, per esempio, ho deciso di tenere i miei affari di cuore fuori da casa mia, limitandomi a far sapere il minimo (per rispetto) sul mio fidanzato e a dire quando esco. Lo faccio da un anno e mezzo anche perché mia madre mi ha obbligato a farlo, ma non mi lamento perché se la mia storia andrà avanti un giorno lui sarà mio marito e dovranno accettarlo per forza; se ci lasceremo, nessuno avrà nulla da dire. Le madri sono lungimiranti ma possono pur sempre sbagliarsi… Il loro giudizio negativo può infastidire ma può essere l’occasione per aprire gli occhi sulla persona che abbiamo accanto

  4. 4
    gimmy -

    I genitori conoscono la loro vita e non quella deglia altri. Tendenzialmente si preoccupano sempre per i figli affinchè non soffrano e non patiscano i tormenti che loro stessi hanno sperimentato prima di te. Guai se non lo facessero,sarebbe innaturale…un giorno lo farai pure tu e capirari che fare il genitore è un mestiere abbastanza difficile… però devono farlo nella misura in cui tutto non diventi un ossessione,in quanto sono sempre convinto che i figli si devono assumere le responsabilità delle proprie scelte ,fare i propri sbagli e le loro esperienze perchè poi sono queste le cose che formano una persona,nel carattere e nella vita; in questo caso hanno avuto ragione come potevano benissimo avere torto ,perche 6 anni non sono pochi e ammesso che non sei una ragazzina, li hai vissuti comunque bene con lui escludendo la loro parentesi. Magari ti ha lasciato in realtà stanco di non essere accettato dalla tua famiglia e si è reso conto che cosi non poteva più continuare…perche dev’essere dura dover stare sempre sul banco di prova e domostrare agli altri che anche tu aldilà di un carattere difficile sei una persona per bene; la mia è solo una supposizione ,comunque la verità è che i rapporti cominciano e hanno una fine per svariati motivi,credo solo fermamente che tutti hanno diritto ad una chance ,avvolte dietro caratteri duri si nascondono problematiche lasciati da un trascorso pesante e vanno aiutati e capiti e non messi alla ghigliottina a prescindere. Nessuno nasce cattivo!! Io personalmente non ho mai avuto questo problema,sicuramente perchè per un figlio maschio è diverso,ho dei genitori che non si sono mai intromessi nel mio privato ,però ti ripeto è giusto e sacrosanto lasciare agli altri il beneficio del dubbio.

  5. 5
    Miss unknown -

    A me sta capitando ora stesso qualcosa di davvero simile.. I miei non vogliono più vederlo, e come i tuoi, dicono che non è adatto a me e, sperano che ci lasciamo, sono due settimane che lotto contro di loro e mantenere vivo la nostra storia, tra difficoltà e esasperazione non sappiamo se riusciamo ad arrivare a domani, perché i litigi a causa di questa situazione non mancano.. Solo che io sono fidanzata da quasi due anni.

  6. 6
    nevealsole -

    @miss unknown
    Bisogna superare questa cosa come coppia perché anche se in futuro i tuoi si ricrederanno,e magari per primi tenteranno un avvicinamento, il tuo fidanzato e tu stessa non dimenticherete facilmente la loro opposizione iniziale. Ti capisco pienamente perché anche io ho passato momenti in cui avrei pensato di non farcela. Nel mio caso più che di opposizione si tratta di totale disinteresse: non c’è nemmeno la constatazione dell’esistenza del mio ragazzo. Addirittura mio padre gli ha dato un nomignolo. Questa situazione mette alla prova una coppia, ora io ho 22 anni e lui 28, è stanco di fare la “coppia di fidanzatini”. E allora sono io che pian piano ho cercato di integrarmi con la sua immensa famiglia, partecipare (con i giusti tempi) a cene ed eventi vari, tenendo conto che ai miei genitori non fa piacere ma io non sto facendo niente di male e lo sanno benissimo. Non possiamo compiacere sempre i genitori. Nel mio caso ci sono differenze economico-sociali anche grandi, figurarsi cosa si potrebbe pensare: cosa fa quella brava ragazza vicino ad un operaio? Purtroppo non sono cose superate. I miei hanno messo in atto un vero e proprio ricatto dicendo che posso fidarmi solo di loro, e che non devo portare i problemi in casa. La maturità della coppia deve uscire da questi intoppi e bisogna procedere per la propria strada senza portare rancori, senza rabbia, senza incagliarsi. Purtroppo certi genitori non accettano che il figlio ami altri a parte loro.. Ma verso di loro dobbiamo avere sempre molto più che rispetto.. Devozione.. Pur non lasciandoci contaminare dalle loro cattiverie.. E poi queste battaglie vanno fatte accanto ad un compagno che, oserei dire, reputi per la vita. Perché mettersi contro mi genitori non è emotivamente gratuito

  7. 7
    ets -

    A me è capitato nelle penultime due relazioni che in totale mi sono durate quasi 5 anni.
    Una vitaccia, ma io, come in tutte le cose, sono uno che ci mette impegno e non si arrende per cui, benchè mia mamma mi rendesse la vita impossibile, non ho dato a lei ascolto.
    Le storie sono terminate quando sono successe cause indipendenti dal volere della mia famiglia.
    O quando la mia fidanzata ha cominciato a non sopportare più mia mamma. Ma figurati se, con tutte le cose che ho da fare, potevo mettermi in mezzo alle beghe tra mia mamma e la mia ex. Pensavo sinceramente che lei fosse più intelligente a poter soprassedere alle fisime e al carattere di una donna anziana e dunque di altri tempi.
    Ma evidentemente mi sbagliavo e chi è scappata è lei, dunque si vede che non era proprio la storia della vita dato che è terminato per un problema che hanno il 99 delle coppie.

  8. 8
    mk303 -

    infatti.. io emotivamente nell’ultimo periodo non ce la facevo più, provo rabbia perchè non potevo condividere ciò che era importante per me con loro che erano parte di me. Vedevo tutte le mie amiche che portavano i loro fidanzati a casa e io non lo potevo fare. quest’estate sono andata in vacanza una settimana e mia madre al ritorno non mi ha parlato per più di due mesi. Ma Per sei anni sono stata determinata sono andata contro tutti e tutto per di stare con lui e non me ne pento. nonostante sia molto sensibile e questo mi ha fatto male, ma l’ ho fatto perché credevo in quell’amore. Ma con il senno di poi è lui che mi ha lasciato, non penso l’abbia fatto perché i miei genitori erano contrari sennò l’avrebbe fatto tempo prima. Forse doveva andare cosi, non è tutto rosa e fiori e forse un giorno a mente più lucida potrò capire meglio.
    io comunque ho 25 anni e lui 27.

  9. 9
    nevealsole -

    “Provo rabbia perchè non potevo condividere ciò che era importante per me con loro che erano parte di me” come ti capisco… A volte mi sento in colpa perché esco con lui, perché per andare a cena con lui (ogni morte di papa) uso i soldi dei miei.

Scrivi un Commento

I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18, 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica etc) o promozionali. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema": per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
(1) modifica possibile prima della pubblicazione solo dallo stesso computer del commento (da qualsiasi postazione se hai fatto il LOGIN).
(2) i commenti fuori tema vengono cancellati alla sessione successiva; le risposte ai commenti fuori tema non vengono pubblicate, è possibile però rispondere in Chat.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.