Salta i links e vai al contenuto

Mi sento morta dentro!

di

Caro direttore…

Ricomincia un periodo schifoso, speravo di esserne uscita ed invece ci risiamo.

Dolore, tanto dolore, mi sento morta dentro. Dopo tutto quello che ho passato nell’ultimo anno, la morte di mio padre, poi quella di mio nonno e poi ho perso il lavoro e poi mi ha lasciato il ragazzo; sarà che giovedì è un anno che mio padre non c’è più, ma io sono tornata a stare male.

Non lavoro, non esco, non me ne importa nulla di farlo, mi sento morta, stanca, ho voglia di cambiare amicizie e di trovare lavoro, ma nulla, unico mio diversivo, la palestra. Non ho il coraggio di andare di porta in porta a chiedere lavoro, mi sento la figlia di serie b rispetto a mio fratello piccolo, non è colpa sua. Io rivoglio mio padre, era il mio motore, mi sento morta senza lui, era quello che mi dava uno scopo, anche se discutevamo sempre, gli avevo promesso di essere forte per la mia famiglia, l’ho fatto per tanto, durante tutta la sua malattia,e dopo … non ce la faccio più, mi sento soffocare, piango e piango e piango. Sono brava a tenermi tutto dentro, a non far trapelare nulla di me. Non so più neanche io cosa voglio o no,  appunto mi sento morta, 30 anni , non lavoro, pochi amici e nessuno accanto…Sono cazzate, lo so, ho la salute ed una famiglia vicino. Ma quanto vorrei ricominciare a vivere,

 

L.

L'autore ha scritto 13 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

9 commenti a

Mi sento morta dentro!

  1. 1
    Davide -

    Ciao
    Io sono nella tua stessa situazione o simile.
    Ogni giorno mi sveglio felice, ma parte delle vicende del giorno mi butta giù.
    E nonostante tutto credo che se sono qui a scrivere a te non è per caso.
    Ho avuto varie soluzioni fin troppo semplici per stare meglio ma da tempo ho capito che se devo star meglio a discapito degli altri che staranno ancora peggio allora non ci sto.
    Prendi chi sta bene utilizzando scorciatoie di ogni tipo, che vantaggio ne trae, una vita finta come quella in tv , che è finta anche quella.
    Cerchiamo di star bene noi e lottare perché il nostro corpo ci dia le giuste indicazioni per fare quello che nella vita riteniamo l’azione corretta.
    Grazie
    Davide
    Nessuno

  2. 2
    Sofia -

    Cara leidia….non sai quanto io possa capirti alla perfezione… Semplicemente perché io sono uguale a te…identica a te come stato d’animo…ho avuto un brutto destino…sono 10 anni che scivolo solo da un inferno all altro.un inferno in ogni campo della mia vita..amore lavoro amicizia salute..e tutto in generale….10 anni di lotta contro tutto e tutti.tra cui avvenimenti molto tragici come te..ma non voglio parlarne..a distanza di tempo ancora non riesco neanche a parlarne…come se la mia mente tirasse giù una serranda ..chiuso..per non sentire e non vedere..ma io so che c’è… Quella enorme e infinito dolore c’è e ci sarà sempre…. Il dolore che abbiamo io e te è come un marchio a fuoco! ..possiamo fare finta di nulla..con tutti gli altri..perfino con noi stesse! Ma lui c’è sempre costantemente.. E mai andrà via..il tempo non guarisce un cazzo!…semplicemente aiuta a sopportare le tragedie..a sopportarle di più.. Ma mai ad accettarle..mai!..lotto da anni con .me stessa per prima..
    Dentro di me c’è sempre quella parte che vuole che io mi arrenda e mi lasci andare totalmente… Ho ceduto..ho fatto una cosa estrema..mi sono salvata.. Ma le cose non sono cambiate.. Sono due mesi che non ESCO più di casa..non voglio più vedere nessuno ..sentire nessuno..dopo le ultime batoste di questa estate…io lo finita qua..
    Vado avanti perché respiro..perché mi sveglio al mattino..soppravvivo..proprio perché sono costretta… Non mi ricordo neanche più cosa significa vivere..forse perché io non ho mai vissuto la vita…l’ho sempre subita..e lottato..non so cosa significhi vivere per davvero! Avere un ragazzo accanto che ti ami..fare veramente l’amore non solo sesso per fare qualcosa,passare un momento un po tranquillo senza ansie probblemi,senza che accada qualcosa contare su qualcuno,potersi confidare,condividere qualcosa con qualcuno,avere un lavoro ,guadagnare dei soldi..essere libera …avere amiche ..uscire…divertirsi…ridere…gioire..stare bene insieme..e tante altre cose..non so cosa siano tutte queste cose ..io conosco solo la disperazione l’odio e la sofferenza..solo questo conosco..

    Io sono molto intelligente e sveglia…so capire molto gli altri e gli consiglio sempre e cerco sempre di far venire fuori il meglio di loro..farli svegliare e ragionare…ma per te…io non posso aiutarti…non posso farlo..non sarò mai la classica che dice le solite stronzate ” dai tranquilla va tutto bene,non essere pessimista, la vita è bella”..mai da me sentirai queste parole..
    Non posso aiutarti…ne consigliarti… Posso solo dirti di essere forte e continuare a lottare. ..di non toglierti mai la vita..e di stare tranquilla per tuo padre…lui è sempre accanto a te..e tanto lo rivedrai..ti aspetta nell aldilà.. Lo rivedrai…è solo andato via temporaneamente ma lo rivedrai…( Solo SE NON TI TOGLI LA VITA..SE DOVESSI MAI FARLO UN GIORNO NON LO RIVEDRESTI ASSOLUTAMENTE E NON ANDRESTI NEI BEI POSTI..ESPERIENZA PERSONALE)

    …solo questo posso dirti..ciao

  3. 3
    rossana -

    Leidia,
    se sei stata forte durante la malattia di tuo padre, è umano che ora risenta di un momentaneo lasciarti andare alla sofferenza, incrementata da un’ulteriore perdita e dall’impossibilità di trovare lavoro, che è per molti il perno su cui reggere la propria autostima di base.

    sei molto giovane e potrai di certo recuperare. le cosiddette Feste dovrebbero essere cancellate dal calendario. avevano forse un senso un centinaio di anni fa ma ora non sono che un orpello in più, a enfatizzare troppo spesso solitudine e disagio. non permettere loro di aggiungere altro dolore al tuo già pesante fardello!

    un abbraccio.

  4. 4
    Gaudente -

    quindi non lavori e la famiglia ti mantiene (vai pure in palestra). Praticamente il 90% della popolazione mondiale vorrebbe essere al tuo posto.

  5. 5
    Rossella -

    Ti consiglio di non perderti d’animo perché la vita è fatta di grandi contrasti. Non bisogna lasciarsi spaventare dalle tenebre perchè la luce esiste anche se la sua fonte è invisibile. Dall’altra parte mi rendo conto che la quotidianità del sacro è incompatibile con il secolarismo… talvolta mi chiedo se esistano dei luoghi in cui il sacro acquisisce la persuasiva evidenza di un accaduto. Ci sono delle persone che mi hanno dato l’idea di avere questa certezza ma sembravano come distaccate dal mondo. Non lo so, forse dobbiamo essere come loro o forse no? Nella vita di tutti i giorni è molto più difficile… non so come spiegare ma sembra quasi di apparire come delle persone indolenti. Questo accade perché il combattimento interiore ha meno valore di quello esteriore… quindi si cade, talvolta si cade nello scoraggiamento ma a quel punto si capisce che non è necessario distaccarsi dal mondo, basta rinunciare alle apparenze e vivere quello che viene senza farsi tante domande. Bisogna accettare la realtà dei fatti e pensare che infondo tutto passa. Con questa gioia nel cuore si riesce a cogliere anche quel poco di buono che altrimenti rischierebbe di perdersi nella confusione del mondo. In bocca al lupo ;)

  6. 6
    Sofia -

    GAUDENT..VA BENE NON CAPIRE UN CAZZO DI NIENTE DELLE LETTERE…MA devi proprio sparare ste STRONZATE?! Ma sai quello che scrivi..no he! Si vede!
    Ma come fai a scrivergli una cosa del genere?!

  7. 7
    Golem -

    ‘Sto cazzo di secolarismo che ci fa perdere la sacralità del quotidiano. E io che pensavo ingenuamente che ‘sta crisi fosse colpa della Lehman Brothers e dei derivati che hanno creato la bolla finanziaria che ha messo nei casini l’Occidente.
    Rossella è sempre illuminante. Ha ragione: la luce esiste anche se la sua fonte é invisibile. Ma chi paga la bolletta?

  8. 8
    Gian88 -

    Penso di capirti molto bene. Non ho passato tutto quello che hai passato tu ma la sensazione che provai un po di mesi fa credo fosse la stessa. Purtroppo ci vuole solo tempo e un po di impegno ( parola strana in questa situazione lo so) da parte tua. Non dico che se ne esce facilmente, dopo ormai 11 mesi posso dire di stare “bene” ma il futuro è ancora oscuro per me e mi sento smarrito. Tutte le convinzioni che avevo sulla vita, sui rapporti, su cosa fosse giusto o sbagliato, sul lavor sono andati a farsi benedire. Ti sono vicino e ti auguro davvero di passare questo momentaccio. Un abbraccio.

  9. 9
    Yog -

    Hai subito una serie di eventi stressanti e ci vorrà del tempo per assorbirli. È normale. Non fare assolutamente nulla, dai solo tempo al tempo e continua con la palestra.

Scrivi un Commento

I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18, 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica etc) o promozionali. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema": per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
(1) modifica possibile prima della pubblicazione solo dallo stesso computer del commento (da qualsiasi postazione se hai fatto il LOGIN).
(2) i commenti fuori tema vengono cancellati alla sessione successiva; le risposte ai commenti fuori tema non vengono pubblicate, è possibile però rispondere in Chat.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.