Salta i links e vai al contenuto

E’ maledettamente dura andare avanti

di

Salve a tutti, questa lettera è il mio ennesimo sfogo…cerco di trovare un po’ di serenità e conforto tra di voi perché qui siamo un po’ tutti sulla stessa barca. Le persone con cui mi confido, due amici e genitori non possono sopportare a lungo questo mio stato d’animo, non voglio che le mie sofferenza siano un peso. La fanno tutti facile quando non la stanno vivendo in prima persona, sono tutti delle rocce.

Breve sintesi: ho scritto una lettera recentemente “Sono perfetto ma non mi ama più”, dove spiego che la mia ragazza dopo quasi due anni ha cambiato i propri sentimenti nei miei confronti, non sapendo più se mi amasse o meno. Mi ha giurato non ci fosse un’altra persona, e tutt’ora lei afferma che non si spiega il motivo di questo suo raffreddamento visto quello che era il nostro rapporto. Io riflettendo le mie idee me le sono fatte: ha iniziato l’università quest’anno da fuori sede nella mia stessa città, ha iniziato a frequentare una nuova compagnia di amicizie e sebbene all’inizio fosse ancora presa con me e stesse sempre con me, mai avuto un attaccamento morboso comunque, dopo aver visto che io non potevo più darle molto altro di diverso da ciò che abbiamo sempre avuto amorevolmente, si sia stufata.

Premetto che alla nostra conoscenza io venivo da una storia seppur breve che mi aveva fatto soffrire molto, per una ragazza che anche essa si era stufata e mi aveva cornificato pure a mia insaputa, dicendomi le ormai note parole “sei perfetto ma non provo più lo stesso”. Ne sono uscito a fatica, in quanto mi sono sentito una schifezza rifiutata, è stato un colpo devastante per la mia autostima, ma essendo all’ultimo anno di liceo sono riuscito con l’aiuto degli amici ad uscirne. Ero di nuovo sereno finalmente quando ho incontrato lei. Ero forte, sicuro di me, pieno di autostima, mi volevano tantissime ragazze, ma ho scelto lei. Lei perché era meravigliosa ed era la storia che da sempre cercavo: una ragazza determinata ma coi piedi per terra, dolce, non era per nulla snob e rideva sempre alle mie battute. Mi sono sentito amato e speciale per una volta, credevo di aver trovato la ragazza perfetta per me. Io l’ho sempre resa felice, l’ho sostenuta in tutti i momenti di difficoltà, e quando ne ho avuto bisogno io anche lei lo ha fatto, seppur facendomi notare che ero cambiato e non ero più il ragazzo felice che aveva conosciuto. Certo ho avuto un brutto momento in quanto ho fallito un test di ammissione per una facoltà per me importante, avevo esami indietro nella mia facoltà ed ho passato l’esame a studiare. Ero stressato, ma ho superato tutto. Ero tornato quello di sempre. Però lei va all’università, cambia, diventa dipendente dai social per farsi notare, conosce tante nuove persone, e io passo in secondo piano. Sopporto ed alla fine un mese fa ci lasciamo, perché lei non voleva farlo, ma per me la sua freddezza era insostenibile. Ma mi domando perché, perché si cambia così. Lei diceva che il sentimento non era più lo stesso di prima, ma è ovvio che col tempo cambi, mica può rimanere sempre l’innamoramento. 

Ho letto recentemente una parte di un libro che paragonava l’amore al trasferirsi in una casa nuova: all’inizio la novità è eccitante, ma poi ssi inizia ad apprezzare anche il difetto della casa, quell’asse di legno che cigola in un certo punto, quella crepa sul muro, e in un certo senso ci si sente sicuri e si ama questa sicurezza che ci da la casa perché è NOSTRA. 

Ora la mia situazione è questa: finito il liceo, i miei amici sono tutti a studiare in diverse città dalla mia per cui non li vedo mai. Con altri ho perso i rapporti che avevo. Mi trovo solo, perché nella mia facoltà di poche persone gli amici che ho sono pendolari e non si fermano mai qui in città per la vera vita universitaria.

Mi sento solo, prima avevo lei ed era tutto meraviglioso, era un punto di riferimento che davvero credevo non avrei mai perso. Lei invece ha tanti amici, non ci pensa nemmeno, va avanti e si diverte, nonostante tutto quello che ha preso da me per due anni. Per me è così difficile, la tolgo dai social ma non resisto alla tentazione di sapere cosa faccia, non riesco a smettere di pensarla…mi rendo conto che non ci sia più, quello che mi manca è la mia lei che avevo prima dell’università, quella che mi faceva sentire amato e speciale come fossi l’unico sulla terra. 

Vorrei uscirne al più presto tanto il sentimento da parte sua è andato, non tornerà…voglio dimenticarla, vorrei trovarne le forze, ma è difficile…

Grazie se avete letto fino a qui, un abbraccio a tutti

 

L'autore ha scritto 4 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

9 commenti a

E’ maledettamente dura andare avanti

  1. 1
    TheMatrixx -

    Ciao
    Beh il tutto mi sembra maledettamente semplice, nel senso di quello che ha provato la tua ragazza:tutto nuovo,vita nuova perchè tenere l’ancora vecchia?Purtroppo è così caro mio, e me ne dispiace per te perchè immagino tutte le domande che ti poni, i dubbi.Probabilmente sei stato anche perfetto, ma non è abbastanza.Quando parte il famoso chip, e non necessariamente deve avere qualcun altro come (forse)in questo caso, si inizia ad essere visti come un ostacolo, ecco penso che lei ti abbia visto così dopo il suo trasferimento, nel senso di non voler avere obblighi a qualcuno a cui pensare.Forse proprio per non tradirti si è comportata così, ciò non toglie che magari ci stava qualche calabrone attorno.
    Non farti una colpa, non devi.
    Tutto và come deve andare quando c’è lo status quo delle cose ma come subentrano cambiamenti di vita fondamentali, è facile che la nave tagli la vecchia ancora per approdare in un porto nuovo, avendo o non avendo una meta precisa.
    Se hai dato il massimo sii orgoglioso di te stesso, spesso se avresti anche dato di piu’ niente sarebbe cambiato.
    Adesso il mondo va avanti così, i tempi son così, cerca di accettarlo e non perdere troppo tempo della tua vita su questo fiore che se ne è andato, ne arriverà un altro, e dopo ancora e ancora (ti chiedi se..?si intendo che sarà così, allora vivila serenamente questo era di superficialità)
    E sorridi lo stesso, tu sai amare e questa è la cosa piu’ importante.Non è da tutti, sai?

  2. 2
    Pulz_7 -

    Ti ringrazio per le tue parole Matrix, mi sono di aiuto…forse un giorno si sveglierà e capirà cio che ha perso, e se ne pentirà. Ma quel giorno spero di essere lontano anni luce da questo mio stato d’animo, non c’è tempo per persone che ci amano solo per convenienza e ci cacciano appena sanno che possono andare avanti anche senza di noi…è ingiustizia, egoismo, troppo comodo così…

  3. 3
    MAVERIK -

    Ciao, mi accodo a quello che ha detto matrix qui sopra. Purtroppo oggi il mondo và così e non ci possiamo fare assolutamente niente. Se ti può consolare e farti stare meglio pensa che la mia mi ha lasciato 5 mesi fà dopo 11 anni di fidanzamento. 11 anni in cui non gli ho mai fatto pesare il fatto di essere appena in sovrappeso, e anzi, gli dicevo che l’importante era che lei si sentisse bene con se stessa, qualunque cosa decidesse di fare o essere nella sua vita. Abbiamo passato assieme una tremenda malattia di lei (e a causa di quest’ultima abbiamo ritardato la nostra convivenza di almeno 4 anni buoni).
    Ora che stava molto meglio ed è quasi completamente guarita gli ho chiesto di andare a convivere e formare una famiglia nostra e lei sai cos’ha fatto. Ad 1 settimana dalla convivenza se nè andata dicendo di vedermi come un amico o un fratello.
    E’ stata dura all’inizio, stavo quasi per odiarla, ho fatto mesi tremendi per poi risalire. Da un paio di mesi stò molto meglio, ci sono ancora momenti bui della giornata, ma và meglio. Domenica ho preso coraggio e l’ho affrontata, avevo dei sassolini dalle scarpe da togliermi. Lei mi ha detto che ci ha provato, ma dentro di se sentiva crescere qualcosa che la stava consumando e in effetti da quando mi ha lasciato è rifiorita, è una persona rilassata e si vede distante 1 km.
    Comunque dopo domenica ogni giorno mi sento meglio, io mi sono liberato da un peso che avevo dentro e le parole di lei mi hanno fatto capire che è cambiata e che non ha più nessun senso sperare in un ritorno. Il suo carattere dopo la malattia è cambiato, è diventata molto più forte e in questa forza ha capito che non si vedeva bella, era sovrappeso. Ha cominciato ad andare in palestra e ha perso molti chili, la malattia le aveva fatto perdere i capelli e adesso le stanno ricrescendo e così stà riscoprendo il gusto di essere una donna. Vuole vedersi corteggiata e sentirsi donna e io ovviamente dopo tanti anni assieme non gli davo attenzioni come…

  4. 4
    MAVERIK -

    primo giorno. Ecco che automaticamente io sono diventato un peso, la mia idea di convivenza le avrebbe tolto il benessere monetario che ha con i suoi genitori a casa e dentro di lei è nato il desiderio di cambiare vita. Io non la biasimo, era una persona intelligente e se è arrivata a fare questa scelta ci ha pensato molto. Le persone cambiano nel corso della vita e mai come ti aspetti.
    Purtroppo la società di oggi è questa, se qualcosa non và si butta e si passa al nuovo, non si cerca di aggiustare la situazione. Proprio martedì ho festeggiato 60 (sessanta!!!!) anni di matrimonio dei miei nonni e per un pò ho provato invidia per loro, queste cose non succederanno più in futuro.
    Perciò caro pulz, ritieniti fortunato che la tua abbia capito certe cose dopo solo 2 anni e mezzo e non dopo 11 come me. Tu sei giovane (anche io per quello), ma affrontare la vita a 25 è una cosa completamente diversa che a 32 come me. Io devo convivere con al mio interno un idea irrealizzata di formare famiglia, tu questi pensieri non credo proprio li facessi, quindi come ti ha detto matrix, vivi la vita in modo spensierato e prendi quello che ti offre senza farti troppi problemi.

    Ah, un ultima cosa, non recriminare mai. Io pensavo di essere il debole della situazione,quello che stava peggio, ma dopo domenica ho capito che io ho dato il massimo, per lei ma soprattutto per me. Io ci ho creduto ed ero convinto dei sentimenti che provavo per lei. Quando l’ho vista d questo punto di vista è cambiato qualcosa in me e mi sono sentito leggero, io non ho nulla da recriminare, ci ho provato e sò che ho un carattere forte. E’ lei quella che ha capito tardi chi è e cosa vuole dalla vita.

  5. 5
    Golem -

    Sei troppo buono, troppo “perfetto”, troppo “dipendente”. Solo quando diventerai autonomo, sicuro di te e quasi “disinteressato”, la femmina si interesserà a te. Ed è anche giusto che sia così. Una donna sente con l’istinto, si innamora con la fantasia e ama con la testa quando capisce di avere al suo fianco un compagno. Non un cagnolino. Quello che temo sentisse nei tuoi confronti.
    Ma poi, a 25 anni, non avete neanche cominciato le prove generali dell’amore.
    Comincia a dedicarti a te stesso, e vedrai come cambiano le cose da “quel ” punto di vista.
    Auguri.

  6. 6
    marcoxx86xx -

    Ha un altro… ci sono passato pure io. Lei si era fatta nuovi amici e si era innamorata di un altro mentre stava con me.aveva cambiato vita introducendo delle novità che l’hanno portata a farsi amicizie che non aveva e a conoscere lui e mandarmi a quel paese senza pietà.

  7. 7
    MAVERIK -

    Mah Golem, non è sempre così fidati. Io non ero assolutamente dipendente da lei, avevo i miei interessi e hobby che coltivavo, alcuni con lei e altri da solo o con amici. Non sono mai stao morboso, anzi era lei all’inizio, tanto che dopo 2-3 anni l’avevo lasciata perchè eravamo solo io e lei e basta e io scoppiai. Dopo quell’episodio parlando, trovammo il nostro equilibrio e tutto andò avanti bene. Quindi vedi che quello che hai detto può significare tutto e niente…..

  8. 8
    cam -

    Mi accodo al primo utente che ha commentato. Concordo su tutto, anche a me è capitato e sono donna. Il ragazzo in questione si è chiuso in se stesso, ha cominciato a vedermi come un ostacolo e a colpevolizzarmi di tutti i suoi mali. Si è trasferito e ha cambiato vita. Quando mi ha lasciata, ha iniziato anche a comportarsi male. Prima sembrava non avesse amici o ne avesse pochi e non potesse frequentarli per vari motivi; quando mi ha lasciata ha iniziato a frequentare il mondo, era sempre a feste. Quindi è la prova che era solo una scusa. E meno male che non ti ha chiesto di rimanere amici, perché a me ha chiesto anche questo il ragazzo di cui ti parlavo.
    Volta pagina, lascia stare. Evidentemente vuole godersi la gioventù, le stava stretta la vostra vita e non provava più il sentimento di prima.
    Buona fortuna

  9. 9
    Kid -

    Così va il mondo, sentimenti superficiali e romanzati, tanto che mettere le corna inizio a considerarlo legittimo .

Scrivi un Commento

I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18, 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica etc) o promozionali. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema": per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
(1) modifica possibile prima della pubblicazione solo dallo stesso computer del commento (da qualsiasi postazione se hai fatto il LOGIN).
(2) i commenti fuori tema vengono cancellati alla sessione successiva; le risposte ai commenti fuori tema non vengono pubblicate, è possibile però rispondere in Chat.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.