Salta i links e vai al contenuto

Lettera di un pesce fuor d’acqua

Ciao a tutti, mi sono appena iscritta perchè, principalmente, avevo un bisogno enorme di sfogarmi. Tra pochi mesi compirò 20 anni e credo di essere in una specie di crisi depressiva, crisi in cui sono finita dopo 6 anni per niente facili. All’inizio delle superiori sono stata vittima di bullismo psicologico e non l’ho mai davvero superato, limitandomi piuttosto a mandare giù e andare avanti: mi sono chiusa nella mia stanza e ho trovato nel computer quello che non riuscivo a trovare nell’ambiente esterno.Per giunta frequentavo (e frequento, dato che ho ripetuto il terzo anno) una scuola che non mi piace ma che non ho voluto cambiare a causa della paura del cambiamento. Sono una persona molto sensibile, empatica e molto permalosa e selettiva dopo quanto è successo a 14 anni, faccio fatica ad aprirmi con i miei coetanei dato che fin da bambina ho avuto il terrore del giudizio altrui. Da tempo però sto pensando che il bullismo è stato solo la goccia che ha fatto traboccare il vaso: la verità è che ho sofferto molto il passaggio dalle elementari alle medie (alle elementari ero in una classe bellissima in cui andavo d’accordo con tutti, sono stati anni veramenti stupendi), ricordo che in prima media facevo molte assenze e, anche se dopo mi sono abituata e ho conosciuto due ragazze simpatiche, ho cominciato a passare intere giornate al computer. Il computer è diventato il mio mondo (da piccola lo erano i disegni e le storielle che scrivevo, dato che ho molta fantasia), ma in modo quasi.. morboso: fin da piccola (anche se in misura minore, diciamo normale per una bambina creativa che comunque ha le sue amiche) ho sempre voluto vivere in un mondo immaginario, fantastico, in cui avrei potuto vivere avventure ed evadere dalla monotonia e dal grigiume del mondo reale. Oggi magari non immagino più un mondo stile fantasy, ma vorrei essere nata in un’altra epoca, dato che non condivido quasi nulla con i miei coetanei e adoro determinate ere storiche. Questo desiderio è diventata un’ossessione, ormai se leggo o guardo qualcosa che mi piace penso “è inutile perdersi a sognare, prima sognare era un modo per evadere, mi provocava soddisfazione, ma ora non provo più piacere in niente, anzi, più sogno e più penso che TUTTO QUESTO NON LO POTRò MAI VIVERE”. Non ho più amici da 6 anni, passo le giornate in casa o con i miei genitori e sono davvero stanca, troppo spesso mi fermo a pensare al suicidio per poi sentirmi stupida dato che c’è gente con problemi davvero gravi che non si scoraggia. Vado da una counselor ma non ho il coraggio di dirle a voce che il mondo di oggi non mi piace e che, che ne so..avrei voluto vivere nell’Antica Roma, ecco! Ho paura che pensi che sono pazza (già io sto inziaindo a pensarlo seriamente). Insomma, scusate il papiro ed eventuali errori di grammatica o di sintassi, ma ho scritto tutto si getto sperando che qualcuno mi dia un suo parere o un suo consiglio.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

12 commenti a

Lettera di un pesce fuor d’acqua

Pagine: 1 2

  1. 1
    giancarlo97 -

    ciao,non sei l’unica in questa situazione,anche se ho due anni in meno di te ti capisco perfettamente…non posso consigliarti nulla perche non ho elementi per farlo

  2. 2
    Sakino -

    Che noia…

  3. 3
    Rossella -

    Quando si è molto giovani il giudizio della gente ha un valore determinante perché l’essere umano per natura vorrebbe trattenere tutto. Ti dirò che non ho mai patito questa cosa perché quando stai in piazza realizzi che si parla e si sparla senza un perché… è la curiosità che fa parlare; curiosità che di per sé non ha un carattere nobile; infatti fin da piccoli veniamo educati a guardare in un certo modo… camminiamo guardando in un punto senza dare l’impressione di fissare chi ci sta davanti perché la persona non è un obiettivo e perché dobbiamo cautelarci. A proposito del corpo si parla di linguaggio… esiste un linguaggio del corpo che in teoria dovrebbe essere inequivocabile, ma purtroppo nessuno è perfetto. Il corpo è debole, ma lo spirito deve essere forte e compassionevole. Se entri in questo ordine d’idee accetti tutto. Che poi, voglio dire, tutti siamo curiosi… oggi poi sembra addirittura un pregio. Guarda, la cosa più importante è riuscire a stare sempre un passo indietro alle colonne d’Ercole della curiosità perché quando ti dai un obiettivo perdi la bussola (il senso dell’orientamento). Meglio avere una percezione fluttuante della realtà circostante per meditare sulle sensazioni di pelle e per diventare più miti. Non bisogna resistere alla vita. Alla mia età guardo la vita con occhi diversi perché mi sembra tutto più leggero se paragonato ai distacchi che rientrano nell’ordine naturale delle cose. Che dire? Non ti scoraggiare… ti faccio un grande in bocca al lupo! Un grande abbraccio ;)

  4. 4
    Steven92 -

    Ciao MyriamGreen,sai io ti capisco perfettamente e anche se ho 3 anni in più di te e sono un maschio non posso far altro che darti ragione quando dici che il passaggio da una scuola all’altra e stato per te traumatico;bhe vedi,in realtà,ogni tipo di cambiamento per le persone abbastanza sensibili come te,me e molti altri è un problema;ma purtroppo fa parte del gioco della vita,si nasce,si cresce,si fanno nuove esperienze,si cambia scuola,lavoro,casa e cosi via. Il problema sta nel trovare le forze per affrontare tutto ciò,prima lo capirai e meglio è,purtroppo torno a dire la vita non è tutta rose e fiori e tu devi essere la prima a metterti in gioco !!Cosi facendo non risolverai niente di niente,per quanto ancora potrai andare avanti nascondendoti e fuggendo dai tuoi problemi? Ricordati che il miglior modo per superare le paure è affrontarle !! E fregatene se la gente parla, spettegola sottovoce,quello fa parte del marcio del genere umano,pensa che avranno da ridire su qualsiasi cosa fai,buona o meno buona che sia….E fidati se te lo dico io che ho passato un paio d’anni proprio come te davanti ad un pc estraniandomi dal mondo intero,ho avuto la forza di rialzarmi,di uscire e adesso sono una persona sicuramente più sicura di me stesso.

  5. 5
    Golem -

    Nell’antica Roma, ma in una casa patrizia però! Altrimenti avresti scritto sul Forum Traiani di “Litteras ad Director” che facevi una vita infame come schiava e che il tuo sogno era di nascere nel 2000 d.C.
    Che posso dirti. Non ti scoraggiare. In bocca alla…Lupa.
    Et Magnus Amplectaris

  6. 6
    Yog -

    Ma perché paghi una counselor se poi non le dici la verità? È come andare dal dentista e dire che non hai male da nessuna parte. Risparmia i soldi della counselor e comprati un Iphone 6S, vedrai che poi non stai più tanto davanti al computer. Quanto al bullismo, se sono passati 6 anni puoi anche smetterla di pensarci, più che empatica sei ben rancorosa!

  7. 7
    MyriamGreen -

    Sakino, spero che tu sia più intelligente dei commenti che lasci. Yog, riguardo alla counselor hai ragione, devo cercare di superare la mia paura del giudizio degli altri e aprirmi di più, ma devi sapere che il bullismo non è una passeggiata e anche dopo 6 anni delle cicatrici restano (non sono entrata nei particolari su questo fatto, ma ti basti sapere che da allora soffro di disturbi psicosomatici).

  8. 8
    Vale -

    MyriamGreen, da quel che scrivi riguardo al tuo sognare, al tuo sentirti disadattata nel mondo, ti posso dire che non sei assolutamente pazza. E’ qualcosa che provano in molti, se non tutti, specie durante l’adolescenza.
    Io sono ben più grande di te e ti posso dire, assicurare, che la vita non sarà sempre così come è adesso.
    Comunque mi sento di dirti due cose:
    prima di tutto ha ragione Yog, è inutile che vai da qualcuno per farti aiutare se poi non ti fai aiutare (scusa il gioco di parole). Può darsi, però, che andare da un counselor non sia la via giusta. Se non ce la fai a esprimere il tuo disagio con le parole, ci sono altri tipi di aiuti terapeutici mediante l’arte o la musica o il taetro. Non sto parlando di corsi, sia ben chiaro, ma di terapie fatte da professionisti. Se hai subito bullismo fino ad avere disturbi psicosomatici, io penso che un aiuto tu lo debba chiedere.
    La seconda cosa che voglio dirti è: ogni volta che hai paura del giudizio degli altri, ricordati che tutti hanno delle insicurezze, anche chi ti pare sempre sicuro di sè. E non c’è da vergognarsi a essere quello che si è.
    Qualcuno una volta ha detto: non ci preoccuperemmo tanto di quello che gli altri pensano di noi, se sapessimo quanto poco ci pensano. E con questo spero di averti fatto sorridere…:)

  9. 9
    MyriamGreen -

    Grazie per i consigli, in questo periodo sto appunto cercando di aprirmi di più rispetto a prima,e dovrò anche parlare alla counselor di questo disagio che provo, dato che più passa il tempo più mi vengono attacchi di ansia e di depressione che faccio fatica a gestire da sola. Credo che il problema sia il troppo tempo passato davanti al computer: prima ero una ragazzina che non pensava ancora al futuro (cioè a che cosa avrebbe fatto dopo la scuola)ma ora che è l’anno della maturità ho il terrore che passerò il resto della mia vita ad essere infelice e insoddisfatta dato che non ho più cercato di instaurare rapporti di amicizia vera preferendo il “mio mondo” alla realtà.

  10. 10
    Vale -

    Brava. Da quel che dici si capisce che sei una ragazza coraggiosa, che ha voglia di uscirne e ce la farai.
    Se riesci a migliorare il tuo rapporto con il counselor bene, se no io ti dico di non farti problemi a cambiarla: è lei che è al tuo servizio e se pensi che non possa aiutarti non farti scrupoli.

Pagine: 1 2

Scrivi un Commento

I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18, 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica etc) o promozionali. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema": per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
(1) modifica possibile prima della pubblicazione solo dallo stesso computer del commento (da qualsiasi postazione se hai fatto il LOGIN).
(2) i commenti fuori tema vengono cancellati alla sessione successiva; le risposte ai commenti fuori tema non vengono pubblicate, è possibile però rispondere in Chat.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.