Salta i links e vai al contenuto

Illustre pervertito? Chiedo opinioni e consigli seri

di

Buonasera a voi tutti. Sono una donna di 40 anni, conduco una vita normale, ho un lavoro, tanti interessi di buon livello che non tralascio ( mostre d’arte, viaggi culturali, sport, libri, concerti ) , un buon gruppo di amici e amiche, non tanti, ma buoni.
Un’esistenza normalissima.
Non sono stata sposata, non saprei dire perché. Mi sembra di avere un carattere serio, dolce, responsabile. Forse incontri non troppo fortunati, forse ho sbagliato qualche passaggio io. Non so.
Ma non ne faccio un motivo di ansia, di orologio biologico ormai in netto ritardo, come tante coetanee. Ho accettato che sia andata in questo modo, almeno per ora. Più avanti chissà. Non ho avuto molte storie nella mia vita, pur essendo una donna, dicono, attraente ed elegante, piacevole e di ottima conversazione. Mi piaceva pensare che un giorno, avrei potuto incontrare un uomo perbene, con il quale costruire un progetto di vita assieme. Un uomo completo, risolto, che non avesse quelle paure di tutto che spesso fanno fare errori e rinunciare. Non è capitato. È successo invece di incontrare una persona, per un caso fortuito, un uomo di prestigio culturale nel suo campo, con cui molto piacevolmente si è instaurata una conoscenza, da un sorriso, un primo sguardo, un caffè assieme, così, un giorno. Fu un incontro molto carino, mi sembrò fortunato quel giorno e come si era svolto e mi lasciò una bella sensazione. Persona interessante, anche un bell’uomo. Dopo lo scambio del numero di telefono, però sono cominciati degli atteggiamenti che mi hanno lasciato confusa. Capita a tutti di non rispondere immediatamente ad un messaggio o non sentire una chiamata, presi dalle cose da fare in giornata. Per lui era inaccettabile. Inizialmente mi sembrava un modo per dimostrare interesse, voglia di sentirmi. Ma invece, si rivelò una sorta di necessità impellente sua di immediatezza. sempre e comunque. Io per venirgli incontro, cominciai a tenere il cellulare in mano, cosa che non facevo mai. Sempre. Pensavo che erano le prime battute di una conoscenza ed era giusto capire meglio la persona.
Cominciò a pretendere che rispondessi dal lavoro, sempre. Mentre guidavo, in bagno, sotto la doccia. Ovunque.
Mi fece presente man mano che nella sua concezione di coppia non gradiva ” elementi estranei “. Amici insomma.
Io in un futuro non avrei dovuto avere contatti con amici maschi ( e ho amici amici veri da 20 anni, amicizie pulite e importanti) , lui avrebbe fatto lo stesso.
Mi chiese se avessi rinunciato alla professione, affidandomi completamente a lui.
Non gradiva andassi in palestra perché il telefono non ha ricezione lì, e si sentiva solo e senza la priorità.
Ovviamente mi capitò di non poter rispondere al telefono, perché impegnata a lavorare, o in banca o altrove.
Mi “punì ” con un weekend di assoluto silenzio, dovevamo ripensarci e riflettere.
E quando eravamo sul punto di rivederci, io avevo fatto secondo lui qualcosa di sbagliato e contrario alla ” coppia”, e repentinamente cambiava idea.
In una stessa giornata si progettava con dolcezza e sorrisi di passare l’indomani al mare, ad esempio. Di sera, cambiava umore e decideva il contrario.
Ha avuto momenti delicati in cui si è aperto un po’.
Ma in un tempo così breve ( tutto questo è durato meno di un mese ) , ha anche alzato la voce rabbiosamente più volte.
Chiarisco che l’accondiscendenza mia che emerge dal racconto,
l’ho mantenuta fino alla fine per capire e osservare meglio.
In ultimo ho espresso la mia opinione, chiudendo questa conoscenza.
Dicendogli che avrebbe dovuto provare a mitigare la sua decisionalità. E che non cercava una donna, ma una cosa da forgiare a sua immagine e somiglianza.
Essendo io donna sola sì, ma serena, e forte di te stessa, dolce ma ferma e dignitosa, non accetto dittatori.
Mi ha urlato forte che era deluso e tante altre cose che non ripeto.
Ho usato il termine pervertito, perché mi è parso francamente spaventoso in questi atteggiamenti.
Scrivo qui perché mi sento di nuovo libera sì, ( ho vissuto questo mese in ansia ) , ma anche amareggiata perché avrei voluto un compagno carino, affettuoso, normale con cui condividere tante cose.
Qualche vostra opinione può aiutarmi a capire meglio, a trovare confronto.
grazie a tutti.

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

112 commenti a

Illustre pervertito? Chiedo opinioni e consigli seri

Pagine: 1 2 3 12

  1. 1
    camy -

    Mah.. “Pervertito” è un’altra cosa.. Riguarda tendenze sessuali che causano disagio al prossimo, che esulano dalla normalità e da un sano interscambio intimo. Per cui mi pare importante come prima cosa cominciare a chiamare le cose con il loro nome.. Seconda cosa, questo qui è uno spostato, una persona con problemi psicologici. Il fatto che sia brillante non vuol dire che non ne possa avere anche lui. Terza cosa, è il primo che incontri o anche altri tuoi partner passati avevano problemi psicologici? Se è il primo sei stata solo sfortunata. Se ne hai “collezionati” altri così in passato allora riguarda un tuo problema che ti potrebbe spingere verso uomini inadatti che magari vedi trasfigurati inizialmente, cioè come non sono, e solo dopo ti rendi conto di quel che realmente sono. Se è cosi devi affinare le tue capacità di capire da subito chi realmente hai davanti e scartare così gli uomini inadatti.

  2. 2
    ets -

    Cara Idra da come si scrive traspare la tua gentilezza e la tua cultura nonchè la tua serenità di donna indipendente ed autonoma.
    Devo dire che il tipo ha avuto una fortuna sfacciata ad incontrarti ma evidentemente ha qualche turba psichica probabilmente derivate da una sua insicurezza di fondo per frustrazioni e abbandoni vari.
    E’ un uomo che per vivere vuole obbligatoriamente una donna e dunque molto insicuro.
    Peccato per te e le tue normali necessità, ma hai fatto bene a chiudere.
    Sono persone che nascondono anche delle cose, chissà quali.
    A me sono capitate delle persone simile, al femminile però. C’è anche la possibilità che lui si comportasse con te così come la sua ultima ex si comportava con lui.
    Comunque sia non era certo una relazione serena dal quale trarre qualche giovamento.

  3. 3
    marilena -

    Mi sembra che volesse un amica di penna più che una donna con cui condividere momenti e costruire qualcoaa di effettivo e solido. Sicura che non fosse separato da poco? Potrebbe essere qualche forte delusione recente ad averlo reso così insicuro. Forse avresti potuto cercare di parlare faccia a faccia con molta molta pazienza e conoscerlo prima di tracciare una riga per somme e differenze. Un mese è troppo poco. E stare bene con se stessi non significa cercare di farsi un quadro generale dell’altro per poi giudicarlo. Non ti sei data il tempo di spiegargli cosa per te può andare e cosa no. Né di affezionarti. Scusa se te lo dico ma la tua deacrizione sembra asettica. Ma dove si trova nella tua equilibrata persona la propensione ad aprirsi all’altro e ad amarlo? Permetti a te stessa di affezionarti di comprendere l’altro. Ecco il mio consiglio da donna a donna

  4. 4
    Golem -

    Idra, ma cosa devi capire: è un malato di mente. Non azzardarti a pensarci più. Come fai ad avere dei dubbi e cercare un confronto. Non ce n’è bisogno, e non farti prendere dal bisogno di aiutarlo, finiresti per rovinanti. Guarda avanti.

  5. 5
    idra40 -

    Grazie per i commenti e i punti di vista che mi sono dì aiuto per sondare meglio questo incontro.Per rispondere a Camy: no,gli altri uomini sono stati caratterialmente nella norma,senza stranezze perlomeno di questo genere.Magari scorretti, poco seri ,ma nessuno di loro ha mostrato questa volontà di comando.
    Perchè questa persona ,io penso,cerca una donna che annulli se stessa.Senza lavoro, senza amici, senza interessi.Che viva esclusivamente per la coppia.E che si metta nelle sue mani.
    Quanto alle ” perversioni”, mi è sembrato di leggerne qualcuna tra le righe.
    Con questa persona nel giro di un mese appena, come ho detto, lo scambio di messaggi o chiamate si è aggirato su un numero di 700 sms..
    Incontri no, per ” punizione” , come vi ho spiegato.
    Tra i milioni di parole, ha usato la parola estasi riferita ad una sua fantasia.
    Mi chiedeva per messsaggio di schiacciare coi piedi insetti di terra ( ragni, formiche ,scarafaggi ),” ammazzandoli senza pietà” ,parole sue.
    Inorridita perchè incapace di fare del male a qualsiasi creatura animale, sia pure non bellissima come uno scarafaggio,
    risposi di no.
    All’ennesima richiesta , provai a compiacerlo ,ovviamente solo con sms, senza tradurre mai il gesto in realtà,perchè, ribadisco,non contemplo gesti di violenza nei confronti di creature del tutto indifese,mai e per nessuna ragione,
    e lui era ” in estasi, fuori di senno “.
    Lì mi sono fermata, perchè ho cominciato a temere richieste di chissà quale altro tipo.
    Non ho approfondito più, e ho chiuso,
    soprattutto per le ” sfuriate ” con tono di comando che per me sono fuori dal mondo in un rapporto normale e sano,che era quello che cercavo.

  6. 6
    fruit -

    Ti sei imbattuta in un disturbato mentale nonché insicuro e narcisista. Tuttavia in genere talune donne sono affascinate da certe personalità, detestano vivere storie normali, le considerano noiose e scontate…per loro meglio avere rapporti da montagne russe suscitano più emozioni, le fanno sentire vive… La tua lettera mi è piaciuta molto direi, mi ci ritrovo ma al maschile. Molte tue coetanei non cercano una storia d’amore con tutti i crismi ma le piace temporeggiare in attesa di incontrare chissà chi è che cosa….le piace tenere in evidenza qualche conoscente interessante senza mai fare quell.ultimoo slancio, per approfondire e intanto il tempo passa. Non sarai anche tu strutturata così?

  7. 7
    idra40 -

    E’ probabile che alcune cose non le abbia sapute esprimere con chiarezza.
    Con quest’uomo era impossibile parlare o confrontarsi, qualora non gli andasse bene qualcosa.Una mancata risposta al messaggio, una risposta data con qualche minuto di ritardo.Il telefono occupato.qualsiasi cosa lo faceva imbestialire.Non c’era confronto.
    C’era lui strutturato con delle idee precise.Lui che decideva,prevaleva.
    L’altra persona ,se dolce e accondiscendente,
    se pazientemente lo pregava di ripensarci,
    allora forse c’era una possibilità di ricominciare a sentirsi e frequentarsi.Forse.
    Alle sue condizioni.
    Per rispondere a Marilena. Forse il mio racconto è risultato asettico,mail mio impegno emotivo ,l’affetto provato e sentito
    l’ho vissuto pienamente, credimi.
    Ho messo tutta me stessa per capirlo e superare ogni difficoltà.Ma mi ha urlato ferocemente più volte.Con molta veemenza.
    Non è che sia stata lì ad osservare freddamente e poi decidere.
    Vistami trattata male verbalmente da un uomo con cui ancora c’era una conoscenza pur emotivamente forte, ma una conoscenza dato il breve tempo,
    francamente ho avuto qualche timore.

    Riguardo al suo vissuto, probabilmente segnato,va detto che ognuno di noi ne ha uno.
    Più che mai ,superati i 40 anni.
    Anche io ho le mie delusioni, le mie paure.
    Ho parlato di persone scorrette del mio passato.
    Ho vissuto tradimenti e menzogne.
    Ho mantenuto l’equilibrio che traspare ,dopo periodi non facili e di grande amarezza.
    Sono cauta,per questo il tempo passa.Non perchè sia bizzarra o alla ricerca di chissà chi.

  8. 8
    gimmy -

    @Idra40

    Hai fatto benissimo, la tua descrizione fa pensare ad un uomo abituato a trattare l’amore come fosse un contratto di lavoro. Stipulare degli accordi, inserire delle clausole, ed essere abili nel fartelo firmare.
    Unico dettaglio che ha trascurato è che non aveva ben chiara la differenza, che passa tra una società da rilevare dove trarre dei vantaggi ed una donna indipendente.
    Una DONNA forte, che non ha bisogno di vincolarsi ad un uomo qualsiasi per paura della solitudine o per delle stabilità economiche in quanto già soddisfatta dalla sua vita che va bene a prescindere grazie a se stessa e al suo temperamento.
    Una DONNA Interessata solo all’amore tradizionale quello fatto di tenerezza, attenzione, sentimento, cura..e non ad un uomo possessivo, calcolatore, che vuole privarla della sua personalità e della sua libertà….poi ci si stupisce perchè,alcune persone rimangono sole nella vita.
    Non hai nulla da rimproverarti, è comprensibile la tua delusione, la metterai dentro il bagaglio dell’esperienza e andrai avanti come hai sempre fatto..mi auguro per lui che nel tempo possa rinsavirsi e capire che un rapporto di coppia si costruisce sulla qualità del rispetto, la capacità di dare fiducia e nella totale accettazione di apprezzare le persone per come sono. Senza questi elementi la sua idea di relazione avrà sempre una forma utopica.

  9. 9
    Golem -

    Idra, ma come fai a cercare ancora di capire, questo soggetto è pericoloso, è uno di quelli che ti “succhia la vita” e quando ti ha svuotata ti getta via. Non fare la crocerossina come fanno tante, e non farti tentare dalle “montagne russe” come dice GIUSTAMENTE Fruit, non c’e niente di affascinante dietro questi individui. Lascialo perdere, e velocemente se puoi. Ciao.

  10. 10
    rossana -

    Idra,
    concordo con Gimmy.

    in riferimento alla osservazione che denota quest’uomo come “di prestigio culturale nel suo campo”, aggiungo che spesso chi eccelle in qualcosa è molto scarso in altri aspetti.

    secondo me, solo un modo di essere affine al suo potrebbe dare una qualche prospettiva d’intesa… ma questo non sembra essere il tuo caso…

Pagine: 1 2 3 12

Comments are closed.