Salta i links e vai al contenuto

Il principe e la povera

Caro direttore, questa é la prima volta che scrivo sul web per chiedere consiglio, sperando che qualche ignoto lettore passi per caso da queste parti. Partiamo dal generale e arriveremo ai particolari, che purtroppo stanno compromettendo quella che potrei identificare come la cosa più bella mi sia mai capitata in vita mia. Mi sono innamorata, davvero, lo sento che è diverso, e lui é la persona più bella, lucente, gentile, intelligente che abbia mai incontrato. Stiamo insieme da qualche mese, e questo è meraviglioso, considerando le tristezze che ho vissuto in passato e la disillusione in cui ormai navigavo in fatto d’amore. Lui è perfetto e mi ama molto, ha un solo problema (e forse voi riderete adesso, chiuderete pagina, rimpiangendo il tempo perso leggendo finora): é troppo ricco. Per me dico. Io vivo di stenti da sempre, mio padre è un contadino in pensione, siamo una famiglia numerosa, per pagarmi l’università che termino fra poco ho lavorato e voi non lo sapete quanto, sono umile e vivo di poco: zero viaggi, zero shopping, uscite con gli amici ridotte all’osso, defilandomi  menzognera per quelle che si profilano particolarmente dispendiose (ad esempio il mio odio per il sushi). Questa mia povertà sensibile paradossalmente é diventata la mia ricchezza interiore. Sulla povertà ho costruito la mia intera vita, e sono diventata una persona che mi piace, forte, determinata, molto studiosa, molto orgogliosa soprattutto, perché le cose che ho fatto, soprattutto quelle in cui sono riuscita, le ho fatte partendo sempre dal basso, più in basso degli altri, con una marea di sacrifici. Bene, da qualche mese vivo un sogno fiabesco, con una persona stupenda, e una serie di privilegi che prima neanche immaginavo. Cene, weekend, regali…che io non voglio più. Dopo l’entusiasmo iniziale, il mio animo comincia a rigettarli come un organo altrui dopo un trapianto malriuscito. Io non posso contribuire a tutto questo. Per niente. Comincio anche a pensare al giorno in cui dovrò fargli conoscere i miei, e mi terrorizza l’idea di dovermi vergognare della mia casa, piccola e umilissima, o della semplicità estrema delle mie origini, della mancanza di diplomi di laurea dei miei familiari appesi alle pareti, della punto grigia vecchio modello; cose che tanto ho odiato a volte, perché questa società di merda ti valuta solo per quanto possiedi in fatto di oggetti. Lui vive il contrario mio, tutto é tanto, troppo, e so che la sua non é una becera manifestazione di ricchezza: tutto quello che fa lo vive semplicemente perché fa parte di lui, é così da sempre, e non guardare i prezzi di un menù per lui è prassi consueta. Questo non fa di lui una brutta persona, sia chiaro. Questo però lo rende una persona diversa, profondamente diversa da me. Siamo due universi lontani che stanno tentando di avvicinarsi. Lui di tutto questo sa quasi niente, io mi vergono tanto di dovergli parlare di questo disagio profondissimo che ho. Quanto avrei desiderato fosse un operaio alle volte! Così come alle volte ho pensato di scappare via, e tornare a vivere quella che ero, una ragazza serena, con tanta voglia di costruirsi un futuro da sola.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

27 commenti a

Il principe e la povera

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    Confusa30 -

    tu nn stai bene hai questa fortuna!!!
    parla chiaro con lui se ti accetta ben venga no
    ti crei problemi stupidi secondo me

  2. 2
    Yog -

    Hvabbé, ti stai facendo un film per niente; una cosa posso garantirtela: una delle più soddisfacenti prerogative della ricchezza è potersene fottere della povertà e dei poveri, degli umili e degli ultimi. La tua casa, la Punto grigia e la tua famiglia intera non la noterà nemmeno, se uno ha i ghelli sviluppa un filtro mentale che è meglio delle lenti Polaroid. Goditi la vita, la fortuna non va mai disprezzata, altrimenti potrebbe voltarti le spalle.

  3. 3
    Golem -

    Sono d’accordo per il disprezzo al sushi “italiano”, per il resto, vedi come va continuando ad essere te stessa, senza vergognarti per il tuo ceto. Se ti piace stare con lui il resto è solo un di più. I soldi servono a migliorare la vita solo se uno ce l’ha, sennò rientrano nella grande categoria tassonomica delle illusioni, e quando è così non aiutano neppure a distinguere il loglio sul Soglio durante lo spoglio per l’elezione di Bergoglio.

  4. 4
    maria grazia -

    se ti vergogni del tuo mondo e di presentargli la tua famiglia, vuol dire che in qualche modo hai già intuito che non avrebbe la sensibilità di accettarti per quella che sei. se capisci che è così, taglia subito con lui, altrimenti poi soffriresti. ciao.

  5. 5
    cupcake00 -

    Onore a te che sei una delle poche ragazze rimaste che si preoccupa del divario economico con la persona che stai frequentando, invece di approfittarne senza scrupoli come la maggior parte della gente farebbe.
    Premesso questo, parlagli della tua condizione, e se non è una persona estremamente materialista non lo vedrà come ostacolo.
    E non sottovalutare l’aspetto che tu oggi ti stai formando, stai studiando, ti stai creando un futuro. Magari un domani sarai tu la donna di successo (te lo auguro) e lui sarà fermo al mantenimento del papi.
    Auguri

  6. 6
    Sofia -

    Cara ragazza…è incredibile in quante vostre lettere…e in quanti vostri racconti trovo una parte di me….

    Leggerti mi ha riportato alla mente una mia storia con un imprenditore ..molto importante nel suo giro e nel luogo dove viveva…..aveva soldi…parecchi..era ordinatissimo…lui era un tipo sempre calmo tranquillo…non si scombinava mai..aveva pochi probblemi..quasi nessuna preoccupazione…una famiglia perfetta con genitori che si amavano….andavano a messa insieme fratelli e sorelle tutti si amavano tutti andavano d’accordo….

    Io la pecora nera…totalmente ed estremamente l’opposto di lui nel modo più totale…sempre incasinata,piena di probblemi da crepare,una famiglia di matti totalmente divisa piena di divorzi e gente che non va’d’accordo con nessuno,una parolaccia spesse volte… E in più sempre costantemente senza soldi e lavoro…

    Sono cresciuta in una famiglia che mi ha insegnato che i poveri non hanno diritto a nulla ..neanche a morire perché il funerale costa! Ed è così… Sono cresciuta così da povera….una valanga oscena di umiliazioni e sacrifici…non so nemmeno cosa sia lo shopping…l’estetista…le vacanze…il mare..la pettinatrice..

    Non ho nemmeno soldi per il mangiare trampo’…o si mangia o ci si cura…o si va al discount o in farmacia…sacrifici continui… Continui…ho gia’venduto tutto l’oro che avevo misero da vendere…ma anche se era poco erano comunque cose importanti…catenine della comunione…cose regalate da persone importanti…ma ho dovuto farlo…ho passato tutta la mia vita ha fare cose per disperazione..

    E la mia casa è quella che è….se casca qualche pezzo o si rompe qualcosa si mette il nastro adesivo. ….e ci teniamo le cose rotte…

    Ho odiato da sempre la mia vita…odio la società di adesso e l’italia di adesso….

    Ho imparato che i soldi non solo fanno la felicita’ …ma sono l’incarnazione stessa della felicita’…
    Una felicita’che non avranno mai i poveri!

    Ti capisco alla perfezione ragazza…perché anche io dopo tanti regali cene costose famiglia perfetta sua ho capito che io non centravo nulla con il suo mondo…i ricchi non. Potranno mai capire l’inferno della vita dei poveri…mai! Ricordatelo bene! Non perché siano cattivi assolutamente ma perché non immaginano….mai come possa essere la vita di un povero…quando andavamo a fare la spesa guardava schifato il discount e in più guardava me con aria misericordiosa perché io stavo tutto il tempo…

  7. 7
    Sofia -

    A calcolare e a contare i miei miseri e squallidi 20 euro per vedere se bastavano per la spesa….lui mi diceva “ma dai prendi questo su'” e io “con il cazzo!! Questo non vedi quanto costa!??”….
    Alla fine si rompeva le palle e mi portava lui in centri commerciali…e pagava lui la spesa..come mi pagava spesso vestiti o medicine per la mia famiglia..

    Accettavo…ma che vergogna che avevo dentro…sapere che mai avrei potuto dargli indietro quei soldi…e che doveva arrivarci lui per tutto…

    Lui amava andare in giro centri commerciali… In giro per locali.. Sagre….feste…
    Io ho sempre odiato questo…non ho mai avuto la forza di andare in sti posti a mangiarmi solo tanta merda a vedere una valanga di cose che vorrei comprare ma non potevo perché avevo 5 euro!

    Vergogna e umiliazione….è l’unica cosa che spetta i poveri….

    L’amore conta fino a un certo punto….poi le cose cambiano e le capisci..inoltre spesse volte io arrivavo a cena dalla sua famiglia….mi chiedevano della mia…la mia era un disastro totale e ho sempre mentito a loro…
    Lui la sapeva la situazione…

    All’inizio può andargli bene ma dopo si stanchera’della tua diversita’e tutto può cambiare!
    Io l’ho pagata cara….come sempre nella vita…lui ha cominciato a rivelarsi a un certo punto un fuori di testa( tanto per cambiare) e tra le minaccie e altro…voleva indietri tutti i soldi e i regali..tutto ti verra’rinfacciato ragazza! Menomale che io avevo sempre tenuto tutti i messaggi in cui lui mi diceva che me li dava lui di sua spontanea volonta’i soldi e regali…ma che era consapevole e sapeva che mai li avrei potuti dare indietro! Perché io prima di accettarli mi accertavo di scrivere sul cel cose scritte e dimostrabili che non ero io a chiederli…parlando in generale haa nel mio cel…c’era di tutto..una cosa per dimostrare questo…una per un altra….ricatti…dimostrazioni ad avvocati…denuncie..persecuzioni..stolking…maniaci…schizzati… Ora che ci penso il mio cel è sempre stato una garanzia per tutte queste cose…( non ci badare ragazza ka mia vita è stata molto variegata)…

    Cmq è vero….a lungo andare questi privilegi al momento giusto ti verranno rinfacciati…e tu tu sentirai più miserabile e più merda di come ti senti adesso….

    Ti conviene fare con me…tutelati..ti saluto!

  8. 8
    Golem -

    Sofy… Toccante.

  9. 9
    Redsky -

    Se ci tieni a questa persona dimostragli prima di tutto che sei una tipa con le idee chiare e con la testa sulle spalle. Se ci tiene a te non ti mollerà solo perchè non appartieni al suo ceto. E se ti molla non è detto che sia per il motivo che temi tu. Il resto sono sciocchezze.
    Ciao.

  10. 10
    ets -

    Ha mica una sorella?

Pagine: 1 2 3

Scrivi un Commento

I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18, 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica etc) o promozionali. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema": per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
(1) modifica possibile prima della pubblicazione solo dallo stesso computer del commento (da qualsiasi postazione se hai fatto il LOGIN).
(2) i commenti fuori tema vengono cancellati alla sessione successiva; le risposte ai commenti fuori tema non vengono pubblicate, è possibile però rispondere in Chat.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.