Salta i links e vai al contenuto

I suoi genitori sono una piaga…

di

Buonasera, vorrei raccontarvi ciò che sto vivendo da tre anni e mezzo a questa parte e cioè da quando sto insieme al mio attuale ragazzo. Io ho 24 anni e lui 30, ci siamo innamorati perchè siamo più che complici. Quando penso a lui , a come mi tratta ,a come si comporta, alla sua etica penso che ogni ragazza dovrebbe trovare un ragazzo come lui. Bello, intelligente, educato, col senso del dovere. Ed è proprio questo il problema. Quando la vita ti fa trovare il ragazzo perfetto , ti da anche una pugnalata alle spalle. Sto parlando dei suoi genitori. A volte mi chiedo come abbiano fatto persone così superficiali e menefreghiste a mettere al mondo un ragazzo così serio e con la testa sulle spalle. Per farvi capire vi racconto meglio. Il mio ragazzo è il primo di 5 figli. Per tutta una vita i suoi genitori hanno pensato al loro benessere prima di quello dei figli , spendendo soldi per viaggi e stronzate varie, indebitandosi. Ovviamente per far fronte ai problemi economici , i figli hanno dovuto lavorare per dare i soldi alla famiglia ( e questo è anche uno dei motivi per cui il mio ragazzo solo l’anno scorso è riuscito a prendersi la patente ovvero solo da quando ha trovato una stabilità economica ) ma ovviamente non può guidare la macchina del padre perchè a causa dei debiti ha il fermo amministrativo. Invece che essere i genitori a crescere i figli, per quanto riguarda la famiglia del mio ragazzo è stato sempre il contrario. Per non parlare poi del loro grado di ignoranza.. o almeno, di quello della madre. E’ arrogante e presuntuosa nella sua ignoranza. Il padre poi, è stato talmente tanto sconsiderato da perdere il lavoro due anni fa , indi per cui tutto il peso della famiglia incombe sul mio ragazzo, sull’altro suo fratello e su un’anziana zia che per fortuna li aiuta. Insomma, una famiglia che non cessa mai di compiere errori. Sembra che non imparino mai a mettere il bene dei figli prima del proprio. Io sono disperata, lui è un ottimo ragazzo, stupendo, parliamo spesso di matrimonio ma non vi nego che pensare ad un futuro con una famiglia del genere mi terrorizza. Per non parlare dei miei genitori a cui devo tenere nascosta ogni cosa perchè sono persone molto giudicanti. Mi sento oppressa. Quando sto con lui mi sento in paradiso, lui è la mia “portata principale” ma il “contorno” rovina tutto”. Per non parlare di zii e cugini che sono uno più scansafatiche dell’altro. Ma il problema principale è l’egoismo. Il mio ragazzo si è fatto da solo e io sono fiera di questo ma ho paura che un giorno i problemi della sua famiglia possano in qualche modo coinvolgere anche lui e quindi di conseguenza anche me. Loro hanno un modo tutto loro di vivere il mondo. Tutto è concesso per arrivare alla meta. Datemi un vostro parere ve ne prego.. secondo voi , se c’è amore, quello vero, il resto può non contare? ps. il mio ragazzo è affranto quanto me per tutta questa sua situazione e si vergogna dei suoi genitori.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Famiglia
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

14 commenti a

I suoi genitori sono una piaga…

Pagine: 1 2

  1. 1
    Suzanne -

    Perdonami Lola, ma questo ragazzo quanto deve scontare la “colpa” di avere avuto in sorte una pessima famiglia? Al posto di riconoscere il suo riscatto, la grande capacità di essersi emancipato da esempi penosi, vorresti ancora punirlo per una responsabilità che non gli compete? Se così fosse, probabilmente sarebbe lui a meritare accanto un altro tipo di persona.

  2. 2
    Rossella -

    Se i miei suoceri avessero una vita bella e indipendente mi farebbe tanto piacere per loro. Nelle famiglie borghesi i caratteri, bene o male, si “rincorrono” e si riesce a conservare lo stesso tenore di vita. Invece in altre famiglie contano molto i caratteri e si tende a coltivare la propria indipendenza. Non è necessario sentirsi sotto pressione. Una volta trovata la giusta sintonia con il proprio marito si arriva ad un punto in cui i rapporti con la famiglia si possono portare avanti in maniera individuale. Ma si tratta di una tua esigenza… la scelta di sottrarsi favorisce l’incontro se la tua intenzione è quella di sentirti parte della famiglia. Ci sono ragazzi affezionati alla casa e che partecipano alla vita della famiglia della fidanzata, e questo potrebbe essere il caso dei miei fratelli, ma ci sono anche ragazzi che si sentono in soggezione perché non sono abituati a stare in casa. Molte volte è la soggezione a mettere una distanza. Questa si stempera quando ci sono delle occasioni e quando la famiglia si consolida.

  3. 3
    lola92 -

    Suzanne, tu hai ragione. Io lo stimo tanto e lo amo tanto e questo amore non potrà mai cessare a causa dei suoi ma credo che i miei timori per il nostro futuro sia lecito. Credimi, non è una situazione semplice…

  4. 4
    camy -

    Semplicemente fatevi la vostra vita e allontanatevi dalla sua famiglia. Se la caveranno da soli, come è giusto.

  5. 5
    Sofia -

    Cara ragazza! Hai perfettamente ragione! La tua lettera dimostra grande consapevolezza e serietà e soprattutto grande capacità di pensare al tuo/ vostro futuro …tuo e quello del tuo ragazzo!

    Sai molte volte…in mezzo al letame può nascere un fiore…
    Ma ovviamente poi il fiore deve staccarsi e allontanarsi dal letame!

    Lo stesso esempio con iltuo ragazzo..hai tutte le ragioni ad essere preoccupata perché avendo un futuro con lui poi automaticamente dovrai avere a che fare con la sua fallita famiglia .e ovviamente e giustamente ne te ne i tuoi andrebbero d’accordo e quindi si creerebbero sempre problemi…

    La stessa cosa un giorno dovessi avere dei figli con questo ragazzo o rimanere incinta….ti fidi poi a lasciare tuo figlio da loro?? A casa da solo con loro??
    Io no manco morta mi fiderei!

    L’unica soluzione è tagliare definitivamente le radici ..pargli MOLTO CHIARAMENTE AL TUO RAGAZZO e le dici che ne tu ne la tua famiglia vorrai mai avere nulla a che fare con la sua e un domani avessi un figlio non lo lasceresti mai da solo con loro!
    Se lui accetta e non si lascia condizionare dalla sua famiglia..ha un suo carattere pensiero e personalita’e accetta ok..

    Altrimenti devi incominciare a pensare a un futuro senza di lui..

  6. 6
    Pace per tutti -

    Cambiate città anche per i tuoi troppo giudicanti. Non è che sei messa meglio, visto che senti il peso del rapporto con loro.

  7. 7
    lola92 -

    grazie Sofia per le belle parole, hai perfettamente ragione, io in primis non mi fiderei nel lasciare un mio ipotetico figlio con i miei suoceri o meglio, con mia suocera. E sono anche d’accordo con il commento di Camy di farci una vita nostra ,lontana da loro solo che per questo dobbiamo aspettare perché al momento non siamo in grado economicamente di andar via di casa. Lui ha un posto fisso a tempo indeterminato avuto da poco quindi deve avere il tempo di mettere un po’di soldini da parte e io sono in cerca in quanto sto studiando per un concorso. Credo che dobbiamo tenere duro ancora per un po’ma son sicuro che tra tra un annetto potremo finalmente allontanarci da queste situazioni che non fanno per nulla bene alla coppia.

  8. 8
    Vic -

    Quando ci si mette con una persona,
    non si pensa che ci si mette anche con la sua famiglia.
    Invece questa cosa andrebbe considerata, perchè
    spesso il rapporto viene rovinato da mamme e papà
    di lui o di lei, magari sono permalosi,
    oppure possessivi e comunque tu non gli vai
    e allora cercano di metterti contro il figlio o la figlia.
    Ci sono anche ottimi genitori intendiamoci,
    ma questa è una cosa che non deve essere sottovalutata.

  9. 9
    maria grazia -

    La realtà è quella che ha detto Vic, tutto il resto è aria fritta.
    Intendiamoci, ci sono anche casi di persone che riescono a emanciparsi dalla famiglia di provenienza, ma sono casi più unici che rari, e si tratta ovviamente quasi sempre di persone già felicemente accoppiate e quindi non disponibili. Ma generalmente, in un paese come il nostro, certi legami non si spezzeranno mai, quindi o si trova un partner la cui famiglia ci accolga senza riserve, o saranno sempre problemi continui, anche se il rapporto dovesse durare. Ma al giorno d’ oggi, con tutto il “ricambio” che c’è nelle relazioni, certi rapporti non durano.

  10. 10
    Yog -

    Diciamoci la verità: l’ideale è un partner orfano e senza fratelli. Con vigneto. Ma anche senza, in fondo all’anno più di cinque sei ettolitri non fanno troppo bene.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.