Salta i links e vai al contenuto

Hospis

di

Urla di dolore sofferenze

follia di chi non vuole arrendersi alla morte.

Voci che ti entrano nell’anima e li restano dentro

a logorare la già provata esistenza.

Se passi in questi luoghi e ne assorbi il dramma

impressa in te resterà tangibile

l’essenza di essere passante.

L'autore ha scritto 10 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

24 commenti a

Hospis

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    Yog -

    Il problema è che spesso sarebbe meglio chiamare il falegname, invece ci si ostina a chiamare un medico.

  2. 2
    Golem -

    Bella allegoria. Credo di aver capito che si tratta del dramma che vivono i “passanti”, relegati al ruolo di oscuri gregari della cintura, che si prende il merito di impedire la caduta del pantalone, con le conseguenze in termini di immagine che ne subirebbe chi li indossa.
    È la frustrazione di chi vive nell’ombra del leader, sapendo che senza di lui quest’ultimo sarebbe insignificante, ma non ricevendone il giusto riconoscimento.

    Il dramma di essere “passanti” ci accompagna per tutta l’esistenza.
    Lo descrive molto bene Herbert Ballerina nelle farse di Maccio Capatonda, di cui è uno dei protagonisti, dove si mostra nelle interviste che gli fanno nella “fiction” televisiva, con la faccia da sconfitto, dichiarandosi, “passante” di professione.
    Non appare contento del suo ruolo. E questo la dice lunga sul triste destino del passante.
    C’è una sola eccezione accertata a questa infelice condizione appena descritta e splendidamente espressa dalla poesia che inaugura con eleganza insolita questo thread: il Passante Ferroviario di Milano.

  3. 3
    cico -

    Purtroppo sono un ignorante che scrive di emozioni vissute che seppur tristi e o malamente recepite devono essere comunque degne di una signorile forma di rispetto.
    Non mi è sembrato di intravedere in questa forma di contorta quanto poco scorrevole esposizione del suo pensiero alcuna carineria. In realtà la mia condizione di ignorante mi impedisce di vedere oltre le righe e, qualora avessi male interpretato il suo commento Le chiedo umilmente scusa.

  4. 4
    cico -

    In effetti il falegname come dice lei è stato chiamato dopo tre mesi di sofferenze. Rita, così si chiamava mia sorella, aveva 41 anni e credo proprio che ognuno di noi prima di arrendersi alla morte, le debba provare tutte….

  5. 5
    Yog -

    Era una citazione, infatti. Di un filosofo piuttosto famoso.

  6. 6
    Golem -

    Ci dispiace per tua sorella Cico, ma non si deve scusare nessuno. Si trattava di un esercizio di prosa che nasceva da un termine che rendeva surreale la poesia.
    Qui le situazioni surreali sono frequenti, e c’è chi le nota. Quindi nessuno ce l’ha con te.

  7. 7
    cico -

    Non ho commentato perché pensavo che qualcuno potesse avercela con me, non avevo capito e sempre da ignorante ho esposto il mio pensiero….grazie.

  8. 8
    Yog -

    Ah.

  9. 9
    Golem -

    Ha.

  10. 10
    Dany -

    :-))

    ….A volte è più utile non utilizzarle….le parole.
    Si fanno meno danni!
    Ti abbraccio

Pagine: 1 2 3

Scrivi un Commento

I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18, 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica etc) o promozionali. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema": per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
(1) modifica possibile prima della pubblicazione solo dallo stesso computer del commento (da qualsiasi postazione se hai fatto il LOGIN).
(2) i commenti fuori tema vengono cancellati alla sessione successiva; le risposte ai commenti fuori tema non vengono pubblicate, è possibile però rispondere in Chat.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.