Salta i links e vai al contenuto

Fulmine a ciel sereno, tornata dall’ex

La nostra storia comprende tre elementi:
lei 20 anni,
il suo ex 20 anni,
e io 23.
Io e lui totalmente diversi, sia d’età, che d’aspetto o, che di carattere. Lui alto, magro, castano, pelle chiara, capelli lunghi lisci e occhi marroni, tendenza a vestire un po’ street per intenderci.
Io alto, palestrato (con criterio) biondo, occhi verdi, pelle scusa e tendenza a vestire più classico.
Lui con un passato d’amore legato unicamente a lei (stati insieme 3 anni e mezzo con due tira e molla e varie interruzioni, in sintesi, conosciutisi e cresciuti insieme in fase adolescenziale)
Io, avuto varie relazioni, più o meno lunghe, avventurex scappatelle, storie con ragazze più grandi e più piccole.
Lui cotto di lei, innamorato e insicuro
Io, poi cotto di lei, ma sempre stato spavaldo, narcisista, molto sensibile e generoso, ma molto sicuro di me
Lei si era lasciata da poco..e già li avrei dovuto essere restio ad uscirci, cosa che stupidamente non ho fatto…una follia.
Mi ha scritto chiedendomi di uscire, io le avevo scritto tempo addietro, ma lei da fidanzata non mi aveva risposto, e neanche lo ricordavo.
E niente, cominciamo a vederci.
Il fatto è che subito, sin dall’inizio ci siamo trovati bene insieme, e dico davvero, entrambi. Forse la “relazione” iniziata meglio della mia vita fino ad ora.
Già al primo appuntamento siamo stati insieme per ben 7 ore, fino alle 4 del mattino, in genere buon segno.
E infatti, con il tempo, lei presissima, io lo stesso di conseguenza.
Tanto che lei è stata così convinta di me da andarlo a dire all’ex, quando le veniva sotto casa per provare a ricominciare, e fargli capire che non doveva piu farlo, doveva lasciarla in pace che non aveva più speranza, perché usciva con me e stava bene.
Era davvero convinta, e non aveva timore di giocarselo, affatto..
Andiamo avanti e il rapporto si approfondisce piano piano, e vedo che lei si fa sempre più presa nei miei confronti, ed io che comunque mi ci trovavo bene, la accompagno a braccetto.
Va a finire che finiamo per metterci insieme…lei comincia ad essere sempre più affettuosa e attaccata e io lo stesso: parole, frasi, messaggi, ricerca continua, gelosie, scenate, litigi e roba simile! Tutte le cose tipiche di una coppia oramai radicata, arriviamo anche a farci confidenze intime, problemi privati, rapporti sessuali di ogni genere, uscite, cene, e continuo contatto al telefono, un rapporto a tutti gli effetti insomma.
Il tempo passa e andiamo avanti nel migliore dei modi.
Avanti avanti avanti avanti..
Finchè domenica ci vediamo per uscire, la vado a prendere ed essendo un po’ tra le nuvole la saluto in maniera un po’ distaccata, tanto che lei mi dice “amore ma perché mi saluti cosi? Salutami per bene!” usciamo, lei sorridente e tranquilla e affettuosa io lievemente rabbuiato e un po’ di malumore, mi chiede di sollevarmi d’umore per non buttare giù anche il suo.

Finiamo per discutere di mia iniziativa per una cosa che non mi andava giù, ovvero riguardo il vederci più spesso, perché oramai il rapporto era bello che vivo e troppo contatto telefonico non sostituisce lo stare insieme.
E lei inizialmente cerca di risolvere il tutto, di dire che ho ragione ma senza dire la sua, come per darmi il contentino, di dire di non aver voglia di discutere e di goderci la giornata in centro, io, no, voglio prima risolvere il problema, e se non vuole farlo le dissi che l’avrei accompagnata a casa e ciao, perché non si può sempre trascurare tutto fin dall’inizio solamente e per passare una bella giornata, o almeno non sempre! È anticostruttivo!
Allora accendo la macchina, e lei mi rigira la chiave per spegnerla, fermandomi, e lo rifà la seconda volta. Allora le chiedo se avesse qualcosa da aggiungere, lei guarda da un’altra parte, muta. Scocciato, ma comunque educato, la riaccompagno a casa e durante il tragitto lei muta e pensierosa..le chiedo a cosa stesse passando ma non mi risponde, al che accosto e le chiedo spiegazioni. All’improvviso le vengono gli occhi lucidi e mi chiede di riportarla subito a casa, provo di nuovo a capire ma nulla, insiste. Capisco che qualcosa non andava e le chiedo se mi stesse lasciando e lei conferma timidamente con un si.
La riaccompagno, poco dopo la chiamo al telefono, visto che magari non avendomi davanti avrebbe potuto essere più aperta, ho pensato e infatti è così.
E insomma niente, mi dice in maniera molto generica, come con frasi fatte, che non è scattata quella scintilla, che sono perfetto, che sono un bellissimo ragazzo, e che si trova davvero bene con me e che sono il suo prototipo di ragazzo perfetto, della sua vita, perfettamente incastrabile con la sua persona.
E il bello è che sono cose che pensa veramente!
Le ha dette persino al suo ex ragazzo, a detta di quest’ultimo, quando gli disse di non cercarla più.
Ma manca quel qualcosa, ed è confusa, e forse non è pronta per una nuova relazione ..vista quella passata appena chiusa, dicendomi che era da 6 giorni che lo aveva già pensato ma non sapeva come fare.
La sera (sempre di domenica) mi dice, dietro una mia richiesta di spiegazioni che non le andava di parlarne e mi avrebbe detto il giorno dopo.
La mattina dopo mi chiama e mi dice che non ha cambiato idea, che non può darmi di più e che le manca la relazione con l’ex probabilmente (non dicendomi che si erano visti la sera prima).
Poi prende e puff, sparisce , non mi da nemmeno una spiegazione minimamente concreta, mi lascia così senza una spiegazione esaustiva, diventa fredda e monosillabica, provo almeno a chiederle spiegazioni, o di vederci di persona almeno per parlarne e chiudere a 4 occhi,e che fa? Mi blocca!
Neanche fossi uno stalker, immaginate la mia reazione..smarrito, basito, non capevo neanche cosa stesse succedendo…la mia vita attuale, stravolta in poco più di 1 ora.

E poi cosa vengo a sapere? Non da lei.
Che in realtà lei quando stava con me nell’ultimo periodo, nell’ultima settimana è sempre stata a pensare a lui, che gli mancava che sabato ha parlato con l’ex, senza successo, e poi domenica sera, dopo avermi lasciato, sono stati insieme e glielo ha detto (per forza non aveva voglia di parlarne..stava con lui in quel momento) e lunedi sono tornati insieme, così dal nulla.
Ieri (martedì) mi fa due squilli, dopo che il giorno prima mi aveva bloccato, e io la richiamo.
Inizialmente mi dice che non sa come parlarmi, perché c’è il suo ex accanto, e non si fida e vuole che parliamo al telefono davanti a lui. Lei si arrabbia e gli dice che non é giusto, lo allontana e poi mi richiama da sola.
Mi spiega tutto, cosa è successo sabato, perché ha reagito così, mi dice che lunedi sera avrebbe voluto vedermi per parlarne ma il suo ex, attuale ragazzo, glielo ha impedito.
Mi dice inoltre che le dispiace davvero, e sbotta a piangere, ma che sebbene sappia che io sono perfetto per lei e si andrà a pentire di questa scelta, non riesce a non ripensare all’ex, che lei stessa aveva lasciato.
Le chiedo come abbia fatto a recitare così negli ultimi giorni e per quale ragione non me ne abbia parlato, magari avremmo potuto risolvere la cosa in un modo migliore. Le dico addio e chiudo la chiamata.

E niente, in conclusione lei ha lasciato l’ex, e dopo poco tempo è uscita con me, siamo stati bene insieme, ci siamo messi insieme, abbiamo fatto di tutto, sorriso, parlato, scherzato, vissuto, condiviso, fatto l’amore, ogni cosa, e ora puff, all’improvviso, mi ha lasciato e un giorno dopo soltanto, si è rimessa con l’ex.
Sono tre giorni che sto davvero male, e pensare..un ragazzo narcisista, sportivo e positivo come me….ho perso due chili in tre giorni, mangio poco, fumo tante sigarette per lo stress, dormo poco e penso troppo. Sto davvero male, triste, addolorato, ferito.
So che avrebbe potuto funzionare alla stragrande non fosse per lui, so che saremmo stati benissimo assieme, se fosse stata più forte lei.
Sono convinto che sia tornata dall’ex per una questione di convenienza, di finta nostalgia, di preferire un nido sicuro anche se ormai scarno di passione, invece di uno nuovo, intrigante e passionale, ma rischioso.
Sebbene non si sia comportata benissimo, perché avrebbe potuto comunque parlarmene al primo dubbio ed essere onesta, e sebbene mi abbia ferito pesantemente (forse la più grande che abbia subito fin’ora) le voglio comunque bene, e ho ancora grande interesse. Anche se non credo sia saggia come mossa e mi faccio solo del male.
Ma io rimango della mia idea: si vogliono un bene dell’anima, e una vita senza di loro due non è piu la stessa, ma l’amore non c’è piu e prima o poi lo capiranno. Non hanno mai avuto nuove esperienze se non un paio piccolissime ciascuno, hanno paura di uscire dal nido, da quello che ho capito si rimettevano insieme per paura di perdersi definitivamente, in quanto restare amici era quasi impensabile e ora stanno ripetendo lo stesso errore, per la terza volta! Non è amore, è cecità, non è nostalgia, è abitudine, non è felicità, è illusione di sicurezza!
Io la penso così e spero che un giorno lo capirà, e magari tornerà a bussare alla mia porta, magari sarà chiusa, magari no, questo solo il tempo lo sa.
Voi cosa ne pensate? La pensate come me? Come credete si sia comportata? E come avrei dovuto farlo io e fare da ora in poi? Credete ci siano possibilità? Credete mi abbia solo preso in giro? O davvero pensava di riuscire con me? Credete andranno lontano?
Ditemi tutto ciò che pensate! Mi aiuta molto sentire dei pareri e delle ipotesi esterne, anche se non coinvolte e quindi vaghe. Grazie a tutti, di cuore :)

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Amore
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

16 commenti a

Fulmine a ciel sereno, tornata dall’ex

Pagine: 1 2

  1. 1
    Yog -

    Che ti frega di quello che ti diciamo? Hai scritto un romanzo che nessuno leggerà, quindi lo riassumo io: tipa lascia tipo causa probabile logorrea cronica non contagiosa e torna dall’ex-tipo. Mentre tu scrivevi, loro si “davano da fare”. Rimedio non c’è. Punto.

  2. 2
    nevealsole -

    Lasciala perdere. È già iniziata malissimo. Lei ha lasciato il suo ex perché non lo ama più, ma non è riuscita a vivere da sola il momento (comunque doloroso) del distacco, e ti ha usato credendo che in questo modo il suo vuoto si sarebbe colmato. Chi si lascia dopo anni di relazione ha dentro una ferita che deve guarire da sola, riorganizzandosi la vita, e non buttandosi addosso ad altre persone. Anche io ho la tua età e ho trovato il coraggio di troncare una storia di 3 anni in cui nessuno dei due stava più bene… Soffro terribilmente, il non sentirlo mi lacera. Penso che andare con qualcun altro credendo di dimenticare sarebbe un trauma, e un affronto a me stessa. Credo che solo accettando serenamente di lasciarsi attraversare dal dolore si possa diventare grandi. Per correre controvento bisogna essere arrendevoli: il vento non cambia direzione solo perché gli opponi resistenza.

    Continua a essere sportivo e a volerti bene, non lasciarti cadere perché poi è più difficile risalire. Sbatti in faccia al dolore la tua giovane vita e non cambiare le tue abitudini. Tanti auguri.

  3. 3
    Rossella -

    Le differenze in questi casi mi sembrano relative. Alcuni uomini ti colpiscono perché sono circondati da un’aura che parla della storia d’intere generazioni, ma questa parvenza di stabilità potrebbe non essere sufficiente ad alimentare il sentimento. Ci sono casi in cui la donna con il suo equilibrio riesce a contenere l’emotività dell’uomo senza alterare l’equilibrio della coppia. Secondo me un uomo sensibile, creativo e generoso non deve cambiare per amore. I miei genitori in parte rientrano in questo microcosmo sociale, ma io li ho sempre vissuti come dei privilegiati perché nella vita per raggiungere gli stessi risultati bisogna prendere sul serio delle regole di vita se non si vuole impostare la propria vita sulla finzione. Dunque non metto in dubbio che possano esistere famiglie più belle della mia, ma ci sono anche tanti uomini che pensano di non potersi sposare. Allora, a questo punto mi domando quanto ci sia di vero in questa immagine di perfezione. Gli intellettualismi non hanno niente a che vedere con la ragione e con l’essere razionale. Ogni persona dovrebbe trovare da sé il suo senso del limite e questo può farlo quando la forza gli viene dal cielo. Se il Signore mettesse sulla mia strada un uomo generoso e sensibile certamente non potrei pretendere di fare affidamento solo sulla mia natura e sulla ragione. Non potrei farlo perché sono profondamente diversa da mia madre e tenderei ad irrigidirmi. In quel caso scaglierei di cautelarmi ritirandomi a vita privata, perché solo la gioia ti consente di continuare a guardare gli altri con cuore puro… di arrabbiarti, di avere le tue opinioni, restando sempre in ascolto della tua voce interiore.

  4. 4
    Benedetta -

    Con il voto di povertà è lecito acquistare libri, vestiti, profumo, e tutto ciò che non solo è necessario per sopravvivere, ma anche per vivere dignitosamente nel proprio stato di vita (si può anche spendere dei soldi in onesti svaghi). Ciò che è immorale è la “cupidigia”, ossia un esagerato attaccamento alle cose materiali, le quali devono essere considerate solo come strumenti per vivere dignitosamente durante la vita terrena, non il fine ultimo della nostra esistenza, che invece è Dio. Avere dei soldi (o desiderare di averne) per poter vivere in maniera dignitosa non è peccato, se invece una persona ha un desiderio smodato di ammassare ricchezze, dimostra di avere il cuore sfrenatamente attaccato ai beni materiali, e questa cupidigia la rende schiava. Per capire meglio che cosa si intende per cupidigia o desiderio smodato di un bene materiale si può fare l’esempio del vino: desiderare di berne in maniera sobria non è peccato, desiderare di berne “un po’ troppo” da rimanere brilli è peccato veniale, desiderare di berne in maniera smodata da ubriacarsi e perdere il senno è peccato grave.

  5. 5
    Benedetta -

    Signora del post. Ho sbagliato sezione, scusi. Comunque, il suo post è troppo lungo e a malapena ho letto il titolo e due righe ma non ho capito granché.

  6. 6
    Sofia -

    a parte il commento di neve al sole io vorrei vedere la faccia di james a leggere i nostri commenti…ma sul serio!
    piccola mi sa che la nostra ross ti ha contagiato he… ha cavolo siamo a posto adesso!non centra una mazza ma ragazzi..miracolo! ho detto cavolo!!( pax sarà contento!)

    caro james non ci badare ogni tanto ci scriviamo anche tra di noi e sappiamo a cosa ci riferiamo..
    parlando seriamente con te invece voglio dirti che leggendo la tua lettera mi hai trasmesso tanta dolcezza e tenerezza… perché sei ancora un ragazzo così giovane eppure sei stato corretto in tutta questa storia… purtroppo l’unica tua pecca è stata l’ingenuità! vedi ragazzo la vita è la più tremenda orribile maestra che ci sia,purtroppo si cresce e si matura solo ed esclusivamente con l’esperienza.. la sofferenza e gli sbagli.non c’è altro modo per crescere ed imparare,dobbiamo per forza di cose passare da li,dobbiamo sbagliare involontariamente ovviamente e poi allora impariamo..sei giovanissimo ancora stai crescendo sbagliando ed imparando..quando avrai 30 anni come me sarai piu adulto e avrai capito molte molte cose,ma ora è il tuo tempo ed è giusto che tu faccia le tue esperienze!
    ci sono varie categorie di uomini da cui bisogna stare bene alla larga e scappare a gambe levate appena una donna ne incontra uno e capisce la tipologia esempio..
    *i drogati( non cambieranno mai e mai guariranno)

    *gli sposati( non lasceranno mai la moglie e con loro non si potrà mai trovare la vera felicità)

    *quelli che giocano( non cambieranno mai e ti porteranno sempre alla rovina)
    eccc….ecc….ecc…

    lo stesso ragazzo vale per gli uomini con certe tipologie di donne
    esempio..

    *quelle che ci stanno subito( sono così con tutti e ne cambiano uno a sera)

    *quelle sposate( perché anche loro non si decideranno mai)
    *quelle gelose ossessive…drogate ecccc…ecccc..

    tra le tante categorie di donne da cui bisogna stare bene alla larga e scappare a gambe levate ci sono le

  7. 7
    Sofia -

    sempre attaccate all’ex..cioe’quelle che hanno un destino fin da subito di stare con una persona e quindi si conoscono già molto presto..fin dall’adolescenza appunto..e possono avere qualche piccola crisi ma c’è un legame profondo che li lega all’istante…un legame in cui nessuno può entrarci perché ci sono e ci saranno sempre loro!quindi quando si incontrano queste tipologie di donne bisogna mettere in conto già da subito che:
    1) non ameranno mai nessun altro uomo..se mai lo prenderanno per il culo come ha fatto con te…

    2) se non ti prendono per il culo..proveranno un po a stare con qualcun altro e magari si impegneranno pure…cercando di convincere loro stesse che sono diverse e cambiate che non hanno più in testa l ex …ma in realtà mentono e mentiranno sempre a loro stesse perché penseranno solo e sempre a lui…gli altri li useranno solo sempre come ripiego( come in questo caso tu…che per lei non sei stato altro che un ripiego…una prova..ha lasciato l’altro e ha provato a vedere come stava con te)
    ma poi ragazzo….mai mettersi insieme a una ragazza che si è appena lasciata! sarai solo un passatempo e un ripiego per queste ragazze ricordalo!io credo che lei non ami nessuno..te assolutamente no..ma neanche l altro!una ragazza che ama davvero non si mette insieme ad un altro poco dopo che si è lasciata..eppure una che ama davvero non ti riempe la testa di balle e moine e amore e poi all’improvviso ti lascia su due piedi senza dirti nulla senza star male o avere un ripensamento come ha fatto con te!

    dimenticati per sempre di lei…non ti amera’mai e sarà sempre quel tipo di ragazza che non ti portera’mai da nessuna parte se non solo alla sofferenza….

  8. 8
    Xleby -

    Benedetta, la sorella di rossella, entrambe fanno un monologo delirante.

  9. 9
    Benedetta -

    Ho letto la tua lettera. Per ora non c è niente da fare. Gira così. Forse un giorno si accorgerà di avere questo rimpianto, ma sarà troppo tardi e forse neanche avrà più il coraggio di cercarti e tu ti sarai rifatto una vita senza di lei.

  10. 10
    Pax -

    Sofia, non mi spaventi da tempo i nuovi e di questo sono contento. Una parolaccia ogni tanto è come il sale, solo sale non va bene….

    james, non so se Sofia abbia ragione su tutto. Ma se ce la fai dimenticala
    “”Io la penso così e spero che un giorno lo capirà, e magari tornerà a bussare alla mia porta, magari sarà chiusa, magari no, questo solo il tempo lo sa.”” Sembri in vecchio saggio :-) e qui ti sei risposto da solo. E mi affido a Lorenzo de’ Medici: “”Chi vuol esser lieto, sia: di doman non v’è certezza””.
    Lasciala e dimenticala temporaneamente e sii lieto, ma lascia la porta socchiusa, perché se lei cambierà, è uno scenario fra tanti, e tu sarai ancora ben disposto riprenderai un nuovo rapporto.

Pagine: 1 2

Scrivi un Commento

I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18, 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica etc) o promozionali. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema": per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
(1) modifica possibile prima della pubblicazione solo dallo stesso computer del commento (da qualsiasi postazione se hai fatto il LOGIN).
(2) i commenti fuori tema vengono cancellati dopo 48 ore; le risposte ai commenti fuori tema non vengono pubblicate, puoi però rispondere in Chat segnalandolo eventualmente con un commento in questa lettera.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.