Salta i links e vai al contenuto

Un fratello più piccolo …

di

Sono un diciottenne, che abita in una mediocre città, la mia famiglia è composta da 5 mamma, papà, mio fratello di 29 anni, mio fratello di 25, e poi ci sono io che ne ho 18. I miei sono separati, io e i miei fratelli viviamo con mia madre in sicilia (siamo siciliani doc! ) , mio padre, si è trasferito (tempo fa) , sta con una compagna, in lombardia.
Ho una mamma fantastica e molto dolce, ha 52 anni, a cui voglio un bene dell’ anima la stimo un sacco perchè è una donna molto forte, ha saputo crescere i suoi figli da sola, con sacrifici e difficoltà è andata e và sempre avanti.
La situazione a casa non è tanto bella, ci sono i miei fratelli, che sono litigati a morte da quando erano adolescenti, nemmeno si salutano, io e i miei fratelli, non parliamo, non è mai esistito un dialogo aperto, da quando ero bimbo è così, e ancora oggi è in questo modo. Io mi saluto con tutte e due, tra auguri e altro ci facciamo io con loro, ma per il resto non abbiamo confidenza con entrambi.
I miei fratelli litigano spesso con mia madre perchè anno un carattere di merda e fanno i bambinoni, e mia madre non fa altro che pensare a noi, senza pensare a se stessa, non la aiutano nemmeno un po’, deve fare tutto da sola, sono io l’unico ad aiutarla un po’ e mi rode la cosa che mia madre non sia felice come dovrebbe, e molte volte penso che se avrei avuto quel fratellino di 14 anni coetaneo, che ho sempre voluto, le cose sarebbero diverse, a casa andrebbe decisamemte tutto perfetto, avrebbe l’affetto che merita, e sarebbe continuamemte aiutata, e io starei molto meglio, sarei troppo legato al mio fratuzzu, ed eviterei anche certe compagnie, mi manca quel fratellino che non ho mai avuto ma mi sarebbe piaciuto. :’)

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Famiglia - Me Stesso
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

5 commenti a

Un fratello più piccolo …

  1. 1
    Rossella -

    Io vivo in famiglia, ma non mi occupo di nulla; non so fare neanche la lavatrice. Recentemente ho imparato ad accenderla, ma si è trattato di un gioco… ci sono le lavanderie a gettoni e quando il tempo è brutto accompagno mia madre ad asciugare i panni. Questo è tutto quello che mi sento di fare. Quando resterò da sola non avrò problemi a gestire la casa. Penso che non dovresti giudicare i tuoi fratelli. Quando si decide di lavorare insieme è diverso. Infatti oggi scherzando ho detto a mio fratello: -ti farebbe ancora piacere lavorare con me?- Lui non ha risposto né sì né no… ha detto: – se andiamo d’accordo sì!- Questo significa che non dobbiamo andare d’accordo per forza. Quando si decide di fare qualcosa insieme bisogna essere seri. A suo tempo i nostri genitori decisero di assumersi questa responsabilità e visto che non troviamo un lavoro ci sostengono, ma non ci mantengono perché a nostra volta facciamo delle rinunce. Penso che dovresti cercare di sentirti parte della tua famiglia, della famiglia che hai… con il tempo ti farai la tua vita e non avrai nulla di che lamentarti perché le scelte hanno sempre un prezzo. In genere chi decide di restare solo lo fa perché è consapevole di non poter avere la presunzione di voler pesare le persone. Ti consiglio di non sprecare la tua umiltà e la tua modestia perché con un po’ di pazienza potresti riuscire a raggiungere la tua meta. Ti abbraccio! Buone feste :)

  2. 2
    Sofia -

    Rossella….scusa la sincerità ma che te non sapessi fare un cazzo e vivi nel tuo mondo credo che perfino le pietre l’avessero già capito! Mi pare tu abbia già 30 anni ma il cervello è rimasto a 10!
    E poi hai il coraggio di dire che quando resterài da sola non avrai problemi a gestire la casa?? Se non sai manco accendere la lavatrice!! Nel 2016 siamo Rossella…svegliati e impara a vivere …..fai questo regalo a te stessa!!
    …a parte questa vera ma patetica premessa caro oki..
    Ora andare a rinvangare che avresti voluto un fratellino centra nulla!e non serve a nulla….forse le cose sarebbero state un po diverse per te e per tua mamma ..
    Se il tuo fratellino fosse stato come te..ma la situazione in casa non sarebbe cambiata…i tuoi due fratelli sarebbero sempre rimasti due coglioni menelcazzo che se ne fottono di te e di tua madre e tuo padre comunque sarebbe andato via lo stesso…
    Per quanto riguarda che te eviteresti certe compagnie..un tuo ipotetico fratello centra un cazzo!
    Hai 18 anni..non sei un bambino..devi saper distinguere le compagnie sbagliate da quelle giuste!
    Se vai con quelle sbagliate la responsabilità è tua e basta! Un ipotetico fratello centra nulla!SR tua madre non riesce a far cambiare i tuoi fratelli e a farsi aiutare un po…smette di cucinare per loro e fargli il bucato!
    Dopo un po che non mangiano e hanno la biancheria sporca vedi che alzano il culo e imparano a far qualcosa!
    Essere mamme buone e chiocce OK.
    ….ma bisogna anche farli crescere i figli..crescere nel senso che imparino da soli a gestirsi…capisci?…
    Ciao!

  3. 3
    Marius -

    @Rossella scusami ma quanti anni hai?

    @OkiN97 Che diavolo di discorsi fai?Se avessi avuto un altro fratello (disoccupato pure lui) tua madre avrebbe dovuto sgobbare ancora di più per mantenervi. La vita comunque è piena di cose volute che non accadono e di cose non volute che accadono.

  4. 4
    iosonoio -

    Aiutare un po sarebbe il minimo. Il non saper fare niente é anche un po umiliante. E poi le lavanderie a gettoni sai quanto ti viene in un anno?

  5. 5
    Yog -

    Quoto Sofia in tutto e per tutto. Il fratellino c’entra una beata fava. Se non ti comoda la tua simpaticissima famigliola, prendi su e affittati una stanza. Anche se avevi il fratellino, facile che vi riempivate di botte visto l’andazzo. Commovente quanto riferito da Rossella: mi piacerebbe sapere che lavatrice hai. Per metterla in moto deve essere difficile… non è che ha un motore a scoppio e devi girare una manovella o tirare uno spago? Ti consiglio quella che ho io, è una Miele che costa un botto ma ha un motore a inverter e fa 1200 di centrifuga, per accenderla si preme un tasto e, se non sei uno che spacca il capello in quattro e si mette a personalizzare i lavaggi, si arrangia da sola a fare tutto quanto. È più difficile usare il telecomando della TV, giuro!

Scrivi un Commento

I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18, 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica etc) o promozionali. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema": per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
(1) modifica possibile prima della pubblicazione solo dallo stesso computer del commento (da qualsiasi postazione se hai fatto il LOGIN).
(2) i commenti fuori tema vengono cancellati alla sessione successiva; le risposte ai commenti fuori tema non vengono pubblicate, è possibile però rispondere in Chat.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.