Salta i links e vai al contenuto

Finalmente io

Non sono mai stata una ragazza facile. Non sono mai stata la figlia desiderata o desiderabile. Ero molto magra, un piccolo fragile scherzo della natura. Non ho avuto una vita terribile, ma neanche troppo invidiabile. Nata in una città che non apprezzo e per la quale non spenderò parole, da una madre troppo giovane per avere già il secondo parto e da un padre per il quale, di nuovo, non spenderò troppe parole. Ora vivo in un paesino, per fortuna migliore della città natale ma, l’ho comunque sempre odiato. Chissà forse sono io il problema, forse sono io che non apprezzo le piccole grandi cose che la vita ti dona. Poche cose mi piacciono, anche poche persone. Forse le persone non mi piacciono perché penso possano deludermi o farmi del male, infondo i miei genitori l’hanno fatto, quindi per quale motivo una persona sconosciuta non potrebbe farlo? Non so rispondermi. Mio padre non mi piace, lui è esattamente come me. È un uomo tanto buono e sensibile, generoso e amabile ma purtroppo la sensibilità a volte porta le persone a farsi del male. Il divorzio ha divorato la sua mente insieme all’alcool e nessuno, neanche l’amore dei suoi figli, sembrano potergli dare tanta tranquillità e pace. Mia madre, oddio mia madre. Lei è splendida. È la mamma più bella di tutte, è dolce ma non lo fa vedere, orgogliosa e sicura di se. Lei era una roccia, ma anche le rocce… dopo anni iniziano a scalfirsi, poco a poco fino a diventare tanti sassolini accostati. Non piaccio molto a mia madre, senza dubbio mi vuole bene ma senza dubbio non mi ha mai voluta. Durante molti litigi, mi ricorda che la mia nascita è stata uno sbaglio e che veramente doveva abortire ma…era troppo tardi per farlo. Sin da piccola, sono stata per lei la spalla su cui piangere, io mi prendevo cura di lei, io mi prendevo cura di tutto. Da qualche anno ha un nuovo compagno e io una bella sorellina. Lei è diversa da me, è sorridente ed estroversa, è circondata d’amore e felicità. Lei è stata desiderata, non c’è stato nessuno sbaglio stavolta. Sono contenta che lei possa godere di tutto il bene e l’affetto che io non ho mai avuto. Mia madre non è più una roccia, il rapporto col nuovo compagno la divora. Lei piange e non è mai sicura di niente. Ora lei odia il suo fisico rovinato ed è sempre scontrosa. Lei è sempre scontrosa con me. Non so perché mi odi tanto, non so perché si sfoghi su di me. Io continuo a prendermi cura di lei anche se ormai sono logorata dalla rabbia. Io continuo a prendermi cura di lei e le prometto che lo farò sempre ma so nel cuore che non è vero. Io dovrò vivere la mia vita, ho cosi tante cose da fare, tanti progetti da realizzare. Mi sarebbe piaciuto cosi tanto poter condividere con lei i miei pensieri ma, non le sono mai interessati cosi a lungo andare, ho smesso di parlare di me con lei, infondo so che non mi ha mai sentita. Non capisco come posso ancora provare amore per mio padre, l’uomo che mi ha abbandonata e non riuscire a provare neanche una briciola di quell’amore per lei che mi ha cresciuta. Non capisco come non riesca ad amare nessun altro cosi tanto al di fuori di lui. Ho un uomo accanto, un uomo che mi ama incondizionatamente. Credo di amarlo, quando  non c’è la terra trema e io sono persa. Ho paura di non potergli dare ciò che merita, ho paura che si stancherà di me. Non sono una ragazza facile, non dimostro mai ciò che provo, non sono “da abbracci” ne da “ti amo”. Sono piuttosto fredda, schiva e sono brava ad allontanare le persone. Lui è sempre con me, mi ha aiutata tanto, mi sostiene ogni giorno e mi ama veramente. Forse sono ancora troppo giovane per sapere cos’è l’amore, ma qualunque cosa sia questo calore che lui mi trasmette ogni volta che mi guarda, ogni volta che mi bacia ed ogni volta che chiude gli occhi accanto a me, mi fa stare bene e mi fa sentire apprezzata come mai in vita mia. Spero di riuscire un giorno, col tempo, ad imparare ad amare e ad apprezzare ciò che per mia fortuna, la vita mi ha donato.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Famiglia - Me Stesso
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

1 commento a

Finalmente io

  1. 1
    Confusa30 -

    vai a vivere con il tuo uomo e manda a cacare tua madre la rovina tua e di tuo padre tanto c’è chi se la spassa… inoltre sta piu’ vicina a tuo padre che è lui quello che merita attenzioni e non quella vipera di tua madre che non ti vuole e non ti apprezza

Scrivi un Commento

I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18, 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica etc) o promozionali. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema": per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
(1) modifica possibile prima della pubblicazione solo dallo stesso computer del commento (da qualsiasi postazione se hai fatto il LOGIN).
(2) i commenti fuori tema vengono cancellati alla sessione successiva; le risposte ai commenti fuori tema non vengono pubblicate, è possibile però rispondere in Chat.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.