Salta i links e vai al contenuto

Fare causa al dentista che ha sbagliato: qualcosa di più grande di me

di

Buongiorno, volevo un parere da Voi su una questione che mi assilla e per la quale devo prendere una decisione che avrà delle ripercussioni (soprattutto di carattere economico) e a questo punto devo essere onesta, sono abbastanza spaventata e non so davvero se ho fatto una giusta scelta. Per farla breve: ho contestato tramite raccomandate (2) rimaste senza risposta delle cure odontoiatriche a seguito delle quali, continuo ad avere problemi anche abbastanza seri.
Visto il silenzio di questa gentaglia, (perchè bisogna dirlo, i medici e loro omologhi dentisti in primis, sono una casta quasi intoccabile, nonostante i clamorosi e sempre più frequenti errori), decido di rivolgermi ad un centro che mi supporta nelle spese che non sono in grado di sostenere (prima assistenza legale e costo di una perizia medico legale)
Dalla perizia medico legale si evincono alcuni problemi, viene fatto un preventivo sui lavori da fare per sistemare la cosa. Ovviamente queste cure verranno svolte presso un nuovo studio medico, La somma è di poco superiore a quanto precedentemente sborsato.
Non viene riconosciuto un danno biologico e per i danni morali, be’ è impossibile procedere e sapete perchè? Praticamente uno deve quasi dimostrare di essere sull’ orlo della pazzia, per avere un minimo spiraglio ed essere preso in considerazione. Il centro che mi assisteva vedendo che non vale la pena andare avanti (non c’è molto da portare a casa), mi offre una soluzione diversa (spese delle varie e più approfondite consulenze a mio carico), loro mi offrono l’assistenza legale (perchè praticamente a questo punto, seguendo la prassi si va in tribunale). Non me la sento di affrontare queste spese, e decido di consultare privatamente un legale, il quale dopo aver dato una occhiata alla mia documentazione, mi propone esattamente lo stesso iter di qui sopra, con la differenza che stavolta le spese saranno esclusivamente di mia competenza, senza peraltro avere una garanzia di riuscita.
Ora il meccanismo si è messo in moto….. e io ho già cominciato a non dormire e ad essere nervosa per la situazione in cui mi trovo, ho paura. Paura che sia qualcosa più grande di me, che prosciughi i miei risparmi e insomma, spero che mi capiate, vivo del mio stipendio e di quel poco che riesco a risparmiare al mese.
Però voglio ringraziare ancora una volta le istituzioni, perchè con la loro sollecità presenza, fanno sì che i nostri problemi vengano risolti come per incanto.
Accetto consigli e pareri, per chi vorrà essere gentile di leggermi e darmene uno.

L'autore ha scritto 44 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Controversie - Salute
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

70 commenti a

Fare causa al dentista che ha sbagliato: qualcosa di più grande di me

Pagine: 1 2 3 7

  1. 1
    ChiaraMente -

    Se la raccomandata non è stata ritiritata non serve a niente perchè loro non hanno ricevute niente. Devi chiedere all’avvocato cosa pensa lui del caso e se c’è la possibilità di vincere. Realisticamente. Perchè è ovvio che a lui conviene trascinarli in tribunale di sana pianta ma non sai come andrai a finire perchè bisogna dimostrare che l’errore poteva essere evitato per dar luogo al reato e vai a saperlo..E’ un avvocato che prende solo cause vincenti o uno che poco importa? Per te ci vuole quello delle cause perse e senza prendere in giro, ma proprio perchè come dici tu è quasi impossibile sfondare il muro. Poi devi avere un medico legale specialista nella materia di cui il danno se possibile. E pensare a quanto può durare una causa così-fattelo dire-perchè le spese le paghi alla fine tutte assieme e ti mandano in rovina anche se hai perso. Chiedi un patrocinio gratuito, conosci quacuno? Chiedi all’avvocato, l’hai pagato!

  2. 2
    lipsia -

    La raccomandata è stata ritirata, l’ avvocato è un buo avvocato…..confido nella sua onestà e sul fatto che sappia consigliarmi per il meglio.
    Una perizia medico legale da cui si evincono dei danni è già stata fatta…questo mi ha spinto ad andare avanti…ma ora sto riflettendo proprio su ciò che mi può portare questa cosa…A volte cado in depressione, perchè mi sembra di essere caduta dalla padella nella brace e purtroppo non ho nessuno a cui chiedere consiglio, la prassi è questa.
    Ma me la prendo con le istituzioni che non ci tutelano e lasciano incompiuti gli sbagli altrui, non prestano assistenza, noi siamo buoni per pagare e prenderlo in quel posto. Ha ragione chi dice che una bomba messa in qualche posto strategico, forse può servire a cambiare le cose.
    In Italia tutto è così sommario, fatto coi piedi.
    Ma ritornando al mio problema,devo per forza di cose decidere, consapevole del fatto che potrei andare incontro a dei gravi problemi economici…Ma sai, i guai viaggiano sempre in coppia , e alle volte mi sento così stanca e incapace di continuare ad affrontare il mondo…..
    Vorrei davvero che certe cose venissero prese sul serio, soprattutto gli errori che riguardano la salute, visto che come dice la Costituzione è un diritto di tutti.
    Grazie comunque per la tua risposta

  3. 3
    ChiaraMente -

    MMh, già, hai ragione. A questo punto c’è solo da speraare che si risolva in fretta e far un ò di pressione perchè l’avvocato non la tiri alle lunghe (almeno lui). Scusami se te lo dico ma a meno che non sia un ottimo, e non bravo, avvocato, ho paura che un pò tiri sempre acqua al suo mulino.

  4. 4
    lipsia -

    Be’ questo è ovvio…., chi è che non tira l’ acqua al suo mulino? La nostra politica insegna. infatti è proprio la lungaggine di tutto l’ iter che mi ha illustrato l’ insigne a spaventarmi…..però ti dico che, comunque sono passati i mesi e bussa qui, bussa là, nessuno ha da proporti nulla di immediato e risolutivo.
    E stiamo parlando di salute, non di cose banali.
    Questo mi da’ l’ idea di quanto valiamo, meno di niente.

  5. 5
    robinhood2 -

    Forse la cosa migliore che potevi fare era cambiare dentista e basta, non è detto che tutte le volte che uno specialista o un’azienda non ci soddisfa per i servizi o prodotti forniti bisogna fargli causa,anzi. Se uno specialista o un’azienda lavorano male, presto o tardi chiuderanno, perchè più nessuno andrà da loro, e la voce gira.

    Non so bene i danni che hai riportato dalle prime cure odontoiatriche, i giudici condannano (e non è vero che le condanne siano poi così rare), in caso di negligenza o imperizia professionale, ma per quanto riguarda le cure mediche o chirurgiche, è anche necessario che nella fattispecie i problemi medici non fossero di particolare complessità, perchè altrimenti il medico può difendersi dicendo di aver fatto tutto il possibile, e purtroppo il paziente (tu in questo caso) non aveva risposto bene alle cure.
    Insomma, se è facile far condannare un chirurgo che dimentica le pinze nella pancia del paziente, meno facile (non dico sia impossibile) far condannare un dentista, o un chirurgo estetico, ad esempio, il cui lavoro non ha dato risultati sperati, perchè si tratta di interventi spesso complessi e dall’esito incerto, bisogna vedere caso per caso.

    Nel tuo caso comunque, è grave che quel dentista non abbia risposto alle tue raccomandate (anche il non ritirarle sapendo chi le manda è una furbatina che non serve proprio a nulla), questo è senz’altro contrario alla buona fede contrattuale e alla deontologia professionale. Un medico deve SEMPRE dare spiegazioni a un paziente che si lamenta.
    Quindi il giudice potrebbe ritenere già questo come segno di malafede di quel dentista, anche se poi è tutto da dimostrare che il danno che hai subito sia dipeso solo da lui, e non magari da una risposta anomala del tuo organismo.
    Ma questo può stabilirlo solo un processo. Poi potrebbe anche darsi che quello sia condannato in 1° grado e vinca in appello o Cassazione, magari la cosa potrebbe andare avanti anni e anni.
    Come vedi le cose non sono affatto semplici.

  6. 6
    ChiaraMente -

    Già, credo che Robinhood abbia centrato il bersaglio.

  7. 7
    -Dario- -

    Anch’io ho una esperienza simile.
    Sono 2 anni che cerco di farmi una semplice relazione e forse ci sono arrivato. Ho dovuto combattere con l’omertà ed il rifiuto di diversi odontoiatri che hanno risposto picche alla mia richiesta di sintetizzare il problema per iscritto, non dandomi la possibilità di agire con il legale. Ho trovato mdici che hanno negato le lvidenze (omertosi!) ho trovato incompetenti, ecc.
    Sono riuscito a trovare finalmente un perito onesto e puntiglioso, che mi ha dato buone speranze. In genere gli odontoiatri hanno polizze sul rischio professionale ed al 90% dei casi si mira alla richiesta di risarcimento all’assicurazione che difficilmente vuole affrontare contenzioni, quindi avresti buone possibilità.
    In bocca al lupo!

  8. 8
    daniela bigottà -

    Ti consiglio di lasciare perdere. Purtroppo ben raramente c’è immedesimazione nelle problematiche di chi ha subito un danno. Rischi di trovarti a spendere un bel po’ di quattrini per poi doverti barcamenare in uno sfibrante regime di guerra poiché il portafogli si svuota parecchio. A meno che non ti capiti un giudice dotato di umanità e serietà, quello che non cerca di esercitare il proprio potere defraudando il defraudato, ma che, al contrario, voglia favorire l’esplicarsi della giustizia. Ma l’umanità, la comprensione, un’idonea applicazione della legge, che non sia epidermica e forfettaria, non la trovi ad ogni angolo di strada. Soprattutto, chi non ha passato le tue stesse traversie, non si sforza di capire. Finché il corpo è alleato, i guai altrui vengono interpretati solo come sterili lagne. Il corpo non è però alleato per sempre. Ma non tutti lo vogliono intendere.

  9. 9
    lipsia -

    Buongiorno Daniela, invece sa che sono stata fortunata?
    Perchè tramite il mio padrone di casa (avvocato) sono stata indirizzata da un medico che ha ha redatto una documentazione con tanto di fotografie, quindi non dico di aver risolto, ma sono sulla buona strada.
    Proprio fra un’ ora ho l’ appuntamento e spero che tutto vada bene, anche perchè io sono in una situazione abbastanza grave e urge procedere, per non avere ulteriori peggioramenti.

    Saluti e grazie per la sua opinione

  10. 10
    Daniela Bigottà -

    Cara Lipsia, sono davvero molto contenta per Lei e spero di ricevere altre buone notizie in merito. A me è andata ‘molto’ diversamente, come avrà sicuramente capito. Nulla comunque a che fare col mio dentista, persona affidabilissima. Vorrà dire che, dopo “Belinda Victoria2”, già in cantiere, mi metterò a scrivere questa storiaccia. A presto, spero.

Pagine: 1 2 3 7

Scrivi un Commento

I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18, 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica etc) o promozionali. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema": per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
(1) modifica possibile prima della pubblicazione solo dallo stesso computer del commento (da qualsiasi postazione se hai fatto il LOGIN).
(2) i commenti fuori tema vengono cancellati dopo 48 ore; le risposte ai commenti fuori tema non vengono pubblicate, puoi però rispondere in Chat segnalandolo eventualmente con un commento in questa lettera.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.