Salta i links e vai al contenuto

Fa caldo, caldo pilotato?

Pare che il caldo che cè stato sia dovuto alle scie chimiche che i soliti super militari stanno spargendo nell’atmosfera, sono anni anni che in molti si chiedono cosa sono quelle strane scie sui cieli… [leggi tutto]

180 commenti a

Fa caldo, caldo pilotato?

Pagine: 1 2 3 4 5 18

  1. 21
    Alan -

    Caro Antonio,

    Benvenuto innnanzitutto nel forum.

    Quello che segnali non è che uno delle centinaia di siti che pubblicano foto di contrails sostenendo che si tratta di chemtrails.
    Internet è una grande risorsa, purchè le informazioni che si incontrano vengano attentamente valutate: la sua principale forza è che chiunque può scrivere qualsiasi cosa, il che ovviamente costituisce anche il suo maggiore limite per l’informazione.

    Proprio ieri su Repubblica, leggevo un articolo circa un sito internet che sosteneva che l’asse terrestre poteva essere spostato se almeno 600000 persone avessero saltato contemporaneamente alla stessa ora, riportando la terra in una posizione che ne avrebbe causato la diminuzione dell’effetto serra… Ora, l’assurdo è che sembra che le persone disposte a farlo fossero già circa 500000, mezzo milione di persone che non hanno sentito neanche il bisogno di fare una semplice moltiplicazione prima di prestarsi a questo ridicolo gioco…
    Il paradosso tra l’altro non è nuovo (ricordo di averlo già incontrato su “The flying circus of physics” di Jearl Walker, un bellissimo libro di curiosità sul mondo dei fenomeni fisici).

    Concludo dicendo che non mi reputo un negazionista. Ritengo tuttavia che ci vuole qualcosa di più di un sospetto per sostenere che qualcosa è vero o no lo è, indipendentemente dal fatto che ci piaccia pensare che lo sia o non lo sia.

    Saluti,

    Alan

  2. 22
    filippo -

    sulla diga del Vajont, caro Domenico sei in errore: dicesi bravata un’azione sconsiderata, o, se vuoi, una smargiassata, fatta per obiettivi di protagonismo.
    questo è esattamente quello che hanno fatto i costruttori della diga, i quali non erano né avrebbero potuto essere geologi, bensì ingegneri civili, fottendosene allegramente – ecco la smargiassata – delle caratteristiche idrogeologiche del territorio, che avrebbero potuto essere ben descritte e in parte lo furono, da perizie geotecniche di terze parti, ossia di parti non legate all’impresa costruttrice, oppure da geotecnici del Ministero competente al di sopra di ogni sospetto di corruzione.
    nel caso specifico, ovviamente, le smanie di protagonismo dell’impresa erano a sfondo economico e politico.
    non è meraviglioso che dopo questa dimostrazione di poca “Etica” i nostri ingegneri civili abbiano trovato lavoro pure all’estero?!

  3. 23
    filippo -

    Alan, se ho letto bene, tu insisti con la necessità di prove, dici di lasciar perdere i chiarimenti su progresso e non-progresso, ma contro-dibatti su una stupidaggine come lo sbilanciamento dell’asse terrestre: magari sei non-negazionista, ma un poco filobastiancontrario sì, non trovi?!
    qualunque climatologo, che non sia un laureato per forza, può dirti, gia solo dall’osservazione diretta, che siamo fuori delle oscillazioni Milankovitch (cfr. filippo #4 sopra).
    che il clima, e con esso tutte le manifestazioni correlate, tipo temperature stagionali, settimanali e giornaliere, orarie, cicloni-anticicloni, nuvole, circolazione d’alta quota, uragani etc.., siano sballati è un’evidenza incontestabile.
    che scienza e tecnica, dopo aver creato questo casino, cerchino di metter pezze elettro-chimiche, peggiorando se possibile le cose, è un’altra evidenza incontestabile, perché è una questione di metodo: questi lavorano così, vedono Dio nei neutrini, negli idrocarburi e nei genomi; non gli frega un tubo di capire veramente le cose, le devono solo infilare dentro i loro schemi razionali.
    che i militari siano sempre l’avanguardia sturmtruppen è un dato di fatto storico dall’Impero romano in avanti.
    che i preti non sappiano far altro che mantenere i propri interessi .. ecumenici è un altro dato storico incontestabile (i papi vanno in montagna, scrivono, suonano il pianoforte e ogni tanto dicono “fate i bravi”, mentre giù c’è la guerra e altrove si muore di fame. Gandhi sarebbe già morto di digiuno!).
    che prove specifiche ti servono sui chemtrails?! e a che cosa ti servono?!
    non sei forse uno attento come molti, al quale quello che si vede e si sente basta e avanza per farsi un’opinione?!
    i contrails sono banali! i chemtrails si sospettano legittimamente, perché c’è qualcosa di strano, che è diverso dalla normale reazione di condensazione e poi proprio perché questi lavorano così.
    come disse quello, non mi serve di far cadere un sasso per sapere che c’è la gravità! il sasso lo faccio cadere per misurare l’accelerazione di gravità, ma quella è un’altra cosa.
    la prova probante di esperimenti militari chemtrails sui grandi laghi alle 17:30:54 di lunedì 3 luglio 2006 serve al magistrato che, magari piacesse a Giove, avesse il compito di incriminare i responsabili di turno.
    perciò, caldo provocato?! può essere benissimo!
    manipolazione climatica?! assolutamente sì!!
    me lo aspetto da questi idioti!
    se non hanno avuto remore a guastarlo il clima, che remore possono avere a cercare di maneggiarlo come pare a loro, magari pure con qualche vantaggio in campo militare?!
    penso che neanche una commissione d’inchiesta ONU oggi riuscirebbe a superare questa “illuminazione”.
    sappiamo tutti che il DC-9 Itavia è stato abbattuto da un missile sparato da un aereo militare contro un altro aereo militare.
    abbiamo forse bisogno che ci sia un’improbabile sentenza della magistratura per esserne certi?! non penso proprio!!

  4. 24
    Domenico -

    Beh, Filippo, se vuoi fare di tutta l’erba un fascio, allora dove dovremmo prenderli gli ingegneri civili?
    Non credo siano tutti accomunabili a chi fu responsabile di tale disastro. E in giro non credo ce ne siano di meglio…

  5. 25
    Domenico -

    Filippo, mi sembri ben informato:
    Chi fu a costruire la diga?
    Perchè non vennero fatte perizie geologiche?
    Se vennero fatte delle perizie geologiche da geologi del Ministero (?) queste non vennero prese in considerazione?
    Se l’Impresa era l’ENEL, era statale?

  6. 26
    filippo -

    Domenico, circa il Vajont, la meccanica generale fu quella che ho detto: c’è stata deliberazione a costruire nonostante le controindicazioni geologiche
    evidenti, accettando esclusivamente il parere geotecnico di un personaggio coinvolto negli interessi che volevano la diga; nessun
    approfondimento, solo giustificazioni per procedere ad oltranza.
    in altre parole, interesse privato e corruzione (che novità!).
    le sentenze di colpevolezza furono emesse nel 1971.
    qualcuno dei responsabili s’è suicidato.
    la ditta coinvolta fu la SADE e i personaggi parecchi.
    mi pare che ENEL e Montedison furono condannate al risarcimento danni privati e pubblici.
    l’ENEL era statale (l’energia elettrica mi sembra che sia stata nazionalizzata nel 1961).
    in ogni caso, sul Vajont esiste una bibliografia esauriente, tra cui anche una versione cinematografica.
    ecco perché avrei dubitato dell’ingegneria italiana!
    come ho già scritto più sopra però, non si tratta di fare di tutta l’erba un fascio, bensì di stabilire protocolli etici super-rigorosi per
    tutte le attività umane e condanne ben più rapide, pesantissime ed irrevocabili per i funzionari pubblici corrotti.
    se non l’intelligenza, saranno le conseguenze del sovvertimento dell’ordine naturale delle cose a costringere l’homo insipiens-insipiens a diventare sapiens.
    i protocolli di Kyoto sono solo l’aperitivo.

  7. 27
    Alan -

    Caro Filippo,

    la contrazione qb, che ho tradotto con quanto basta, in genere si usa nelle ricette di cucina. Quando cerco una verità a me non basta il sospetto. E quanto basta è una quantità indefinita ed estremamente soggettiva. Io preferisco le unità di misura, perchè quanto basta per te potrebbe essere insufficiente per altri.

    Una polemica progresso-non progresso potrebbe anche non aver mai fine. E’ facile provare che il progresso arreca danni, ci vuole invece un piccolo sforzo di fantasia per immaginare quali potrebbero essere i danni del non progresso. Ho comunque anche detto che sono disposto a parlarne in maniera più approfondita purchè si apra un altro forum sull’argomento.

    Se ragioniamo per qb, allora il problema è risolto. Basta andare sul sito http://www.menphis75.com/foto_chemtrails.htm.
    Lì ti spiegano come costruire un cloudbuster con circa 150 euro. Lo monti nel giardino di casa tua e ripulisci il cielo nel raggio di 144 Km…
    L’apparecchio assorbe l’energia orgonica (non chiedere a me cosa sia o come funzioni, ma tutto sommato abbiamo detto che non ci servono prove…) e la scarica nell’acqua.
    Bastano 4 tubi di rame, un paio di quarzi, un barattolo di resina ed un secchio.

    Se invece ragioniamo in unità di misura, dovremmo convenire che la forza di gravità è leggermente più evidente della composizione chimica o naturale di una nuvola. Se poi fossimo ancora più pignoli, dovremmo ammettere che a noi oggi non serve veder cadere una mela per sapere dell’esistenza della gravità, ma a Newton servì proprio quello.

    Anch’io mi faccio delle opinioni, ma non le spaccio per certezze. E possibilmente non le spaccio come verità incontestabili. Ti invito ad essere più analitico nelle tue conclusioni.
    Questo ovviamente non toglie che si possano nutrire dei sospetti.

    Alla domanda “crederesti alcuni governi capaci di architettare un piano come questo?”, la mia secca risposta sarebbe si.
    Ma se mi chiedi ” è questo sta succedendo?”, ad onor del vero ( e non per fare il bastian contrario) la mia risposta sarebbe no.

    Rispetto ovviamente il tuo punto di vista, sebbene mi sembri leggermente “viziato” da preconcetti. Saranno anche legittimi, ma procedendo con la stessa approssimazione potremmo anche dire che stanno togliendo l’ossigeno dall’aria o il sale dal mare.

    Saluti,

    Enzo

  8. 28
    Domenico -

    “dovremmo ammettere che a noi oggi non serve veder cadere una mela per sapere dell’esistenza della gravità, ma a Newton servì proprio quello.”

    Veramente a Newton, non servì veder cadere una mela, credo che ne avesse già viste cadere.
    Più che altro si può dire che la mela gli cadde in testa, quindi gli servì la testa.

  9. 29
    Alan -

    Per un errore di copy and paste,

    mi sono appena accorto di aver firmato con un alias usato in un altro forum.
    Non che sia rilevante, ma rettifico per precisione.

    Alan

  10. 30
    ivan senzaterra -

    salve a tutti,
    per Alan che chiede prove. Non ne ho, però aerei che volano a 3000/4000 metri (in condizioni ambientali che rendono impossibile il punto di rugiada a 10/12000 metri) e che rilasciano scie spesse e che si trasformano in cirri basta e avanza.

Pagine: 1 2 3 4 5 18

Lascia un commento

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.