Salta i links e vai al contenuto

Ha diritto di passaggio ma usa la mia strada come deposito

di

Buongiorno.

Sono proprietario di un lotto di terreno confinante con un altri due lotti e divisi dalla strada. Uno dei due confinanti per accedere al proprio lotto deve attraversarla perché ha il diritto di servitù, fino a qua tutto bene. Il problema nasce perché il confinante oltre ad attraversarla, la strada, la usa anche come deposito di materiale edile. Non ricordo più quante volte l’ho pregato di lasciar libera la strada, purtroppo le mie parole son rimaste inascoltate, a questo punto come posso risolvere il problema?

Cordiali saluti.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Controversie
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

1 commento a

Ha diritto di passaggio ma usa la mia strada come deposito

  1. 1
    Itto Ogami -

    Ci sono tre possibilità.

    1) raccogli il materiale edile e lo porti via. Esso è tuo, perché sta sulla tua proprietà. ))) Se il tizio si lamenta, gli dici: “ma tu hai lasciato la roba tua sul mio terreno ?? vai subito a fare denuncia così dopo posso denunciarti anche io”.
    2) cammina tanto sul tuo terreno fino a quando casualmente (deve accadere per caso, non simulato) inciampi nel materiale edile, chiami l’ambulanza e denunci per lesioni personali il tizio per aver messo tutta quella merda sul tuo terreno.
    3) chiami i carabinieri mentre la merda sta sul tuo terreno, e fai fare un bel verbale. Fai delle foto. Poi ti rivolgi ad un avvocato, che farà una bella lettera di intimazione a questo tizio, con tanto di foto e verbale dei carabinieri.

    Scegli tu, alcune strade sono a rischio, altre no.

Lascia un commento

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.