Salta i links e vai al contenuto

Dice che “ho distrutto la sua vita”

Salve a tutti, sono una ragazza di 19 anni e vorrei raccontarvi la mia “storia” :

ne avevo solo 17 quando un giorno, in giro con le mie sorelle, stavamo passeggiando ed un tipo ci urta. Il tipo in questione era ubriaco perso e per scusarsi, ci invita a bere qualcosa lui ed i suoi amici. Entriamo in un locale e il tipo inizia a farmi una faccia dolce, viene da me, mi prende per ballare e inizia a dirmi cose carine del tipo :”sei la ragazza più carina che io abbia mai visto, ti aspetterò per sempre, ti amo, etc.” (a distanza di 2 anni, mi viene da ridere solo a pensarci.. ma allora ero una ragazza un po ingenua.. e p.s lui aveva 26 anni). A fine serata, ci scambiamo in contatti Facebook e finisce lì. Il giorno dopo mi connetto e accetto la sua amicizia.. dopo qualche giorno mi scrive come stavo e che si scusava per quello che aveva fatto, nonostante l’unica cosa che si ricordasse era che mi aveva incontrato e che  ero una bella ragazza, oltre a dire che era stata la serata più bella dopo tanto tempo. Gli racconto i dettagli della serata e spera in un nuovo incontro. Dopo circa 4 mesi (giugno)  mia sorella gli scrive se volevamo vederci tutti insieme (io, le mie due sorelle e lui, anche se doveva venire anche un suo amico). Usciamo e lui mi fissa tutto il tempo, viene vicino a me e parla quasi tutto il tempo solo con me. Eh sì, va bene lo ammetto, mi sono “infatuata” “innamorata”, peccato averlo capito solo a fine giornata… dopo quella giornata, ci sentiamo raramente.. (premetto che lui si è levato da facebook e che comunque ce l’avevo su whatsapp) fino ad un giorno di dicembre in cui gli dico che sono nella sua città per lui ( abita 2 h da me).. e lui di tutta risposta :”mi dispiace, ma ho una fidanzata, non possiamo vederci”. Rabbrividisco. E da lì inizia il mio calvario : ci sto male, piango quasi tutti i giorni e non riesco a tirarmi su. Non ho mai avuto un fidanzato e questa cosa mi prese proprio male..non so neanche spiegarvi esattamente perchè e come… Gennaio : gli faccio gli auguri per il compleanno e mi dice che si è lasciato, che ci saremmo risentiti, ma silenzio totale. Verso natale sono di nuovo a pezzi, la voglia di scrivergli è tanta, ma il mio ego è ferito e  ancora fragile… La mattina di capodanno mi sveglio e trovo un messaggio : il suo. Mi augura un buon nuovo anno e spera che ci saremmo rivisti, inoltre dice che è importante “che due buoni amici non si perdano di vista” e che avrebbe voluto scrivermi solo che “non aveva tempo” e che anzi, avrei potuto scrivergli io ( cosa che ho fatto 3mila volte) . Immaginate come stavo. Gliela diedi vinta : gli dissi che mi era sempre piaciuto etc. lui disse che avrebbe voluto dirmi tante di quelle cose, che anche io gli ero sempre piaciuta, ma nonostante la “distanza”..  a gennaio ci incontriamo io e lui soli. La serata è perfetta, un po come lui.. l’unica cosa che è dissonante è il fatto che mi ritorna in mente quello che ho passato in un anno e mi viene da fissare un po il vuoto.  Il weekend vado da lui, che ogni volta non vede l’ora di vedermi, mentre io sono un po distaccata e fredda.. gli dico quello che ho provato quando lui era fidanzato e mi aveva rifiutata e non dice niente, non parla. Io gli piango davanti e  lui niente, neanche una stupida parola di consolazione o un abbraccio, NIENTE, impassibile… Un weekend che stavamo insieme mi fa:” io voglio una ragazza come te, ma tu sembra che mi stia prendendo in giro”, gli dico che faccio sul serio, altrimenti sarei rimasta a casa mia. E così “ci mettiamo insieme”, ma la rabbia è ancora viva. Il giorno dopo mi propone se vogliamo passare a salutare la sua squadra di calcio per poi andarcene via subito. Andiamo e alla fine siamo rimasti a cena. Il bello è che : entro nella sala e c’erano tutti e solo ragazzi. Ragazzi poi, tutti sulla 30ina. Io ero l’unica donna e poi piccina (ne ho 19).  Ero in imbarazzo e non sapevo cosa fare.. fatto sta che iniziano tutti a bere e c’è chi è su di giri.. lui mi chiede se volessi qualcosa da bere, dico no no no, e alla fine mi chiede se volessi del Whiskey : accetto, mi piace liscio, lo so, insolito per una ragazza. Non avevo mangiato nulla e dopo 5 bicchieri di quest’ultimo, perdo i sensi.  La mattina dopo mi sveglio sul pavimento di casa sua : ha una faccia arrabbiatissima e non riesce a guardarmi in faccia. Mi dice le testuali parole “HAI DISTRUTTO LA MIA VITA” e mi racconta che gli ho detto che mi ha spezzato il cuore, che non riesco ad amarlo, ho baciato due suoi amici e ho pianto tutta la notte. Dice di dargli un paio di giorni per riflettere. Trascorsi quest’ultimi si rifa vivo e mi dice che mi perdona. Gli scrivo che mi manca, lui mi scrive che anche io gli manco, solo che è impegnato con il lavoro. Ha ancora il mio numero di telefono e con il fatto dei stati di Whatsapp, è sempre il primo a visualizzarli. Dopo questo fatto, perchè non eliminarmi completamente dalla sua vita? Ma la cosa che mi tormenta per davvero è : lui disse che era fidanzato, ma con lei non mise nessuna foto, difatti non so neanche che aspetto abbia.. mentre con me, già dopo il primo appuntamento la pubblicò senza se e senza ma, tutto di sua iniziativa. 

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Amore
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

3 commenti a

Dice che “ho distrutto la sua vita”

  1. 1
    Rossella -

    Che dire? Il pellegrino di Santiago è consapevole dei peccati che l’uomo inevitabilmente commette data la sua natura. Una conoscenza che nasce senza impegno, a scopo dimostrativo, resta per me un gioco e, te lo dico sinceramente, non penso di uscire dalla grazia… motivata dalla fede e dalla speranza riesco a riscattare anche l’anima del malcapitato di turno, perché nel momento stesso in cui emerge la parte umana il pericolo si dissolve. Si scherza, ma non accade niente di significativo. Capita di uscire dal seminato (per modo di dire) ma questo accade quando ti trovi davanti ad un uomo che non ha fiducia nella misericordia di Dio. I doppi sensi, a limite, potrebbero richiamare la persona a stare con i piedi per terra. Se la persona in questione non si vergognasse della sua natura, o comunque non si sentisse in dovere di reprimerla, molti pensieri lascerebbero il tempo che trovano. Purtroppo accade che da un momento all’altro il mondo sommerso riemerge. Per ovviare a questa situazione – e ai rischi che comporta il viaggio- si affronta la conoscenza su basi giuridiche o comunque pratiche. Non puoi sondare l’amore e pretendere di poter gestire la sua forza. Allora lo vivi come un sentimento? Nel momento in cui mi viene dato un ruolo io mi comporto di conseguenza, e lo faccio anche quando questo ruolo non mi viene dato… ferma restando che sempre ci saranno uomini che ti possono amare con un’intensità maggiore. Devo spiegare anche perché?

  2. 2
    Rossella -

    […]La situazione per quanto imbarazzante descrive la realtà dei fatti. Io da donna non mi scandalizzo perché mi confronto con l’immagine della gestante… la vita si manifesta nello stesso modo. Quando la situazione ti sfugge di mano rispondi in base al tuo carattere. A me imbarazzerebbe, ma non ci trovo niente di scandaloso. Accade. Si va avanti senza problemi. Io non me ne farei. Ad ogni modo non potrei accettare qualsiasi forma di diffidenza perché io sono una persona capace di sopportare, anche di buon grado, fatiche e pericoli enormi. Non ho testa per altre cose. Chiaramente, essendo una persona che è preparata a vivere alla giornata, non mi tolgo la possibilità di vivere il momento scherzando e inventandomi un mondo che non esiste perché non investo sulle scelte indotte. Mi potrebbe capitare quando la vita mi chiama ad assumermi delle responsabilità verso terzi. In quel caso il discorso sarebbe diverso. Davanti alla vita. Allora sì. Ma entrare nel vortice del desiderio di un uomo non se ne parla.

    PS. Non ti scoraggiare!

  3. 3
    Regina Incoronata di Splendore -

    Rossella, sei interessantissima! Mi piace leggere i tuoi pensieri.

Lascia un commento

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.