Denuncia con solo il numero di targa perché l’auto non si è fermata

di sara

Caro direttore con il mio motorino ho urtato la macchina davanti a me sul fanalino destro e nell’urto sono caduta facendomi male, la macchina non si è fermata io ho solo il numero di targa che posso fare? L’ho urtata perché la macchina ha curvato stretto.
Distinti saluti, attendo vostra risposta.

L'autore ha scritto n.1 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione

Lettere attinenti a:

Continua a leggere lettere della categoria: Controversie

Una lettera scelta dal caso proprio per te...

22 commenti a

Denuncia con solo il numero di targa perché l’auto non si è fermata

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    albert -

    Il conducente di quell’auto doveva immediatamente fermarsi e prestarti soccorso, dal momento che eri caduta in motorino.

    Non avendolo fatto ha commesso il reato di omissione di soccorso, che oggi è punito ancora più gravemente, dopo i molti episodi di persone che non si fermano dopo aver provocato un incidente d’auto.

    Devi andare subito da carabinieri e denunciarlo per omissione di soccorso e lesioni, loro risaliranno al proprietario dell’auto.
    Meglio se ti procuri un certificato medico con la constatazione delle ferite o ammaccature riportate e, se c’erano, uno o più testimoni del fatto, oltre alle foto dei danni del tuo motorino.

  2. 2
    albert -

    Se l’auto davanti a te ha curvato stretto e in pratica ti ha tagliato improvvisamente la strada, è chiaro che allora la colpa è sua, perchè l’urto del tuo motorino contro la sua parte posteriore è stato provocato dalla sua manovra scorretta e non potevi evitarlo.

    Inoltre, se il conducente non si è fermato, pur essendo caduta ed essendoti ferita, ha commesso anche omissione di soccorso, reato le cui pene, dopo il 2003, sono state aumentate (rischia da 3 mesi a 3 anni di reclusione, c’è l’arresto immediato per chi non si ferma, e la sospensione della patente per almeno 1 anno e mezzo).

    Quindi ti consiglio di andare subito dai carabinieri col numero di targa che hai, e denunciare il conducente per lesioni e omissione di soccorso.
    Penseranno i carabinieri a risalire all’identità di chi guidava, dal numero di targa.

    Procurati anche qualche testimone (se c’era) e un certificato medico con l’attestazione delle lesioni riportate, oltre alla documentazione (foto, ecc.) dei danni riportati dal motorino.

  3. 3
    leo -

    Non vorrei frenare i giovanili entusiasmi, ma per Sara devo fare l’avvocato del diavolo.
    la questione dei “testimoni” in questo caso è di prioritaria importanza, poiché i carabinieri – lo stesso e peggio dicasi per la PS – scarsamente si prestano per qualcosa di più di un asettico verbale anche quando sono presenti alla flagranza del reato, figuriamoci quando arriva una giovane fanciulla che dice di essere stata buttata a terra da un automobilista che non si è fermato possibilmente perché non l’ha neanche vista o perché lei stessa stava magari “sorpassando a destra” o non rispettava le distanze di sicurezza.
    una denuncia tout-court in questo caso può determinare una querela per diffamazione, altroché omossione di soccorso, e non siamo in un paese dove le Istituzioni si adoperano per il cittadino onesto, anzi, al contrario, sono garanti dei farabutti.
    la nostra Sara, che avrà forse 17-18 anni visto che ancora va col motorino, rischia di passare qualche ora in caserma come delinquente se non ci va debitamente accompagnata e, come ripeto, con qualche testimone per sostenere l’accusa.

  4. 4
    idrante2001 -

    Tutta la solidarietà a Sara, se il “delinquente” non si è fermato!
    A patto che, come dice Leo, Sara non faccia parte di quelle persone, giovanissime, giovani e meno giovani, che ti arrivano di colpo sulla tua destra e si incuneano con aria da “idioti” tra la tua auto e il lato destro della strada!
    Perchè non se ne può più di questo “uso”, che a quanto mi risulta non è diventato Legge del Codice della Strada!
    TI auguro, Sara, di non essere in mala fede per aver voluto superare a destra!

  5. 5
    albert -

    Leo, quale diffamazione? Ragiona e informati invece di scrivere stupidaggini e confondere le idee a Sara.

    I testimoni non sono così importanti invece, perchè se anche Sara avesse urtato un’auto totalmente ferma a un semaforo, per esempio, e avesse torto, e dicesse falsamente che l’auto le ha tagliato la strada svoltando, allora non si capisce COME MAI IL CONDUCENTE NON SI ERA FERMATO SE AVEVA RAGIONE, non era sceso e non ha preso i suoi dati, per fare la constatazione amichevole e la denuncia all’assicurazione.

    Se quello è scappato, pur avendo riportato un danno all’auto, è evidente che sapeva benissimo di avere torto, ed era in malafede, quindi è chiaro che Sara sta dicendo il vero, e qualsiasi giudice condannerebbe quel conducente perchè il suo comportamento omissivo lo ha messo dalla parte del torto. Magari è qualcuno che non è nemmeno assicurato, o magari era uno che guidava senza patente, o con patente sospesa, quindi la denuncia va fatta, prima che ripeta incidenti analoghi.

    Ti informo poi che soccorrere una persona ferita, o caduta da un ciclomotore, è un dovere giuridico sia avendo ragione che avendo torto, il fatto che quello non si sia fermato è un reato indipendentemente dalla dinamica dell’urto.
    Il reato di cui all’art. 593 c.p. si perfeziona col non soccorrere una persona e basta.

    E’ vero che i testimoni possono essere utili, ad esempio per confermare il modello dell’auto, e la dinamica (se l’hanno vista) del fatto, almeno a grandi linee.

    Ma sul fatto che i carabinieri si debbano mettere a cercare un’auto che è fuggita dopo un incidente, su questo non ci piove, e sarebbe omissione d’atti d’ufficio se non lo facessero.

    Se poi tu hai problemi, perchè magari ti sei comportato come il conducente di quell’auto, e sei un pirata della strada e guidi come un criminale, quelli sono affari tuoi, almeno stai zitto e non scrivere cose che non stanno nè in cielo, nè in terra.

    Posso elencare dozzine di casi di mia conoscenza in cui i carabinieri o la polizia hanno subito cercato auto di pirati della strada, e li hanno identificati.

    Quindi Sara, fai al più presto la denuncia, al limite consigliati anche con la tua assicurazione, ma fai di tutto per identificare quel tizio, magari domani potrebbe ammazzare qualcuno con quell’auto, se guida in quel modo.

  6. 6
    leo -

    Albert, tu tiri cafonescamente conclusioni da ipotesi tutte tue e che non sono verificabili, cominciando con il dato che “il tizio non s’è fermato perché era in torto”; ma che ne sai?! come lo dimostri?! cosa ti fa pensare che davanti al giudice di pace un ragionamento logico sia una prova inconfutabile quando quelli mettono in discussione pure le evidenze plateali?!
    non perdo il tempo di contestare il resto della spaghettata.
    Albert, perfino nel pianeta astratto nel quale vivi, non una delle cose che hai scritto ti salverebbe dal manicomio.

  7. 7
    albert -

    Ne so, perchè ho i dati sulle sentenze sia dei giudici di pace, che dei tribunali in caso di fuga dopo l’incidente.

    Scappare dopo l’incidente è il modo migliore per ottenere al 99% (a meno che uno non possa dimostrare di avere un ferito a bordo, o altra emergenza) una bella condanna per omissione di soccorso, qualunque cosa uno dica, e qualunque avvocato abbia.

    Quanto al manicomio, non avendo argomenti ti rifugi nei tuoi insultini da ignorante, che rispedisco al mittente.

    Vai pure a difendere i pirati della strada, se è questa la tua vocazione, divertiti.

    A parte lo squallore del tuo intervento in sè, secondo cui chi presenta una denuncia, per il fatto di essere donna (fanciulla… ma come parli? ma aggiornati) e avere 17-18 anni (e allora?) dovrebbe automaticamente temere di passare dalla parte del torto, anche se va là con tanto di ammaccature e certificati medici. La ridicolaggine della tua osservazione si commenta da sè.

  8. 8
    sara -

    cari sono sara vi ringrazio per le risposte inviatemi per me preziose vi chiedo se potete fornirmi informazioni sulla procedura usata dai carabinieri per denunciare l’omissione di soccorso con solo numero di targa, possono chiamare direttamente l’interessato oppure si procede solo per pratiche cartacee, se avete informazioni rispetto a questo sarò lieta di riceverle, distinti saluti

  9. 9
    DAGO44 -

    ALBERT ha ragione,per omissione di soccorso si va diritti in galera,come è giusto che sia,Carabinieri,o PUBBLICA Sicurezza non fa differenza,la macchina non si è fermata,e il conducente e colpevole,quindi fai una bella denuncia,ma affrettati prima che il tipo che ti ha provocato la caduta faccia riparare l’auto.DAGO44

  10. 10
    albert -

    Dago ha ragione, Sara. Quando succedono incidenti come il tuo, la denuncia va fatta subito. E’ chiaro che se aspetti troppo, e magari non ci sono testimoni, l’investitore può far riparare le ammaccature, e allora non ci sarebbero prove dell’incidente.

    E poi, considera che polizia e carabinieri ricevono centinaia di denunce, quindi danno sempre la precedenza alle cose più importanti, dove ci sono morti o feriti gravi.
    Non preoccuparti delle procedura di polizia e carabinieri, tu pensa a fare la denuncia senza aspettare ancora.
    Dici che ti sei fatta male, per lo meno porta i certificati medici.

Pagine: 1 2 3

Scrivi un Commento
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica etc) o promozionali. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie.
Rispetta l’autore della lettera e gli altri utenti: resta in tema, non chattare, usa un solo nome, fai un uso limitato di abbreviazioni SMS e Maiuscole.
Puoi inserire al massimo 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Il server pubblica in via automatica i commenti alle ore pari (2, 4, 6, 8 ...).
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Required fields are marked *

 caratteri disponibili

Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.