Crisi esistenziale mette in crisi anche l’amore?

di sofia82

Scrivo per la prima volta, è da qualche giorno che mi sono imbattuta in questo sito e ho letto molte delle storie pubblicate, talvolta trovando conforto, talvolta meno. Sono 40 giorni circa che non sento il mio amore, ormai mio ex credo e ancora non capisco cosa sia successo. Siamo stati insieme quasi 5 anni, tra alti e bassi ma moltissimo amore, da settembre a febbraio i mesi più belli, a natale mi ha anche regalato l’anello di fidanzamento e parlavamo di sposarci. Questo anche a inizi di giugno…ma lui da marzo era cambiato, strano come non lo avevo mai visto…depresso, con gli occhi tristi, frustrato, con mille problemi e se la prendeva con me, alle volte sembrava covasse una rabbia nei miei confronti repressa a lungo. Tra alti e bassi siamo arrivati al 21 giugno, quando io gli ho detto che non ce la facevo più a essere trascurata e maltrattata, che o cambiava o basta. Lui mi ha detto non ti lascio, io ti amo ecc ma io sto male e me la prendo con te, non so perchè e ci sto male, non ho più stimoli nella nostra storia, per la verità nemmeno nel resto (il che è vero perchè ripeto, non si diverte manco più con gli amici, non usciva più). Ci siamo salutati male e non ci siamo più sentiti fino a due settimane dopo, il 4 luglio, quando l’ho chiamato e in lacrime l’ho lasciato perchè ancora non sapeva dirmi nulla, era nervoso, strassato e depresso. Da allora gli unici contatti sono su fb, dove non ci parliamo, ma lui mette frasi depressive, vedo le sue foto dove ha una faccia depressa al massimo e ha trovato il modo di farmi sapere che lui si sente ancora fidanzato. Io inutile dirlo sto parecchio male….ma lui non mi cerca e io nemmeno…so che dovrei considerarla chiusa ma non me ne faccio una ragione…non ho nemmeno potuto vederlo per parlarci a quattrocchi…

  

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere attinenti a:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

Una lettera scelta dal caso proprio per te...

13 commenti a

Crisi esistenziale mette in crisi anche l’amore?

Pagine: 1 2

  1. 1
    cube -

    La depressione è un male subdolo, ti fa dire cose che non pensi, ti fa fare cose di cui ti penti amaramente..quando è troppo tardi. per il mio stupido comportamento, conseguente ad un profondo senso di insoddisfazione che mi accompagna da sempre, ho perso l’amore della mia vita, l’ho fatto scappare via. gli chiedevo disperatamente aiuto ma lui si è spaventato. purtroppo la nostra storia è più complessa perchè anche lui ha attraversato un periodo molto difficile. il mio rammarico è essermi lasciarta accecare dal mio egoismo e non essere riuscita a stargli vicino quando potevo dimostrargli il mio amore. le mie richieste lo hanno sfiancato, non mi bastava quello che mi dava. adesso so che non è a lui che avrei dovuto chiedere aiuto, avrei dovuto rivolgermi a persone che avrebbero saputo come aiutarmi, a lui avrei dovuto chiedere sostegno, che peraltro non mi ha mai negato. quello che ti voglio dire è che se ami veramente questa persona non dovresti lasciarla sola in questo momento. amare è crescere insieme, è uscire insieme più forti da un dolore. incoraggialo a chiedere aiuto e stagli vicina come puoi. sicuramente allontanarvi in questo modo l’uno dall’altro non fa bene nè a te nè a lui

  2. 2
    lulu -

    ciao ho letto quello che c’è scritto, e la stessa cosa sta che mi sta succedendo, lo amo molto,anche se in questi ultimi mesi non mi sono sentita trattata non molto bene mille scuse ma so che sta passando un brutto periodo e l’ultima sera che lo sentito sono scoppiata a piangere anche lui chiudendomi il telefono dicendomi non so che dirti piangi pure e cerca di starmi bene.
    In tutti gli anni che ci conosciamo non era mai successo, non so cosa fare e più che altro se faccio bene cercarlo per stargli vicino,
    Perché quando riesco ad avere una risposta da lui le sue parole sono sto male sono in crisi,ansiose depressive, questo il primo giorno, nei giorni successivi, sono sotto stress sono a letto ecc, e di lasciarlo che si riprenda,
    di stare su, ma non e facile per me star su perchè e la persona che amo più della mia vita è non sta bene voglio capire come aiutarlo, anche se so che in questo momento non mi vuole ne meno vedere, sentire, ne parlare, chiedo di essere aiutata io per aiutare lui farei di tutto anche se rischio di perderlo ma alla fine posso dire chi amo con tutta me stessa e le voglio bene ora sta bene attendo vostro aiuto per consigli grazie

  3. 3
    sofia82 -

    ciao lulu, il tempo è passato e la mia situazione si è evoluta….se vuoi ne parliamo in privato, ti va? la mia mail è Attendo tue notizie…so come ci si sente!!!!

  4. 4
    michy -

    ciao…ha tutti,sono nuova,ma tutto quello che dicte sta succedendo anche ame!!sono da un anno e mezzo e piu che va avanti sta storia….tutti felici e contenti ma ultimamente gli prende molto male,dice che la vita fa schifo,che il mondo c’e la con lui,ecc.un mese va bene e poi si ricomincia di nuvo.lo perdonato per la 3 volta e tronato piangendo disperato gli ho dato un altra possibilita, tutto bene 3 mesi di convivenza e poi bu!! il botto !!c’e stato un cambiamento molto grosso ,la morte di un amico che non conosceva neanche da tanto… e cosi di nuovo sono stata mandata via!! ora sto giu0 di morale molto!!! non vuole farsi aiutare…grazie per la chiacchierata aspetto risposta.

  5. 5
    roberta -

    salve, io vivo una storia simile con il mio ragazzo.Dice che e’ in confusione che nn sa decidere nulla che ha dubbi su tutto e sui suoi sentimenti per me. E’ sempre stato un tipo introverso abbiam sempre litigato perche’ lui nn mi dimostrava l’amorecome volevo io. Ma lui mi ha sempre dettoche aveva solo un modo diverso di dimostrarlo.
    poi ha iniziato da un paio di sett a parlare di confusione, ma poi mi dice anche che a volte sente che gli manco a volte no. Non si capisce niente!lui parla di crisi esistenziale, ma io nn so piu’ niente!

  6. 6
    Hope -

    Come capisco. Dopo un anno e mezzo ora non so se continuerà.
    I suoi non mi hanno mai voluto nemmeno conoscere. è sempre stata una lotta. per venire in vacanza con me per la sua laurea lo scorso anno ha dovuto litigarci. il loro rapporto si è rotto definitivamente. suo padre è stato male. lo scorso anno ho rinunicato alle ferie mentre lui è andato con loro. e a natale io sono scoppiata ed ho fatto la cazzata enorme. il giorno di natale lui era con me. e non era con me che doveva stare. e ogni volta per fare qualcosa assieme sono bugie verso i suoi. sono litigi. da tre mesi è diverso.. mi ha sempre adorato, ero la sua principessa…ed è cambiato
    cos’hai? niente niente niente…e ora, dopo 3 mesi…esce che non sa se mi ama. dopo tre mesi orrendi. dopo tre mesi che non mi sentivo capace di aituarlo e stargli vicino. suo padre sta ancora male. e lui non se la sente di lasciare da soli i suoi genitori (che non mentre non mi hanno ancora degnato). ieri mi ha detto che ho sbagliato perchè non ho mai accettato il fatto che loro non mi avessero accettato.
    e lui sta davvero male. dice che mi vuole bene ma non sa se mi ama. dice che non sa se vede un futuro con me.
    e sta male. veder lui che sta male fa stare male me. ed è un circolo vizioso. si tiene tutto dentro. non parla.
    mi manca.

    non so che fare. vorrei stargli vicino. ma sono inevitabilmente di parte. sto soffrendo anche io. come un cane.
    inizio ora ad accettare e capire la situazione. e forse è troppo tardi. lo vedo soffrire. ma cerca di tenere duro. lo vedo. vedo che ci tiene a me. e sto male. a parte qualche breve attimo passeggero..sto male.

    vivo una vita non mia perchè l’ho cambiata. e mi va bene se la ricompensa è lui. so che non sarà per sempre.

    secondo voi un “basso” quanto può durare prima che torni “l’alto”.

    mi ha detto che forse venire con me per la sua laurea è stato un errore. adesso a giugno stiamo 4 giorni da soli in vacanza. poi arriverà l’estate, se ci arriveremo. HO PAURA

  7. 7
    ariosca -

    Ciao a tutti! anch’io sono nuova, e leggo da questi commenti una generale depressione di questi uomini, che davvero mi spaventa! Specchio della nostra genrazione o società precaria?Io navigo nella stessa vostra situazione da 10 mesi! Gli sono stata vicina e lui infatti sta meglio, ma continua a non volersi dare una possibilità con me, forse ha paura, ed io che devo fare più di quello che ho fatto? Sto soffrendo tanto e tutti mi dicono lascialo stare mica puoi deprimerti? Oppure mi dicono pensa alla tua vita altrimenti puoi prendere un’altra fregatura!Non so a chi rivolgermi per farlo aiutare! Lui si tiene tutto dentro ed io ho imparato anche a rispettarlo di non soffocarlo risultando petulante, e chi pensa a me?

  8. 8
    anna -

    vi rACCONTO LA mia storia. io 22 anni, lui 20. da un anno siamo innamoratissimi,una storia molto intensa.. per lui primo innamoramento,per me no.. lui gelosissimo del mio passato sentimentale,vuole sapere tutto! anche i particolare. io ovviamente alcune cose le tengo per me..tra pianti liti pero’ ogni volta si risolve tutto per il meglio e ogni volta piu’ innamorati di prima. ma ecco l ultima crisi,cè da dire che lui è un ragazzo molto insicuro,a volte si sente inferiore a me per il fatto che io lavoro e lui no. la settimana scorsa in lacrime ha paura che io lo lasci,ha paura di non meritarmi e che io vada a cercare un altro che mi dia sicurezze per il futuro per quanto riguarda l lavoro ecc.. io lo rassicuro. lui non lavora e non studia,sta tutto il giorno in casa,va nuovamentrin crisi,sta a letto due giorni nn volendo vedere nessuno neanche me,un giorno si sveglia dicendo che non gli piaccio piu’ ma allo stesso tempo non è sicuro,sta male all idea di perdermi pero’ sembre che i suoi sentimenti siano svaniti da un giorno all altro.. aiuto,è possibile o è solo una crisi esistenziale dovuta alla sua eta’ e al suo essere insicuro?

  9. 9
    mary -

    ciao a tutti…leggendo tutti questi commenti sorrido con le lacrime agli occhi perchè la mia è un’altra situazione simile alla vostra…da 2 anni sto con una persona e da un po lo vedo diverso..poi qualche tempo fa non c è l ha più fatta e mi ha detto tutto..sta male! non sa nemmeno lui bene cos abbia..dice che nn mi vuole lasciare ma a volte che io ci sia o no è indifferente!! ho passato giornate disperate..come non sa più se mi vuole? se sono quella giusta? poi ancora.. non ti voglio lasciare…. io ho un carattere particolare e prima di reagire alle situazioni mi comprimo a tal punto da devastarmi da sola.
    è la persona che amo più di tutte è la persona che voglio accanto fino alla fine…è quella persona che più di tutte mi ha dato quello che volevo. mi ha aiutata quando IO avevo bisogno d’aiuto e che tutti invece si sono nascosti. mi ha dato tante di quelle sberle psicologiche che mi ha fatto alzare!! dopo giorni di straziante dolore ho capito che non posso lasciarlo andare..adesso è LUI che ha bisogno di me!! mi sta urlando silenziosamente AIUTO!!! è davvero difficile ma è quello che bisogna fare sono io adesso che posso aiutarlo, dimostrargli quanto valgo!! ne vale la pena perchè lo amo in un modo che nemmeno so descrivere..e nemmeno riesco a concepire! se volete parlare, chiacchierare la mia mail è ciao a tutti!

  10. 10
    Manu -

    Ciao a tutti,

    mi ricollego a tutte le vostre storie ed i vostri commenti, perché ho bisogno di confrontarmi: 4 anni fa ho incontrato un ragazzo Olandese, siamo rimasti a distanza per meno di un anno finché non mi ha convinata a trasferirmi in Olanda. Ho lasciato tutto e mi sono trasferita lì (dopo aver cercato un nuovo lavoro… almeno!). Abbiamo ristrutturato la SUA casa insieme e nonostante alti e bassi continuava a dirmi che era pazzo di me. Non l’ho mai forzato a sposarmi o ad avere figli, perché sapevo che l’avrei fatto andare in crisi. E nonostante tutti i miei cambiamenti, supporti morali, perdoni, in crisi ci è caduto comunque! E ancor di più per i sensi di colpa per non potermi donare quello che merito. Io ho proposto una terapia, ma non c’è stato verso! Dopo litigi ed accuse varie e dopo avermi detto più volte che mi amava ma che nello stesso tempo voleva restare solo perché non a suo agio in mia presenza (milioni di voglio stare con te/non voglio stare più con te) ho accettato di trasferirmi in un appartamento. Il suo senso di colpa lo ha spinto a “promettermi” che si trattava di una soluzione temporanea e che avrebbe lavorato su se stesso: io rinunciavo alla casa dei nostri sogni, al giardino, ai nostri gatti pur di ritornare con lui! E invece, ora che sono in questo appartamento da una decina di giorni, mi è arrivata una lettera in cui mi scrive che ha deciso di non stare più con me, è un sentimento inspiegabile che lo porta a questa decisione… eppure inaccetabile, dice. Vuole che mi rifaccia una vita. Io sto lottando per non cadere in depressione: perché ha deciso di sacrificare proprio me? C’è una minima possibilità che ritorni? Grazie in anticipo per il vostro supporto e tanti auguri di buon Anno!

Pagine: 1 2

Scrivi un Commento
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica etc) o promozionali. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie.
Rispetta l’autore della lettera e gli altri utenti: resta in tema, non chattare, scrivi sempre con lo stesso nome, fai un uso limitato di abbreviazioni SMS e Maiuscole.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
I commenti sono pubblicati alle ore 2, 6, 10, 14, 18, 22.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Required fields are marked *

 caratteri disponibili

Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.