Salta i links e vai al contenuto

Non so più cosa provo! Che devo fare?

di

Mi presento: Ho 15 anni, quasi 16, sono una ragazza, sto vivendo una situazione strana e avrei bisogno di qualche parere esterno.

Mi dispiace se mi dilungherò.. Tutto inizia circa un anno fa. Conosco un ragazzo, ci frequentiamo e ci mettiamo insieme, un po’ come tutte le storielle adolescenziali, soltanto che lui ha 18 anni. Lui quinto anno superiore, io al primo. Non sembra un problema (eviterò di soffermarmi nei dettagli e cercherò di puntualizzare solo alcune cose). Si presenta come un bravo ragazzo, il migliore che avessi mai conosciuto. Ha un carattere difficile e quasi impossibile direi, ma non m’importa. Dovete sapere che ho messo tutta me stessa in questa relazione e se anche può sembrare una cosa stupida, io l’ho vissuta con totale naturalezza: mi sono aperta a qualcuno come non ero mai riuscita a fare! Lui sembra altrettanto preso e presto si viene ad instaurare un bellissimo rapporto di fiducia, tant’è che lui riesce a confidarsi con me per la prima volta su cose che non aveva mai detto ad anima viva.

Che dire? Io innamorata pazza, lui non lo so. Il “marcio” dietro tutto questo c’è sempre stato…Come una misteriosa presenza che non ci ha mai abbandonati da un anno a questa parte. E’ come se lui fosse sempre stato con la testa altrove.. Mi spiego meglio: si è sempre mostrato impegnato, indaffarato e con la testa tra le nuvole. Il motivo? Test di preparazione all’università, vari corsi, l’esame di maturità e l’incessante pensiero della sua partenza per l’università. Prima sono arrivate le giornate di stress per i risulati dei test d’ammissione per l’uni e insieme a loro le prime delusioni e quelle giornate in cui stentava a prestarmi attenzione. Ma non lo biasimavo. Poi le giornate piene di impegni e insomma, un casino! Arriva l’estate e io parto per tutti i tre mesi d’estate in cui però c’è stata la possibilita di vederci per un 4-5 giorni ogni due settimane. Difficile ma ce l’abbiamo fatta. Non ho detto che fino a questo punto della storia ci sono stati parecchi bei momenti, belle giornate e un sentimento che si rafforzava sempre di più, almeno da parte mia. Ricomincia la scuola e lui ad Ottobre sarebbe partito. Inutile dire quante notti insonni ho passato a pensare cosa ne sarebbe stato della nostra storia. 

Arrivati qui devo fare una piccola premessa. Capisco di essere piccola, 15 anni non sono molti e ci può anche stare, ma sono ad ero pienamente convinta dei miei sentimenti e cioè che era amore quello che provavo per lui e arrivai perfino a dirglielo con tutta sincerità. Lui però mi disse che non pensava di provare questo nei miei confronti e che forse l’avrebbe fatto con l’andare del tempo. Beh… non ci rimasi bene.. forse ci rimasi fin tropo male ma in un modo o nell’altro andai avanti. Comunque…. 

Allora lui se ne andò via… esattamente 1124 kilometri lontano da me. Le prime settimane sono state orrende. Non penso di aver mai pianto così tanto in vita mia. Giorni orrendi, brutti voti a scuola, la mia completa assenza mentale per tutto e per tutti. Il nostro rapporto sembrava rimasto lo stesso, ma poi lui è cambiato e ha cominciato a farsi sentire di meno, a prestarmi quasi nessuna attenzione e io, che ero rimasta completamente sola nel mio piccolo mondo triste, volevo soltanto che lui mi stesse vicino e che mi facesse sentire che c’era e che voleva esserci nonostante la distanza. Ma poi mi lasciò, dopo un mese e mezzo che era partito. E niente, un altro periodo brutto in cui però continuammo a sentirci per debolezza mia e a volte sua… Eravamo rimasti che ci saremmo visti per le vacanze natalizie e così è stato. Sono stati bei giorni in cui “ci siamo rimessi insime” però pieni di discussioni e varie cose… continuava a ripetermi che quando sarebbe partito ci saremmo lasciati di nuovo, che lui cambiava lì, che era pieno di pensieri tra lezioni ed esami… A quanto pare io ho frainteso e appena è partito ho cominciato a comportarmi in maniera più distaccata e quando lui un giorno disse qualcosa che finiva con la frase “visto che sei la mia fidanzata…” e io risposi d’istinto con un “ah, perchè siamo fidanzati?” successe una catastrofe . Per favore cercate di capire il mio punto di vista: quando vi danno solo segnali negativi, quando vi ripetono che vi lascerete, quando non c’è nessun tipo di conferma che attesti che state insieme e che vuole stare con te, voi cosa fareste? La sua risposta? “Anche se non te l’ho detto in maniera diretta, io nella mia testa mi stavo riavvicinando a te e ti consideravo la mia ragazza” … Ah, bene..  anche se si, stavamo insieme, ma dopo tutte quelle volte che i cui mi aveva detto che appena partito sarebbe cambiato eche ci saremmo lasciati, io veramente ho pensato che stavano così le cose.

Passa un mese e ci rivediamo (stupida, vero?). Come la volta passata il tempo sembra che non sia passato, I miei sentimenti rimanevano gli stessi e il nostro rapporto quasi invariato. Stiamo bene insieme, sto bene con lui. Ma dopo parecchi miei discorsi sul rimetterci insieme  evitando i soliti stupidi errori, concentrandoci sui nostri sentimenti e facendo chiarezza su cosa vogliamo davvero, e dopo la sua ennesima risposta mi sono arrresa. La sua risposta: “io lì cambio…ci sono cinque anni davanti a noi (che poi sono tre perchè io uscirò dalle superiori)…. voglio essere libero…. vorrei darti tutto qello che tu vuoi ma ho la testa così piena di pensieri che non ci riesco ecc…”… “meglio non rimetterci insieme” morale? é ripartito, continuiamo a sentirci ma senza sapere cosa cavolo siamo….

Dopo tutto questo, miei sfortunati lettori, ho da dire il succo della questione: non so più cosa provo! Fino a poco tempo fa ero convinta dei miei sentimenti ma adesso non più. E’ come se si stessero affievolendo.. man mano che il tempo passa non li curo più.. non ho più la voglia di prestare tutte quelle attenzioni che prestavo ai suoi problemi, volevo vederlo felice e adesso neanche ci penso più. Ho paura di perderlo ma nello stesso tempo sto cominciando ad allontanarmi mentalmente da lui… come devo comportarmi? 

Se in alcuni punti sono stata poco chiara sarò contenta di chiarire nei commenti. Scusate gli errori. 

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Amore
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

6 commenti a

Non so più cosa provo! Che devo fare?

  1. 1
    Thanos -

    Sei molto giovane quindi il problema visto da esterno non sembra grave, sai anche tu che hai tantissimo tempo e esperienze da fare e che non è detto che devi per forza star dietro questa storia. Detto questo posso dare il mio modesto parere rispondendo alla tua domanda. Non provi più le stesse cose di prima perche ti stai abituando. L’amore va alimentato sempre, va fatto crescere.. e nella tua mente vedi che con questi alti e bassi il tuo amore non sa se crescere o tutelarsi rendendoti fredda. Mi spiego meglio: Tendenzialmente le persone innamorate cercano nei rapporti a cui tengono di incrementare le bellissime sensazioni che si provano. Ma quando, a causa di alti e bassi, ciò non avviene e cominciano a sorgere dubbi e problemi.. la nostra mente ci mette in uno stato di blocco per prevenire eventuali sofferenze. Per me era così. Ovviamente è a periodi, può sembrare una cavolata. Il mio consiglio è di verificare che i sentimenti che lui prova per te siano sinceri. Se lo sono ma ancora è pieno di dubbi forse ancora non è il vostro momento. è presto per fare qualcosa di serio. L’amore è davvero un casino, ma sicuramente ci sarà qualcuno qui che saprà consigliarti meglio. Spero solo che tu non debba soffrire di questa situazione, buona fortuna!

  2. 2
    michelle -

    Vuol dire che ti stai rendendo conto che non merita tutte quelle attenzioni, sforzi e comprensione da parte tua. Ti stai risvegliando, stai tornando a prenderti cura di te stessa e a capire che al primo posto ci sei tu, non lui, come e` giusto che sia.
    Una relazione dovrebbe farti sentire bene (ovvio i problemi ogni tanto ci sono per tutti), non male. Altrimenti vuol dire che e` nociva.
    Sei giovane e hai una vita davanti, tante emozioni ancora da provare.
    Piano piano ti stai allontanando, la pazienza di tutti ha un limite, e anche il sentimento si logora quando tutto cio` che si riceve e` negativo.
    Sii felice perche` finalmente ti stai liberando da una prigione che finirebbe per distruggerti.

  3. 3
    Rossella -

    Fossi in te lo lascerei perché non si tratta del liceale a cui si concede, più o meno volentieri, il beneficio del dubbio. Quando due adolescenti si trovano sui banchi di scuola è prematuro stabilire se il ragazzo tiene alla ragazza. Ti consiglio di aspettare perché adesso vi trovate ancora sui banchi di scuola e non puoi capire se lui tiene a te al punto di cambiare vita. Personalmente non ho vissuto un amore adolescenziale perché i ragazzi a quell’età sentono forte il peso dei modelli e non sentendomi il loro tipo (in senso lato, non mi riferisco solo all’abbigliamento, al trucco perché a quell’età la bellezza per loro sconfina nella moda)… non mi sarei sentita l’oggetto del desiderio di qualcuno ma un oggetto. Poi ci sono anche dei casi, pochi casi, in cui i ragazzi non contestano i genitori e si sentono già pronti a impegnarsi con la testa, a innamorarsi della bellezza oggettiva e non dell’emancipazione della ragazza. Lui è uno studente universitario e non dovrebbe intrattenersi più di tanto nell’ambito universitario non essendo né un ricercatore né un insegnante. Si tratta di un semplice studente che imposta il suo percorso di studi in relazione alle sue esigenze particolari. Buon senso vorrebbe che lo lasciassi libero di andare per la sua strada di studente fuorisede fatta di gruppi di studio e di traguardi che escludono il vostro futuro. Si tratta di un ragazzo e questa scelta è oltremodo vincolante, fino a quando a porla in essere è una donna non ci sono problemi… ma un ragazzo si traccia la strada per la vita e mi dispiace se molti ragazzi danno per assunto che un giorno poteranno scegliere.

  4. 4
    Andrea -

    Non penso che tu non sia presa più da questo ragazzo perchè lo vedo dalla maniera molto particolare che spieghi il problema,forse hai la sensazione di non esserlo.Hai 15 anni e vedo che questa persona è immatura ma è normale ha solo 18 anni anche lui.Il vostro rapporto è immaturo perchè siete entrambi giovani e senza molta esperienza alle spalle.Alla tua età pensa solo a divertirti ed alla scuola,tutto il resto che ti stressa cerca di eliminarlo perchè sei troppo giovane per questi problemi.Avrai tempo di farti tutte le esperienze della vita come tutti noi ma con pazienza.

  5. 5
    Vale -

    Cara Faz, nonostante la tua giovane età sei molto, molto più matura del tuo amico.
    E’ una situazione di comodo tenerti sulla corda. Torna a casa e sa che ti trova lì. Esistono solo i suoi problemi, le sue esigenze. Ma tu non hai nessun bisogno di essere usata.
    Magari è stato amore (anche se mi pare di capire che hai sempre avuto la sensazione di qualcosa di stonato), ma soprattutto alla vostra età, le cose cambiano.
    Vai avanti per la tua strada, dedicati ad altri interessi, non fare che il tuo mondo giri solo attorno a lui.
    E complimenti, perchè per avere 15 anni, hai un’ottima capacità di analizzare le cose e di capire i sentimenti.

  6. 6
    faz -

    Che dire? Grazie veramente di cuore a tutti quanti!! Mi sono liberata di un enorme peso! I vostri commenti sono stati illuminanti ahahah… Avevo bisogno di sentirmi dire certe cose. Mi avete aiutata a fare ancora più chiarezza su questa storia. Purtroppo me ne ero resa conto anche io che questa relazione mi facesse più bene che male e adesso, finalmente, sono pronta a prendere una grossa boccata d’aria e a “ricominciare”! Ringrazio ognuno di voi, perchè in ogni singolo commento c’è molto su cui riflettere. GRAZIE !!!!!!

Scrivi un Commento

I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18, 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica etc) o promozionali. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema": per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
(1) modifica possibile prima della pubblicazione solo dallo stesso computer del commento (da qualsiasi postazione se hai fatto il LOGIN).
(2) i commenti fuori tema vengono cancellati alla sessione successiva; le risposte ai commenti fuori tema non vengono pubblicate, è possibile però rispondere in Chat.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.