Salta i links e vai al contenuto

Cara Ex ti riscrivo (se vorrai sarà l’ultima volta)

di

Hey,

questo periodo di stacco mi è servito per elaborare tutto e riflettere.
Ho capito di aver sbagliato nel non aver chiuso subito tutti i ponti con l’ex. Era la prima volta che lasciavo qualcuno, non avevo esperienza, c’era l’affetto di 4 anni, ora sarei più risoluto. Questo mi ha portato a non comunicare in maniera chiara, a crearti insicurezze e a non farti sentire amata, a dirti cose che ti hanno fatto pensare che non fossi preso quanto te per paura di non darti abbastanza. Mi spiace di non averti detto di averle concesso dei giorni in Trentino dopo averti detto di aver annullato l’Inghilterra. Nonostante il senso di colpa, le ferie e la paura di perderti, fu un errore ingiustificabile. Furono i giorni più brutti della mia vita. Ho sbagliato, sono umano. Non avevo capito quanto dolore potesse causarti e non avevo realizzato come stessi distruggendo ogni cosa. L’unica cosa importante per me era la nostra relazione, ma in quei mesi persi di vista quanto tu fossi importante. Ero così concentrato sul chiudere i rapporti con l’ex senza perdere le amicizie in comune che poi avrei voluto condividere con te, e sul rispettare il tuo bisogno di spazio, che non sono riuscito a rendermi conto di cosa tu stessi passando, di dove ci stessimo dirigendo e di come ci stessimo allontanando. E’ normale che avendoti io mentito tu abbia perso la fiducia in me e sia scemato il tuo sentimento. Quando ti presi le misure del dito mentre dormivi e comprai l’anello per poterti finalmente chiedere di fidanzarti ufficialmente, era già troppo tardi. Mi prendo le mie responsabilità e convivo con le conseguenze delle mie azioni. Ho accettato del tutto la tua decisione. Ti rispetto e mi scuso di averti fatto pressioni dopo la rottura e costretta a dare più volte spiegazioni. So che desideravi una relazione da sogno tanto quanto me, che c’erano delle basi stupende e uniche e che alla fine, soffrendo tantissimo, non hai avuto altra scelta che farti da parte. Ora capisco il perché. Sono orgoglioso di averti avuta al mio fianco. Sei la persona più bella che conosca, dentro e fuori. Ho davvero imparato tanto dalla nostra relazione, mi ha fatto crescere e maturare come persona. Ti ringrazio dei bei momenti passati insieme, ogni mio ricordo felice degli ultimi tre anni ha te come protagonista. Ho imparato a riconoscere il valore delle persone e dei sentimenti. Mi piacerebbe riuscire a restare in qualche modo nella tua vita perché sei preziosa per me.

Ti auguro il meglio,

Tod

Ps: la mia storia ormai l’ha sapete. Dopo 45-50 giorni senza averla sentita, le ho scritto un messaggio innocente di un episodio di viaggio a cui ha risposto con un “sì, mi ricordo :) deduco tu sia in germania”. Le ho riscritto dopo 5 giorni e non ha più risposto. In entrambi i miei messaggi non c’erano domande. Ne invierò un ultimo tra qualche giorno, in cui le chiederò se le vada o meno di parlare velocemente al telefono prima che io riparta. Nel caso non risponda o risponda di no, credo che dopo tanti mesi io debba prendere del tutto atto di quanto accaduto e rispettare i suoi sentimenti. Le manderò dunque il messaggio qui sopra. Sono arrivato a un punto in cui potrei anche accettare di esserle amico, se ne avrò la forza. Mi piacerebbe scriverle delle lettere a mano, in futuro, ma non lettere d’amore. Semplici lettere in cui le parlerò di me, per restare una presenza importante nella sua vita e farle capire che lei per me è importante al di là di tutto. Prima, però, penso che sia giusto farle arrivare un messaggio del genere, sperando la faccia stare più bene che male.

Grazie a tutta la community per avere seguito il mio caso.

L'autore ha scritto 4 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Amore
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

12 commenti a

Cara Ex ti riscrivo (se vorrai sarà l’ultima volta)

Pagine: 1 2

  1. 1
    Rossella -

    Ciao,
    ti chiedo scusa: che significa farti sentire amata? L’amore ci fa sentire forti. Dopodiché per la vita le cose andranno come devono andare. Secondo me la famiglia non ti potrà mai dare tutto quello che ti serve per essere una persona realizzata. Ti può dare la forza per rialzarti proprio perché nasce da un paradosso. Nasce da tutto quello che gli uomini non vorrebbero mai sacrificare. Mi riferisco all’interesse. Praticamente accade che due gruppi sociali si fondono e questa non è una cosa che capita tante volte nella vita di una persona. In famiglia impari a vivere. Esiste un proverbio che dice che la famiglia ti può dare la dote, ma non la fortuna. Quando credi nella famiglia, per forza di cose, tendi ad essere un po’ trattenuto. Ti spendi, ma non riesci a darti quando non ti senti voluto senza riserve e senza le censure di cui hanno bisogno gli uomini per restare uniti. A me è capitato una sola volta nella vita e si può dire che è stato in quel momento che ho cominciato a vivere il mio battesimo.Prima di questo incontro temevo la mia stessa ombra,perché la vita mi aveva portato a dubitare che al mondo potesse esistere qualcuno capace di smuovere le montagne per metterti nella condizione di partecipare alla sua vita. Quando c’è l’amore si manifesta la naturale saggezza dell’uomo. Anche sotto forma di sopportazione.Noi tutte queste cose non le possiamo sapere. E’ difficile capire chi ama veramente. Alla fine si trova un equilibrio intorno al desiderio di stare…

  2. 2
    Tod -

    Purtroppo, prima di inviare quella lettera, ho ceduto e le ho riscritto ancora :(

    TOD : Ciao! Sono appena rientrato in Italia, ne avrei parecchie di avventure da raccontare successe negli ultimi due mesi, tra cui un aereo perso che mi ha condotto a lui -> (foto cavallo) Tra qualche giorno riparto e starò via per un bel po’, il primo di due viaggi dei miei viaggi (“particolari”) Tu piuttosto? Immagino sia una bella soddisfazione aver concluso i parziali di anatomia, alla fine vai in Olanda dalla Ele o è rimpatriata lei e hanno trionfato le zecche?

    LEI : Ciao Tod, sono contenta per te, davvero. Anatomia la devo dare tra due giorni, infatti al contrario tuo ho studiato e basta negli ultimi due mesi. Poi partiro’. Spero tu stia bene, buone vacanze!

    Direi che purtroppo è stata molto chiara nel non voler nemmeno aprire una conversazione semplice :(

  3. 3
    Michelle -

    Tod ti avevo lasciato un commento ma credo di non averlo pubblicato per sbaglio. Comunque volevo solo dirti che la lettera e` molto bella e credo senz’altro servirà a te, anche se lei non dovesse tornare. Sembri cresciuto e maturato, e sembra tu abbia imparato molte cose. Alla fine ogni cosa che viviamo, bella o brutta che sia, se la trasformiamo in un’esperienza costruttiva non sarà mai una perdita di tempo.
    L’importante e` che tu conservi questa esperienza dentro di te e che faccia meglio in futuro.

  4. 4
    J.J Bad -

    “Ciao Tod, sono contenta per te, davvero.”

    Gia da questa frase si capisce che non ne vuole sapere di te.
    Traducila come: “non me ne frega un ca…”

    Ostinarsi a scrivere ad una donna che ti lascia significa ogni volta fare un salto alla Sagra dell’Ipocrisia. Bello eh? Divertente.

    Non ti sto sgridando, ti capisco, ci sono passato anche io. Ma quanto me ne pento ora!!
    Cancellala dalla tua vita e ne uscirai vincente!
    Anche ai suoi occhi.

  5. 5
    J.J Bad -

    No aspe, non avevo letto bene…l’hai lasciata tu??
    E perché le scrivi??

  6. 6
    Tod -

    @Michelle: ti ringrazio per le tue parole. La lettera, per l’appunto, servirà a me. Ho davvero accettato che sia finita. Sono e sarò triste, la amo, mi piacerebbe poter tornare indietro ma non è possibile. Lei non tornerà, ho già preso atto di questo. Gliela spedirò prima di partire ad Agosto, quando andrò zaino in spalla, da solo, in Alaska.

    @JJBad: hai ragione. Infatti, nei mesi scorsi, quando provavo a riavvicinarmi e mi aveva dato segnali contrastanti, finivo sempre con il rodere dentro e perdere la sanità mentale. Ora che sono più freddo vedo questa ipocrisia. Vedo che in quel messaggio finge di essere cortese ma in realtà vuole dirmi “non mi interessi più, lasciami stare”. Avevo pensato di inviare una lettera a mano al mese per mostrarle il vecchio me, senza aspettarmi una sua risposta. Ma a quale scopo? Sarà meglio piuttosto scrivere un diario o un libro, e tenerlo per me :) O piuttosto farlo con una persona nuova, anche se non dovesse ricambiare.

    Le ho già detto addio in passato, senza poi rispettare le mie stesse parole. Penso proprio che questa lettera, ai primi di Agosto, sarà il mio ultimo saluto. E penso che nonostante tutti i miei errori durante la storia, nonostante tutte le zerbinate patetiche che ho fatto nel mentre, penso che con questa lettera potrò dire di aver raggiunto la maturità che cercavo per lasciarmi tutto alle spalle.

    Lettera a mano o whatsapp? Sarei per la prima, anche se non saprò mai se l’avrà aperta o meno.

  7. 7
    Tod -

    No JJ Bad, mi ha lasciato lei.
    La mia storia è presente in un altro post sul forum.
    Quando dico “ci ho messo tanto a lasciare l’ex” mi riferisco a un’altra ragazza, con cui stavo insieme prima della destinataria della lettera.

  8. 8
    Tod -

    Stavo pensando di evitare di ricontattarla telefonicamente ma di scriverle lettere a mano a vita, magari una alla settimana, finché non mi stancherò. Niente di pesante, giusto comunicare quello che vivo in modo estremamente emotivo e ogni tanto ripercorrere il passato, o scriverle parole dolci ma non opprimenti. Dite che sarebbe stalking?

  9. 9
    Kid -

    lol

  10. 10
    Sospeso -

    Caro tod , stai sbagliando, stai formulando dei pensieri malati (comuni a tutti nella fase patologica della disillusione ) . Io dico che sarebbe inutile, scriverle, fastidioso, imbarazzante per lei, non otterresti nessun risultato , nel tempo peggioreresti la tua autostima (e te ne pentirai in futuro quando sarai guarito) …inoltre le sembreresti un debole bisognoso e disperato ,totalmente ai suoi piedi (il contrario del maschio Che desiderano le Donne X natura checche’ ne dicano.

    . Che brutta cosa la patologia psicologica che deriva dalla illusione dell’amore romantico culturale patriarcale.
    La gente proprio non si rende conto di come si riduce, prima vuole rompersi la testa a tutti i costi, pensa de vivere in un film dove alla fine vincerà il “e vissero felici e contenti”. Tu pensi che questa possa apprezzare una lettera scritta a mano da uno con cui ha chiuso da un pezzo ? Perché ti vuoi umiliare inutilmente ? Perché nutri queste speranze illusorie e controproducenti … irrealizzabili? Ma cristo Santo, ma trovatene una altra con cui essere te stesso senza doverti umiliare , perché ti devi ffissare proprio con quella lì ? Altre milioni. Ne esistono che possono piacerti

    La gente impazzisce , voi non avete idea di cosa significhi (la tragedia) voler fare famiglia . Statevene buoni per i cazzi vostri, non rovinatevi L esistenza, levatevi dalla testa tutte ste manchiate

    Non fare cazzate, non scriverle un cazzo, dammi retta !

Pagine: 1 2

Lascia un commento

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.