Salta i links e vai al contenuto

L’amore oltralpe

di

Ciao a tutti, sono un ragazzo di 25 anni e dopo aver letto molte storie vorrei raccontarvi la mia, originale e pazzesca come le vostre. Questa estate ho conosciuto una ragazza da Vienna, ed è stato colpo di fulmine. Ho consumato la macchina per andare a trovarla ogni sera quando era in vacanza qui in Italia. La sera prima del suo ritorno le ho regalato un braccialetto con la promessa che quella non sarebbe stata la fine. Il giorno dopo lei mi dice che sa che deve dimenticarmi ma non ci riesce e da lì inizia qualcosa di entusiasmante nella mia vita. Riprendo gli studi in inglese, mi alzo un’ora e mezza prima ogni mattina, e ogni sera o quasi siamo su Skype a parlare. Ci troviamo dopo un mese a metà strada e pochi giorni dopo vado a Vienna da lei una settimana. Tutto fila liscio e inizio a pensare che forse potrei tentare di andare a vivere da lei, imparare il tedesco e cercare lavoro là dato che lei già viveva da sola e aveva un ottimo posto di lavoro.Continuiamo a vederci e a sentirci fino a Dicembre, quando mi presenta i suoi e mi chiede, ci proviamo a stare assieme? ….. Panico puro, mai provato una cosa simile, mettere alle spalle una vita, lasciare tutto. Quei giorni ho sentito in maniera assurda la mancanza dei miei amici, dei miei genitori. Ho pensato tutto negativo, al futuro problematico, come un macigno che mi schiacciava. Non ero me stesso quei giorni e lei ha sofferto terribilmente e mi sento in colpa per alcune cattiverie che le ho detto per cercare di allontanarla. Lei invece imperterrita ha continuato: proviamo, diamoci una chance… Dopo una settimana le ho detto che poteva venire qui da me ed è stata una settimana a Gennaio dove le ho presentato i miei e mostrato la mia vita. Purtroppo non so nemmeno io perché quella settimana non abbiamo parlato, lei continuava a dirmi di trovarci ancora, ma io non ho fatto assolutamente nulla per darle certezze o confortarla anche perché qualcosa si era rotto. Ho cercato di farle passare dei bei momenti senza pensare a nulla, convinto che solo il tempo mi avrebbe dato una risposta. Risposta che ho avuto circa due settimane dopo dal suo ritorno a casa. Mi mancava come l’aria ma ormai secondo lei era troppo tardi, non poteva più, le cose che le ho detto a Dicembre non erano buone basi per iniziare qualcosa. Ho provato ad aspettare un po’, le ho riscritto ma era fredda e distante come non mai. Ai primi di marzo alla fine ho tentato il tutto per tutto, se era davvero finita, dovevo saperlo. Mi sono armato di coraggio e sono andato a Vienna di nuovo per parlarle in un 18 ore di auto ma non ha voluto vedermi sostenendo di avere già un altro ragazzo e che devo lasciarla andare. Le ho promesso che sarei sparito, e mantengo sempre le promesse. Ora mi sento vuoto dentro, come quando hai l’occasione della vita e te la lasci scivolare fra le dita. Non passa giorno, ora, minuto che lei non sia nei miei pensieri, e lo è da quel giorno di Luglio quando da ignorante cercavo di spiaccicarle due parole in inglese. Ho vissuto immense emozioni con lei, dato il meglio di me stesso e mi sembra sia stato surreale farsela scappare così. Non riesco a darmi pace e adesso vivo giorno per giorno nella speranza che mi scriva, ma so che non lo farà mai più. Ho capito che non bisogna mai tirarsi indietro, che non si possono avere rimpianti così nella vita. Quando e se vi capiteranno cose simili alla mia valutate sempre molto bene, ma non abbiate paura di cambiare vita, perché fidatevi che ve la cambieranno comunque. Non sono più me stesso da allora. Spero che qualcuno con più esperienza di me possa indicarmi qualche consiglio, qualche strada per uscirne perché ogni giorno è una punizione che so di meritarmi.

Grazie a tutti per avermi dedicato un po’ del vostro tempo

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Amore
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

4 commenti a

L’amore oltralpe

  1. 1
    Rossella -

    Oggi ho sentito una citazione di Husserl che mi ha fatto ripensare ad un sogno, un sogno che mi è capitato di fare stanotte, sulla differenza tra il bisogno di “tornare alla cosa in sé” e il desiderio di “tornare alla cosa in sé”. A quindici anni non avverti questo bisogno perché ti stai affacciando alla vita. Negli anni le cose cambiano perché il desiderio di “tornare alla cosa in sé” si scontra con le esperienze e diventa un bisogno. Il desiderio ti fa sperare (sognare) di essere l’amore e ti porta ad avanzare. Andando avanti diventa più facile gettare la rete sul dubbio perché nell’immediato solleva la nostra vanità e ci fa vivere uno stato di ebrezza che coincide con l’innamoramento. Ci è più facile aprire il nostro cuore perché il nostro sguardo è fisso sul passato. Che dire? Non conosco i tuoi sentimenti, potresti provare a ricucire il rapporto facendole presente che non eri animato dalla mera curiosità. La decisione finale spetta a lei. Ad ogni modo penso che non dovresti darti per vinto, si tratta di un momento formativo. Conosco diversi ragazzi che pur avendo superato la maggiore età da tanti anni continuano ad aspirare all’essenza dell’amore, al dono. Aspettano una risposta e il più delle volte non è affermativa… anche la loro è una scelta. Non dico che le altre siano sbagliate perché penso che esista una seduzione involontaria che spesso e volentieri conduce nella stessa direzione. Il punto è che ogni persona ha il suo carattere ed un grado di consapevolezza delle proprie emozioni che dipende da tanti fattori. Non ti scoraggiare! Ti auguro buona serata ;)

  2. 2
    Dostoevskij89 -

    Ciao, le occasioni, se sono della vita, non hanno tutta questa ‘fragilità’, a mio parere.
    Sicuramente avrai sbagliato, ma da parte sua è mancanta la comprensione: non è così facile lasciare la propria casa per andare a vivere altrove, soprattutto all’estero. Lì per lì la delusione ci stava, ma far finire una relazione per questo mi sembra eccessivo. O è estremamente immatura ed estremista, oppure c’è dell’altro… e non mi riferisco necessariamente alla presenza di un altro ragazzo.
    Tu fattene una ragione. Evidentemente non hai perdo l’occasione della tua vita. Ce ne saranno altre.
    Saluti.

  3. 3
    Golem -

    Devi “tornare alla cosa in sè”, ma è necessario capire se è un bisogno o un desiderio. Io dopo Husserl ho un bisogno impellente, quindi ho le idee chiare.

    Guagliò, si vede che non è cosa (in sè) e la lontananza come sempre fa viaggiare la fantasia ma non la realtà delle cose. Quando è la persona giusta le cose (in sè e non) filano lisce come l’olio. Addirittura non ci sarebbe neppure bisogno di parlarsi. È stata una bella esperienza emotiva e nulla più.

  4. 4
    Sofia -

    Caro ragazzo io ti posso solo dire che la vita è la cosa più schifosa e bastarda che ci sia! Io odio la vita….e l’ha disprezzo come non mai!
    Lei ti da i suoi cioccolatini buoni e dolci AL VELENO ..perché nella vita nulla è puro senza difficoltà… Senza dolore o rimpianti.

    La vita ti ha fatto incontrare questa donna….VI amavate…ma era una storia IMPOSSIBILE…e te non eri assolutamente PRONTO PER UN CAMBIAMENTO TOTALE e radicale così… E avevi tutte le ragioni!
    Lasciare gli amici..la famiglia… Gli studi o il lavoro..il proprio ambiente… Lo puoi fare tutto ciò con serenità, solo se non hai nulla e non sei legato a nulla!
    Se sei senza famiglia amici o lavoro. …non hai nessun PROBBLEMA…cambi vita e te ne vai!
    Ma sei hai legami….e’quasi impossibile!
    Penso che ti abbia mentito e in realtà non ha nessun fidanzato!
    Credo l’abbia detto per far in modo che te ti allontanarsi da lei…perché ha capito che tu non saresti mai andato a convivere da lei!
    Una cosa che mi sento di dirti, che hai sbagliato è stato dirle cose brutte o cattiverie per allontanarla!
    Questo è un atteggiamento immaturo e ingiusto!
    Le cose si affrontano. …e si è sinceri!
    Si parla con l’altra persona e ci si confida! Anche appunto tutte le ansie e paure che uno ha dentro riguardo al fatto di trasferirsi!
    Ferire l’altro così per allontanarlo..( può essere appunto che anche lei l’abbia fatto con te) ma è un atteggiamento sbagliato e immaturo!

    A volte dovremmo avere coraggio e chiudere subito una storia che noi sappiamo dentro di noi, che ci porterà solo sofferenza,ma il cuore non vuole sentire ragioni. .la mente consiglia ciò che è giusto…ma è sempre il cuore e i sentimenti che comandano….

    Ci vorrà tanto tempo per riprenderti. .lei e questa storia non l’ha dimenticherai mai…lo so che la porterai sempre dentro di te con amarezza e tristezza e rimpianto…ma non era destino che te vivessi con lei… Lei è stata di passaggio per farti capire delle cose e errori che non dovrai più fare…. Ma non era la storia giuata per te….

Scrivi un Commento

I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18, 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica etc) o promozionali. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema": per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
(1) modifica possibile prima della pubblicazione solo dallo stesso computer del commento (da qualsiasi postazione se hai fatto il LOGIN).
(2) i commenti fuori tema vengono cancellati alla sessione successiva; le risposte ai commenti fuori tema non vengono pubblicate, è possibile però rispondere in Chat.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.